eBay abbandona PayPal

eBay abbandona PayPal (cosa cambia per chi vende?)

Dopo diversi mesi di annunci, purtroppo è arrivato il momento. Ebay abbandona PayPal per integrare un suo metodo di pagamento interno basato su Adyen.

Nel caso non lo sapeste (nemmeno io lo sapevo) queste tre aziende sono quotate in borsa.

In questo articolo andiamo a dare un’occhiata ai tre titoli per vedere come hanno performato negli ultimi anni e durante la crisi del Covid-19.

Tornando a noi, dal 30 aprile 2021 saremo obbligati a registrarci a questo nuovo metodo con i pro e i contro del caso, che andremo a vedere a breve.

La domanda… Cosa cambia?

La cosa che tutti, me compreso, si staranno chiedendo è: Cosa cambia in pratica per chi compra e per chi vende su eBay ora che PayPal verrà pian piano abbandonato?

Chi compra

Gli acquirenti non devono preoccuparsi troppo (e ci mancherebbe). Difatti questa mossa di eBay è dovuta alla volontà di rendere il processo di acquisto molto più semplice e lineare.

Ora difatti quasi tutti optano per il pagamento con PayPal, che viene elencato in prima posizione nella form di pagamento, come possiamo vedere nell’immagine qui sotto:

Metodi di pagamento accettati da eBay
Metodi di pagamento accettati da eBay

Questo espone eBay a due problemi:

  1. Il processo di pagamento si allunga di diversi passaggi in quanto si deve essere rediretti a PayPal, effettuare il login, accettare, poi rientrare su eBay e confermare l’acquisto
  2. Cosa più importante, se non si ha un account PayPal è necessario crearlo. Certo, si può usare PayPal da ospiti solo inserendo la carta di credito ma questa opzione, a mio modo di vedere, è sempre stata un po’ snobbata e mai pubblicizzata a dovere.

Andando ad analizzare un suo concorrente, tale Amazon.it, possiamo vedere come da app il processo di acquisto sia così immediato da non accorgersi nemmeno di star comprando qualcosa

Scorriamo per acquistare
Scorriamo per acquistare

La tendina si apre direttamente nella scheda prodotto e via. Tutto questo perché Amazon ha in memoria la nostra carta di credito e non necessita di ulteriori passaggi per autorizzazioni varie.

Di sicuro anche eBay arriverà a questo, ovvero offrire solo un metodo di pagamento interno al quale possiamo associare una o più carte di credito/buoni acquisto.

Dopo lo “sbattimento” una tantum di dover inserire la nostra carta di credito su eBay, tutto sarà molto più liscio e lineare.

Questo è quindi quello che cambia per l’acquirentePoco o niente (ho fatto anche la rima).

Chi vende

La trama si infittisce per chi vende. Sembra di poco, ma già per quanto mi riguarda (venditore sporadico non professionale) le cose diventano molto più fastidiose.

Finora il funzionamento era questo: Una volta associato il nostro account PayPal ad eBay ricevevamo i soldi direttamente in quel conto che potevamo usare per acquistare qualsiasi cosa, su eBay e non.

Ad ogni vendita ci arrivava la bellissima notifica di PayPal (qui sotto le notifiche di quando ho provato a fare dropshipping, prendendomela in saccoccia!).

Dropshipping - Proviamolo!

Ora invece i soldi ci verranno accreditati direttamente in conto corrente, indipendentemente dal metodo di pagamento usato dall’acquirente.

E le tariffe, a loro modo di vedere, diventano più vantaggiose in quanto eliminano il costo di terze parti.

Sarà cosi? Vediamo il tutto nel dettaglio

Cosa cambia in dettaglio

Dicevamo, due cose cambiano. Il metodo di accredito e le tariffe. Partiamo dal primo

Il metodo di accredito

Prendendo il testo direttamente da eBay, a colpo d’occhio possiamo vedere come l’icona di PayPal sua finita in fondo a tutte.

Pagamenti Ottimizzati di eBay
Pagamenti Ottimizzati di eBay

Ma la cosa sconcertante si legge sotto alla titolo “Pagamenti in entrata ottimizzati”.

I pagamenti vengono elaborati entro 2 giorni lavorativi e poi sono disponibili in conto dopo altri 1-2 giorni lavorativi.

E sti cazzi, taci che sono ottimizzati!!!

Ora, con PayPal, che sia un normale lunedì di marzo, Natale o ferragosto, i soldi mi entrano istantanei in conto e da lì posso muoverli come voglio altrettanto in fretta (leggi qui come fare).

Con il nuovo metodo se faccio una vendita di martedì, rischio di vedere i soldi il lunedì successivo.

Non una buona cosa. Certo, alla lunga ci si abitua a tutto (anche perché non ci sono alternative) ma vendere come ottimizzata una procedura che passa dall’essere immediata al durare 3-4 giorni lavorativi mi sembra una presa per il culo.

PayPal tratteneva i soldi

Una delle migliorie che eBay dichiara di fare è anche l’eliminare la situazione nel quale PayPal decideva arbitrariamente di bloccare il conto o una parte di esso per svariate ragioni.

E’ successo anche a me dopo le prime vendite. La motivazione (che a dirla tutta era più che comprensibile) era stata che “non hai mai venduto nulla quindi ai nostri occhi sei inaffidabile. Se il cliente per qualsiasi motivo richiede il rimborso utilizzeremo i soldi nel tuo conto per effettuarlo. Siccome non vogliamo che lo svuoti e te ne vai, li congeliamo per due settimane”.

E dopo il tempo predefinito i soldi arrivavano in conto. Questo è durato 4-5 ordini e da allora non si è mai più ripetuto.

Mi fa ridere pensare che eBay non progetti una cosa del genere, dovendo adesso prendersi carico al 100% della soddisfazione degli acquirenti e degli eventuali rimborsi (cosa che prima era in capo a PayPal).

Sappiamo benissimo che ogni scusa è buona per far percepire il cambiamento come migliorativo, quindi prendiamo queste affermazioni per quello che sono, ovvero marketing!

A proposito, vi ricordo che


Scopri di più sull’investimento

Se muori dalla voglia di fugare i tuoi dubbi o condividere le tue scoperte puoi iscriverti alla Mastermind di Diventerò Milionario! Ancora pochi posti disponibili.


Finora abbiamo visto che questo cambiamento, per chi vende, non sarà ne indolore ne trasparente.

Le commissioni

Il cambiamento delle commissioni come sarà? Guardando l’immagine qui sotto, presa dalla pagina di eBay, possiamo farci un’idea.

Nuove commissioni eBay
Nuove commissioni eBay

Ad ora, le tariffe sono:

  • 10% del prezzo dell’oggetto (spedizione ESCLUSA) ad eBay per un massimo di 200€
  • 3,4% + 0.35 centesimi del prezzo totale (spedizione INCLUSA) a PayPal

Il fatto che eBay faccia pagare la tariffa solo sul prezzo dell’oggetto ha spinto qualche venditore (Fatta la legge trovato l’inganno) a fare delle offerte del genere

Spese di spedizione a 950€
Spese di spedizione a 950€

Per un oggetto del valore di 1000€ “caricano” 950€ sulla spedizione risparmiando 95€ di tariffa.

In fase di creazione di offerte simili, eBay ti avvisa che l’inserzione sembra strana e che i costi sono sbilanciati. Qualche utente riesce però ad aggirare questo blocco e di conseguenza con le nuove tariffe si taglia la testa al toro.

11.5% su tutto (fino a 2000€) + 0.35€.

Assisteremo quindi ad un aumento delle offerte “Spedizione Gratuita” che (voci dicono) vengano posizionate meglio nei risultati di ricerca da parte dell’algoritmo di eBay.

Le differenze come possiamo vedere qui sotto sono minime per i piccoli importi

Differenza tra le varie vecchie e nuove tariffe eBay
Differenza tra le varie vecchie e nuove tariffe eBay

[Articolo modificato grazie alla correzione di Luigi]

Rimangono simili e addirittura migliorano man mano che gli importi crescono.

Saranno contenti di saperlo i creatori dell’offerta qui sotto, che potranno permettersi di abbassare il prezzo pur mantenendo inalterato il guadagno.

Box Pokemon a 89.900€
Box Pokemon a 89.900€

Loro passano dal guadagnare 86.643€ con le tariffe attuali a 87.912€ con le nuove tariffe eBay.

1269€ di utile in più con le nuove tariffe.

Piccola precisazione

Per dovere di cronaca le tariffe sono differenti per le inserzioni create nelle categorie Auto, moto e altri veicoli.

Le tariffe per le inserzioni create nelle categorie Auto, moto e altri veicoli.
Le tariffe per le inserzioni create nelle categorie Auto, moto e altri veicoli.

Questo articolo inoltre fa riferimento alle tariffe per i “venditori NON professionali” come sono io e come ritengo sia la maggior parte delle persone che legge questo articolo.

Nel caso voleste un approfondimento anche sulle tariffe per i venditori professionali, fatemelo sapere nei commenti.

Procediamo al cambio?

Procediamo alla registrazione

Alla luce di ciò, attenderò fino all’ultimo momento (30 aprile 2021) per passare al nuovo metodo.

E’ troppo comodo avere l’accredito immediato e soprattuto avere una disponibilità separata da quella del mio conto corrente e che si alimenta di volta in volta in base alle vendite.

Tornate su questo articolo fra un mese per vedere in dettagli tutti gli step da fare per registrarsi a questo nuovo metodo.

Cosa ne pensate?

Siete anche voi dei venditori occasionali su eBay? Eravate a conoscenza di questi cambiamenti? Fatemelo sapere qui sotto!

Un mese dopo cosa è cambiato davvero?

Dopo un mese da questo cambiamento ho cercato di tirare le somme in questo articolo.


Rimani aggiornato!

Nuovi articoli, episodi del podcast e webinar sono sempre in arrivo!


36 Comments

  • Massimo

    Ciao, ho un dubbio, siccome il denaro mi arriverà sul conto non immediatamente ma anche dopo 4/5 giorni, secondo ebay io potrò spedire comunque prima perchè loro mi daranno la conferma immediatamente dopo la vendita (è vero?) Ma poi sono sicuro che i soldi arriveranno o l’acquirente può revocare l’ordine in qualche modo o altro?

    • admin

      admin

      Ciao,
      su questo aspetto poco cambia da prima. Sei difatti tenuto a spedire l’ordine entro i tempi stabiliti, una volta che eBay ti conferma che il cliente ha pagato.

      Quando hai segnato l’ordine come spedito, per l’utente annullarlo non è più immediato. Deve fare richiesta e spetta a te venditore accettarla o meno.

      Ti posso dire per esperienza personale che non ho mai trovato un venditore su eBay che accettasse di annullare un mio ordine. E da venditore non ho mai ricevuto una richiesta di annullamento.

      Sommando le due affermazioni qui sopra, mi sento di dire che i soldi arriveranno!

      Poi non so se il tuo tasso di richieste di annullamento sia elevato, ovviamente la mia risposta si basa sulle mie esperienze personali!

      Questo ovviamente a marzo 2021. Magari andando avanti con il tempo eBay cambierà procedure, ma questo discorso lo potremo fare nei prossimi mesi/anni!

      Ciao!

      Giacomo

  • Antonio

    domanda, cosa succederà con quei venditori che a oggi accettano solo bonifici? saranno (spero) obbligati ad accettare anche i pagamenti con carta, visto che i soldi andranno comunque a finire sul loro conto corrente?

    • admin

      admin

      Ciao, ti aggiorno visto che eBay ha rilasciato altre informazioni a riguardo:

      Metodi di pagamento accettati
      Gli acquirenti possono scegliere uno dei seguenti metodi di pagamento:

      Visa
      Mastercard
      American Express
      PostePay
      PayPal
      Apple Pay (solo tramite l’app eBay e il sito Web per dispositivi mobili)
      Google Pay (tramite l’app eBay, il sito Web per dispositivi mobili e i dispositivi desktop)

      Questi metodi saranno aggiunti automaticamente alle tue inserzioni e mostrati come opzioni di pagamento durante la procedura di pagamento.

      Fonte https://www.ebay.it/help/selling/getting-paid/managed-payments-on-ebay?id=4795

      A quanto pare quindi non sarà più possibile accettare bonifici.

      Giacomo

  • Antonio

    ho chiesto sulla pagina fb di eBay.it

    “i cambiamenti sui metodi di pagamento dal 30 aprile riguarderanno tutti i venditori, anche i non-professionisti, giusto? in tal caso, tutti i venditori dovranno collegare il proprio account eBay al proprio conto corrente, e non potranno sottrarsi alle richieste di pagare con carta di credito? (il riferimento è a quei venditori che attualmente accettano solo bonifici)”

    mi hanno risposto così

    ” ti confermo che quello che dici e perfettamente corretto, questi cambiamenti impatteranno tutti i venditori siano professionisti che privati Sostanzialmente con l’introduzione di queste novità l’intero flusso viene gestito direttamente su un unica piattaforma; Con questi cambiamenti sarà ancora possibile offrire agli acquirenti la possibilità di pagare attraverso diversi metodi, compresi carta di credito e PayPal eppure altri come Appel pay o Google Pay, ma dal momento che il pagamento viene processato direttamente tramite eBay, il versamento avviene sul conto bancario inserito dal venditore sull’account. Per maggiori informazioni, ti suggerisco anche visitare questa pagina https://bit.ly/3kLe2ER. ”

    quindi mi pare di capire che appunto dal 30 aprile tutti i pagamenti elettronici passeranno da eBay e non c’è più motivo che un venditore accetti solo bonifici

    • admin

      admin

      Ti ringrazio per aver condiviso il chiarimento! Lato venditore a questo punto la cosa sembra piuttosto chiara.

      Rimane da capire come dovranno comportarsi i compratori che vogliono pagare con bonifico. A che IBAN dovranno farlo? Il venditore pagherò le tariffe anche su quei pagamenti oppure risuteranno esenti?
      Perchè con il diffondersi dei bonifici istantanei gratuiti, potrebbe essere un buon modo per evadere quel tipo di commissione.

      Staremo a vedere!

      • Stefano

        Ciao e grazie per l’articolo.
        Sporadicamente vendo su ebay, fumetti o action figures che non mi piacciono più, ed utilizzo i soldi sul mio account PayPal per acquistare altri oggetti, su ebay o altri siti.
        Dal momento che in futuro i soldi arriveranno sul mio conto, dovrò dichiararli sulla denuncia dei redditi e pagare la capital gain tax sui profitti?
        Saluti

        • admin

          admin

          Ciao! In realtà poco cambia tra PayPal e Bonifico Bancario.

          Già da ora con i dati presenti su eBay è possibile risalire al pagamento e di conseguenza calcolare gli eventuali ricavi. Gli accertamenti della Guardia di Finanza quindi possono essere dietro l’angolo.

          In ogni caso se le vendite sono sporadiche e riguardano oggetti che non possono essere ricondotte a un’attività continuativa, difficilmente avrai dei problemi.

          Es. Se stai sbaraccando casa e vendi un divano e una televisione, non ci saranno problemi. Se invece inizi a vendere 5 divani e 10 televisioni, la cosa può iniziare ad essere sospetta!

          Ciao

          Giacomo

  • Pietro

    Chiamatemi disfattista, ma io ho risolto oggi stesso: ho eliminato le mie poche inserzioni di vendita (una 30ina), delle cui tariffe ero già poco soddisfatto.Uscivano spesso dei messaggi pubblicitari che sbandieravano 150 inserzioni gratuite…max tot sulle commissioni finali…etc.Ma non si applicavano mai all’inserzione interessata.
    L’informativa di Ebay è abbastanza chiara per quanto riguarda le nuove tariffe e i nuovi metodi.Ma non ho le idee chiare sulla protezione degli acquirenti.Paypal, per quanto succhiasse, ha una gestione delle controversie abbastanza funzionale.
    Secondo me la tendenza di Ebay è sfoltire i venditori occasionali promuovendo di più i negozi ebay.Cioè, all’atto pratico, diventerebbe più un negozio in stile Amazon che un servizio per aste e vendite tra privati.
    Per gli annunci di vendita di articoli usati e piccole canfrusaglie cercherò altri sbocchi.
    Good-Bye, E-Bay! E’ stato un piacere incontrarti.

    • admin

      admin

      Ciao Pietro!
      Comprendo la tua frustrazione su questi nuovi cambiamenti e in parte la condivido.
      TI faccio una domanda… quale piattaforma alternativa suggeriresti di utilizzare per effettuare le vendite?

      Oppure ti sei stufato e smetti completamente?

      Perchè io ho ancora qualche oggetto comprato che non aspetta altro che di essere rivenduto, ma non saprei trovare alternative ad eBay.
      Su Facebook e su Subito, per la mia esperienza, si trovano in gran parte cacciatori di affari senza ritegno e si ha sempre e comunque la necessità di arrangiarsi con i pagamenti (anche se forse Subito sta implementando qualcosa a rigaurdo).

      Fammi sapere se hai qualche sito da consigliare o se hai qualche stratagemma per vendere su Facebook o Subito ed evitare rogne!

      Grazie

      Giacomo
      Diventerò Milionario

  • Luigi

    Non si capisce bene. In pratica fino a 2000€ la tariffa è dell’11,5% e sulla parte eccedente i 2000€ si applica soltanto il 2% di commissione?
    Perchè se così fosse in ogni caso sarebbe più conveniente di prima in caso di vendite di alto valore.
    Nell’esempio del box dei pokemon sarebbe:
    Totale: 89900€

    2000-11,5% = 1770€.

    Parte eccedente i 2000€ – 87900. Calcolando il 2% di trattenute su questo importo viene 86142.

    86142+1770= 87912€

    Tariffe vecchie usando paypal: 89900-3,4% = 86843. sotttraendo i 200€ di commissioni ebay abbiamo 86643€.

    Riassumendo:
    Guadagno con la nuova tariffa: 87912€
    Guadagno con la vecchia tariffa usando paypal: 86843€

    Ho capito bene o mi sfugge qualcosa?

    • admin

      admin

      Ciao Luigi, scusa il ritardo nella risposta. Ad un primo controllo mi pare proprio che i tuoi conteggi siano corretti. Ricontrollerò i miei ed eventualmente li modificherò.

      Grazie mille per la segnalazione

      Giacomo

  • Jean

    Innanzitutto grazie alla redazione per l’articolo e agli altri lettori per il loro contributo. Detto questo a me non e’ chiaro cosa succedera’ alle inserzioni attualmente attive. Le nuove regole e tariffe verranno applicate con effetto immediato dal 1o di Maggio e quindi anche su quelle inserzioni create prima della scadenza entro la quale bisogna aggiornare il proprio account?

    Condivido sul fatto che si tratti di una operazione di marketing volto a “favorire” i venditori professionali piuttosto che privati/occasionali. Nel breve termine, prevedo un sostanzioso eBye-bye dalla piattaforma multicolor da parte dei venditori privati, ma non dubito che in futuro ci sara’ una nuova generazione di tali venditori disposti ad accettare le nuove condizioni che io personalmente trovo forzoso, macchinoso e soprattutto poco chiaro.

    • admin

      admin

      Ciao Jean, per quanto riguarda le vecchie inserzioni, eBay dice che

      “Se non hai completato la registrazione entro la data specificata, eBay si riserva il diritto di limitare i tuoi privilegi di vendita. Potrà, ad esempio, impedirti di creare nuove inserzioni, modificare le inserzioni esistenti, o potrebbe chiudere le tue inserzioni. “.

      Quindi dal 1 maggio il rischio è quello che pian piano vadano a sparire le inserzioni di tutti coloro che non vogliono “convertirsi” a questo nuovo metodo.

      Staremo a vedere. Io per sicurezza ho chiuso tutto e ho mantenuto solo un’inserzione per vedere cosa accadrà.

      E’ effettivamente un peccato che il metodo di pagamento sia stato stravolto in questo modo. Vedremo se il mercato ci offirrà un’alternativa nel prossimo periodo!

      Giacomo

  • Sandro

    a me sembra che ebay abbia aumentato tutte le tariffe a me hanno fatto un pagamento di 50euro + 6 di spedizione e mi vedo tolti 6,50 mi sembra un pò troppo poi mettici quelli che ti toglie uleriormente la banca per passarti i soldi sulla carta alla fine non hai guadagnato un cazzo e ci hai solo rimesso

    • admin

      admin

      Ciao! Eh si, purtroppo bisogna iniziare a fare sempre meglio i conti per evitare di andare a perderci sulla transazione, visto l’incremento delle commissioni.

      Comunque il conto del tuo ordine è compatibile con le nuove tariffe, ovvero l’11.5% + 0.35€

      (56*11.5%)+0.35 = 6.79€

      Vedremo che alternative troverà il mercato, perchè obbligare le persone a ricevere il pagamento su conto corrente in un mondo dove stanno crescendo sempre più le criptomonete sembra davvero anacronistico.
      Peccato perchè poteva essere un buon momento per differenziarsi in maniera forte da Amazon.

      Ciao

      Giacomo
      Diventerò Milionario

  • Antonio

    Sono un piccolo venditore, dove vendo occasionalmente oggetti usati, non possiedo un conto bancario, questo significa che non posso più vendere?

    Un altra cosa: ho svariate inserzioni aperte, con più foto e varie opzioni di acquisto, ad oggi non pago niente per via degli sconti offerti da eBay, dal 1 maggio pagherò le inserzioni anche non venderò? Grazie in anticipo.

    • admin

      admin

      Ciao!

      Citando dalla documentazione di eBay:
      “I nuovi servizi di pagamento supportano l’accredito diretto sul conto PayPal?

      Al momento, l’accredito diretto sul conto PayPal non è compatibile con i nuovi servizi di pagamento. I venditori che attivano il loro account per i servizi di pagamento devono fornire un conto corrente bancario (e non un conto PayPal) per ricevere i pagamenti in entrata. L’intestatario, l’indirizzo e la ragione sociale (se applicabile) del conto corrente bancario devono corrispondere a quelli registrati nell’account eBay.”

      Quindi è necessario fornire un conto corrente se si vuole continuare a vendere. Io ancora non l’ho fatto, ma a seguito di una prova posso dirti che riesco ancora a creare delle inserzioni.

      In ogni caso penso che a breve sarò costretto ad adeguarmi se voglio mantenere attive le inserzioni.

      Per quanto riguarda gli sconti, non saprei aiutarti. Prova a leggere i termini e condizioni dell’offerta eBay che hai accettato. Magari li trovi qualcosa.

      Grazie

      Giacomo
      Diventerò Milionario

  • Alberto

    Salve,

    personalmente ritengo la nuova modalità di Ebay completamente sbagliata soprattutto per i venditori occasionali come me. Quello che metto in vendita sono oggetti che possiedo da anni che non uso, che erano magari in soffitta dei miei defunti genitori etc. e che nelle mie scarse condizioni economiche ricavarne qualche euro aiutava se non altro a comperare eventualmente di nuovo sulla piattaforma o meno tramite Paypal a costo zero diciamo o ricaricare il telefono o per altri pagamenti vari. Ora in settimana ho venduto qualcosina e devo dire che non visto assolutamente nessun miglioramento sulle tariffe anzi ho atteso anche 4 giorni per l’accredito sul conto se non altro per ripianare lo stesso con la morale che di fatto non ho visto un euro. Oltretutto con la spedizione gratuita praticamente ho rimesso tempo e soldi es:

    7,80€ venduti 0,90€ commissione 2,80€ spedizione gratuita = guadagno 4,1€
    250€ venduti 28,75€ commissione 2,80€ spedizione gratuita = guadagno 218,45

    Con i soldi sul conto Paypal mi sarei pagato una bolletta arretrata invece con l’accredito sul c/c ciò non è stato possibile e non parlo di cifre che fanno diventare milionari.
    Una vergogna e sto pensando di lasciare la piattaforma.
    Saluti.

    • admin

      admin

      Ciao Alberto. Capisco e condivido perfettamente. La scelta di eBay snatura quello che fino ad ora è stata la piattaforma, uniformandola ulteriormente ad Amazon invece che puntare su opzioni differenti per poter diventare unica.

      Vedremo se nel breve periodo ci sarà un passo indietro da parte di eBay, in alternativa dovremo rimanere in attesa che un nuovo competitor entri nel mercato per catturare tutti gli utenti scontenti.

      Effettivamnente così stando le cose, le persone che vendono oggetti usati occasionalmente vengono fatte fuori.

      Buona giornata!

      Giacomo
      Diventerò Milionario

  • Roberto

    In tutto ciò hanno aggiunto limitatazioni anche alle vendite di bottiglie di vino ai venditori non professionali, io che ero solito rivendere delle bottiglie in esubero/non più di mio gradimento, non potrò più farlo…. Roba da matti

  • Lorenzo

    Io vendevo su ebay fumetti , poche cose per lo più doppioni, con le nuove tariffe è improponibile in quanto è una rimessa, ho scoperto che li posso vendere anche su Vinted, quindi Ebay-bye!

  • Paolo

    Buonasera,
    in realta per chi utilizzava forme di pagamento differenti da paypal (quindi senza commissioni) l’ incremoto di tariffa è del 17,90%
    esempio
    precedente il 1 maggio
    venduto 10€ + 2,80€ spese di spedizione pagamento con bonifico bancario TOTALE 12,80€ % ebay del 10% su 10€ quinfi tolgo 1€ ricavo 9€
    oggi
    venduto 10€ + 2,80€ spese di spedizione con pagamento automatico TOTALE 12,80€ % ebay del 11,5% +0,35 calcolo su 12,80 – 1,82 =10,90 -spedizione 2,80 ricavo 8,10

    11,50 + 0,35 incidono per il 17.90%
    questo uccidei piccoli che vendono in modo sporadico.
    Ho chiuso le inserzioni, se avete dritte su una nuova piattaforma di vendita.

    Grazie

    • admin

      admin

      Ciao, ti posso già anticipare che ho sentito molte persone spostarsi su Vinted.
      Nata come piattaforma di compravendita di vestiti e accessori, è sempre più utilizzata dalle persone insoddisfatte di eBay.
      Vedremo se virerà per accoglierli o se manterrà la sua natura originaria.

      Ciao

      Giacomo

      • STEFANIA

        salve a voi, anch io sono un venditore insoddisfatto di ebay, ho cominciato a lamentarmi un mese prima del cambio delle regole, perchè già vedevo come sarebbe diventato poco conveniente vendere ancora su ebay.
        la mia prima vendita con le nuove regole mi ha subito “dato ragione”
        ho venduto un oggetto, per fortuna di poco valore, e dopo poco meno di 1 ora il compratore mi annulla l’acquisto adducendo un futile motivo (oggetto arriva in ritardo… !?)
        ovviamente i soldi non sono subito disponibili, come tutti abbiamo già capito, ma ebay mi manda il messaggio, che devo rimborsare l acquirente. ma come, non ho venduto nulla, non ho ancora disponibilità dei soldi e devo pure rimborsarlo?
        siccome non mi comoda, scrivo a ebay in chat e faccio le mie rimostranze, la operatrice della chat mi consiglia di aspettare i 3 giorni che ho per accettare l annullamento o rifiutarlo e poi di rimborsare l acquirente.
        bene, allora attendo che i fondi disponibili, ma mi accorgo che anche quando lo saranno, non saranno sufficienti a rimborsare l acquirente, ritorno in chat e chiedo, come mai i fondi disponibili, non corrispondono alla cifra del rimborso, e perchè si trattengono i soldi della commissione di vendita, mi risponde che “tecnicamente” la vendita è avvenuta….. non ci posso credere. ultima chicca, ebay non attende che trascorrano i 3 giorni che ho per accettare o rifiutare l annullamento, lo fa di sua iniziativa, in automatico e quindi, si serve e va a prendere quello che manca dal mio conto corrente.
        perfetto, dico io, come ho già letto nei vostri post, mi sto affrettando a togliere i miei prodotti da e bay, trasferendoli sul sito di subito.it, sul quale già vendevo e dove non mi trovo male, niente commissioni, niente forzature, e ora si può anche spedire, se comunque qualcuno trova un bel sito di vendite, magari nuovo e con la voglia di emergere, ce lo faccia sapere.

  • Simone

    Come avevo già ampiamente previsto le nuove tariffe applicate da Ebay per me venditore non professionale sono totalmente dannose e mi sto apprestando a chiudere tutte le inserzioni anche perchè inoltre prevedono un aspetto veramente odioso.
    Ok i 0,35€ ogni vendita e al limite ok anche il passaggio della commissione dal 10% al 11,5% ma che la COMMISSIONE SIA APPLICATA ANCHE SULLE SPESE DI SPEDIZIONE E’ ASSOLUTAMENTE INACCETTABILE.
    Una raccomandata da 7€ a cui bisogna aggiungere anche il costo della busta imbottita da 0,5€ ora prevede un’ulteriore aggravio di spesa di 0,86€! Aggravio che o dovrei caricarmi io come venditore o dovrei scaricare sull’acquirente che ovviamente non capirebbe questa ulteriore discrepanza tra le 7€ previste da Poste Italiane per quel determinato peso e le 8,36€ che gli andrei a chiedere io…
    Senza poi considerare la lentezza nell’accredito del pagamento e le problematiche rimborsi etc già evidenziate dagli altri.
    Addio ebay, è stato bello.

  • Alessandro

    Ciao a tutti, ho constatato che se non hai accettato i nuovi termini di accredito, ma hai annunci attivi, questi vengono pagati come sempre tramite paypal, ovviamente se vuoi rimettere in vendita l’oggetto, o creare una nuova inserzione non puoi farlo. Io avevo chiuso tutte le mie inserzioni tranne una, per capire. Quanto mai non le ho lasciate attive tutte. Perciò fintanto che avete inserzioni attive e non avete accettato i nuovi termini di accredito potete andare avanti finchè non avete esaurito le quantità. Mi pento di averle chiuse. Ora per riattivarle bisogna per forza accettare i nuovi termini, ma per gli oggetti che vendo io, da 1 euro a 5 euro (fusibili, interruttori, e minuteria) non ha proprio senso. Pagherei io per vendere se fate i conti. Ora pensavo di iscrivermi a Amazon sempre come privato ma per poche vendite occasionali al mese, anche lì non ha molto senso. 90 cent di commissione per oggetto venduto+ % di commissione. E anche li serve l’ iban. Su vinted al momento puoi vendere solo alcune tipologie di merce, non quello che ho io, e li non paghi nulla, ma l’accredito arriva quando ne han voglia loro se spedisci tu, a meno che usi il loro meccanismo di spedizione che non sempre è conveniente o comodo. Su subito si vende ma principalmente oggetti finiti, bici, lavatrice, ciclette, tv, ma ricambi e pezzi particolari non sono cercati dai clienti di subito. o comunque molto più raramente. Shpock è luogo per perditempo. Ebay non tornerà indietro nelle sue scelte, sta aggionando in vari Stati allo stesso modo, con questo sistema vuole togliersi dalle scatole privati (gli costano come assistenza clienti in caso di difficoltà), e tutti quelli che fanno drop shipping in modo per niente serio. E ce ne sono parecchi purtroppo, che non spediscono o che non hanno più l’oggetto e te ne mandano un altro. Ci sono troppi video e corsi per fare drop shipping, e soldi facili, (certo li fanno se non spediscono, finchè non li sospendono), se spediscono invece avendo già margini limitati, e aumentandogli i costi, difficimente sopravvivono. Ebay spera di riuscire a lavorare esclusivamente con aziende, produttori, o commercianti professionisti dimenticando completamente le sue origini. Le aste, mercatino dell’usato tra privati con visibilità mondiale. kijii, sempre sua, non ha alcuna utilità, è quasi invisibile nei motori di ricerca quando si cerca un prodotto in rete.

  • JEAN

    Ciao ALESSANDRO, ciao a tutti. Ad oggi 30 Maggio come venditore non professionale riesco ancora a creare inserzioni, beneficiando dello sconto del 40% (percentuale ormai sempre più al ribasso) su commissione finale degli oggetti venduti senza aver accettato le nuove condizioni sui pagamenti (quindi senza aver inserito Codice Fiscale ed IBAN). Nella mia pagina di vendita eBay campeggia in bella mostra e di rosso colorato l’avviso sui nuovi metodi di pagamento e che per poter continuare a gestire le inserzioni devo aggiornare i dati del mio account. Al momento, in vendita ho solo un articolo di poco valore con metodo di pagamento Paypal, e scrivo qui principalmente per sapere se altri utenti si trovano nelle mia stessa situazioni ed eventualmente in caso di vendita, posso aspettarmi il pagamento arrivare sul mio conto Paypal o me li vedrò bloccati da eBay che mi obbligherà a quel punto di aggiornare i miei dati per ricevere il pagamento sul mio C/C?

    • Alessandro

      Ciao Jean, ho provato a creare una nuova inserzione ma il sistema mi blocca la pubblicazione, quindi con me non funziona. Vediamo se qualcuno è nella tua situazione e sa rispondere alla tua domanda. Se vendi l articolo tienici aggiornati.

      • JEAN

        Ciao Alessandro, ho degli aggiornamenti, sono riuscito a vendere uno dei miei articoli usufruendo della PROMO -40% su venduto (pagamento Paypal) e senza sottoscrivere il nuovo metodo di pagamento eBay, proprio come avevo anticipato nel mio post precedente. Antefatto: dalla settimana scorsa eBay mi inibisce la possibilita’ di modificare le mie inserzioni, ma senza cancellarmele anche se da due o tre giorni un loro messaggio dal fare minaccioso (impossibile non vederlo) mi dice che sono state cancellate. Come c’era da aspettarsi ho pagato doppia commission, ad eBay e a Paypal entrambi sul totale venduto + costi di spedizione. Oggi 7 Giugno ricevo altro messaggio di eBay che mi intima di adeguarmi entro il termine del 2 di Luglio oltre il quale mi cancelleranno le inserizioni attive (tanto per non deficere con i messaggi minacciosi). Comunque quest ultima proroga del 2 Luglio mi fa pensare ce stanno ancora valutando sul da farsi e chissa’ che non ritornino sui loro passi non tanto su Paypal, piuttosto su alcuni termini relativi alle modalita’ di pagamento.

        Io da meno di una settimana ho qualche inserzione di roba usata su Vinted (la maggioranza degli utenti sono Francesi che manco a dirlo non ci vedono di buon occhio), ma la momento tutta fuffa.

  • Fabio

    Buonasera oggi sono costretto ad aggiornare il mio conto.Dal 2011 che vendo come non professionista ed ho piu di 800 feedback positivi in vendite anche in Europa.Non ho capito bene ,siccome io non accetto piu paypal da circa un anno visto che avevano dato ragione al compratore (come sempre) il quale mi ha rimandato indietro un oggetto completamente diverso e per questo motivo accetto solo bonifico bancario e continuo a vendere senza problemi.Ora da quello che leggo oltre ad aspettare l`accredito devo anche anticipare io le spese di spedizione,poi se il tizio ci ripensa me lo rimanda indietro loro che fanno?Questa cosa e` importante perche essendo un privato non posso perdere i soldi per i ritorni di alcuni soggetti INETTI.Comunque ora mi sono registrato con i nuovi dati aggiornati e vi faro` sapere come andranno le cose.Comunque la cosa. non mi piace affatto e penso di abbandonare questa piattaforma che sta diventando molto commerciale.Ebay è diventata quella che è ora per noi privati non per i commercianti che vendono solo il nuovo.Spero che vada fallita il piu presto possibile.Grazie e un abbraccio a tutti gli utenti non professionali.

  • ROBERTO

    COME DICEVA LO SLOGAN PER INCENTIVARE IN NUOVO SISTEMA…… ECCO QUA’

    EUR 11,70

    Commissione sul valore finalePercentuale variabile · Arte e antiquariato categoria

    -EUR 1,10
    Percentuale per EUR 0,00 – EUR 2.000,00
    9,426229%

    Tariffa internazionaleImporto addebitato perché l’indirizzo registrato dall’acquirente si trova nel seguente Paese: Stati Uniti. Importo finale: EUR 11,70.
    1,6%
    -EUR 0,19
    Totale tariffe oggetto
    -EUR 1,29
    Commissione sul valore finaleImporto fisso per ordine
    -EUR 0,29
    -EUR 0,29
    Tariffe totali
    -EUR 1,58
    IVA
    -EUR 0,35
    Tariffe totali (IVA)
    -EUR 1,93

    POI SE CONSIDERIAMO SPESE RACCOMANDATA RIMANGONO POCO PIU DI 4 EURO

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito web utilizza i cookie per diversi scopi, tra cui raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito. Continuando ad utilizzare il sito si accettano le condizioni della privacy. cookie policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi