Short Selling

Cosa significa shortare un’azione

Shortare un’azione significa essenzialmente scommettere che il prezzo di un titolo azionario diminuirà. (leggi qui per capire cosa sono le azioni)

Si tratta quindi di un’operazione di investimento che permette di approfittare anche delle fasi ribassiste dei mercati azionari.

Ma di fatto come si fa a shortare un’azione e come è possibile capire quando è conveniente farlo?

Come funziona lo short selling

Lo  short selling può tradursi in italiano con espressioni come vendita allo scoperto oppure investire al ribasso sulle azioni.

Queste due espressioni racchiudono al meglio i due concetti principali su cui si basa lo short selling:

  • vendere allo scoperto, ovvero cedere un titolo azionario preso in prestito, che non si possiede ancora;
  • prevedere un prossimo ribasso del valore delle azioni di una società e decidere di acquistarle quando tale ribasso si concretizzerà.

Lo short selling infatti permette di vendere un titolo anche se non si possiede, con la speranza che il suo prezzo scenderà.

L’obiettivo è acquistarlo quando il suo valore si abbassa e generare così un profitto.

Quando si guadagna…

Si guadagna quando il prezzo dell’azione venduta scende e può essere acquistata ad un prezzo più basso.

Il guadagno sarà dato dalla differenza positiva tra i due prezzi.

E quando si perde

Si va in perdita quando, al contrario, se il prezzo dell’azione non scende come previsto ma, al contrario, sale.

Si è costretti quindi ad acquistare l’azione ad un prezzo superiore rispetto a quello dell’apertura della posizione.

Come è possibile prevedere il ribasso di un’azione

Non esiste la formula perfetta per prevedere con assoluta certezza quando e se il  prezzo di un’azione attraverserà un trend in rialzo o al ribasso.

Di certo sappiamo che investire non è un gioco e quando parliamo di mercati azionari, per limitare il rischio di generare perdite e massimizzare i profitti, bisognerebbe sempre conoscere la società su cui ci si accinge ad operare.

Valutare le aspettative circa l’andamento del futuro fatturato della società è uno dei tanti aspetti da considerare. Se si prevede che il bilancio futuro di un’azienda sarà nettamente in calo (perché magari il settore in cui opera sta attraverso un grave momento di crisi) probabilmente il valore futuro delle azioni scenderà a sua volta.

Ma in realtà sono tantissimi gli aspetti da considerare come grafici, indicatori, modelli matematici e variabili macroeconomiche.

Quali sono i rischi dello short selling delle azioni

Le operazioni in short selling di azioni presentano un potenziale rischio illimitato di perdita ma cosa significa?

Se noi facciamo una vendita allo scoperto di un’azione che vale 10€, il massimo che possiamo guadagnare è 10€. Se invece il valore dell’azione sale, non c’è un massimo che può raggiungere e di conseguenza non esiste un massimo alla nostra perdita.

Per tutelarsi è sempre consigliabile impostare un ordine di stop loss, individuando un valore predefinito che, se raggiunto dall’azione, fa chiudere immediatamente la posizione, al fine di limitare le perdite.

Nel caso di previsione errata, infatti, la scelta più sensata è quella di ammettere l’errore e chiudere la posizione prima che la perdita diventi ingente.

Devi restituire i dividendi

Quando si vende in short selling un titolo azionario prendendolo in prestito si dovranno restituire gli eventuali dividendi maturati nel periodo in cui la posizione short è rimasta aperta.

Hedging: un valido motivo per andare short

Proteggere un altro investimento a lungo termine può essere un valido motivo per shortare un’azione.

Se ad esempio abbiamo acquisto dei titoli azionari di una società (in gergo tecnico si dice che si posseggono nelle posizioni long), acquistate seguendo una strategia a lungo termine, potrebbe essere interessante aprire delle posizioni short su quello stesso titolo.

Una strategia del genere prende il nome di hedging e sfrutta lo short selling non per fini speculativi ma esclusivamente per protezione.

E’ hedging qualsiasi tipo di strategia atta a coprire e limitare le potenziali perdite di un qualsiasi investimento, quindi si può fare hedging in moltissimi modi per coprire svariati tipi di investimenti.

Puoi mantenere aperta una posizione in short selling all’infinito?

In teoria si ma nella pratica può accadere che il broker chieda di chiudere la posizione contro il volere dello short seller.

Questo può accadere quando il broker nota che troppi investitori stanno cercando di vendere quel titolo. Quindi le probabilità che il suo valore sia effettivamente in procinto di diminuire sono molto alte ed è costretto a correre ai ripari.

Quindi conviene o no?

Shortare un’azione conviene principalmente come strategia di breve termine anche se di fatto puoi mantenere una posizione short aperta senza limiti di tempo.

Tuttavia, poiché solitamente i mercati azionari nel lungo periodo tendono a mantenere trend al rialzo, non conviene mai mantenere aperte posizioni short troppo a lungo o comunque è bene mettere un freno a mano con un ordine di stop loss.

Questo articolo ha solo scopo informativo e non vuole assolutamente incitare a procedere con questo tipo di investimenti. Anzi, personalmente non ne faccio uso e li sconsiglio.

Aprire una posizione short e sbagliare le previsioni può essere catastrofico. Vediamo come Bill Ackman ha perso 750 milioni di dollari shortando Herbalife.

Rimani aggiornato sui nuovi articoli e ricevi gratis il mio ebook sui Finanziamenti Auto

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito web utilizza i cookie per diversi scopi, tra cui raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito. Continuando ad utilizzare il sito si accettano le condizioni della privacy. cookie policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi