Come comprare Bitcoin senza KYC

Con il tempo abbiamo imparato ad associare le criptomonete alla privacy e all’anonimato. Questo sta venendo meno man mano che gli stati aggiungono regolamenti che i vari exchange devono rispettare.

Ad oggi, difatti, se vogliamo registrarci ad una piattaforma per comprare valute digitali, dobbiamo fornire i nostri dati, documenti e anche un selfie (procedura di Know Your Customer).

Questo rende quasi impossibile acquistare Bitcoin senza il KYC.

Esistono delle piattaforme, situate per lo più in Svizzera dove la legge è diversa, che consentono l’acquisto di criptovalute senza l’obbligo di fornire i nostri dati.

Andiamo a vedere quali sono e come funzionano.

Come comprare Bitcoin senza kyc

Per comprare Bitcoin senza KYC, dovremo rivolgerci alle piattaforme che li vendono senza richiederci i documenti o un selfie.

I 4 exchange e alte 2 piattaforme che lo permettono sono:

  • Bitkipi
  • Relai
  • Bity
  • Bisq
  • LocalBitcoins
  • ATM

Bitkipi

L’app exchange di Bitkipi è la migliore e più completa al momento per comprare Bitcoin senza KYC. Difatti registrandoci solamente con mail e password avremo diritto ad acquistare fino a 900€ al giorno o 90.000€ all’anno di questa criptovaluta (recensione dettagliata qui)

L’immagine qui sotto, che appare alla prima apertura della app, ci dice i punti salienti di questa piattaforma:

  • Riconoscimento solo con indirizzo mail
  • I può investire a partire da 10€
  • Il wallet sul quale mandano i fondi è nostro
  • Si può impostare un PAC
con Bitkipi possiamo acquistare bitcoin in modo anonimo
La pagina di presentazione della app

Una volta che abbiamo creato un nuovo wallet (o ne abbiamo importato uno) e abbiamo confermato la nostra mail, saremo pronti per acquistare Bitcoin senza dare informazioni personali.

L’interfaccia non lascia spazio a dubbi ed è essenziale.

L'acquisto di Bitcoin senza dover indicare l'identità richiede un bonifico bancario.
Pagina principale di Bitkipi

In alto a sinistra abbiamo il valore di Bitcoin, a destra possiamo accedere al menu principale e sotto, in evidenza, il capitale in BTC che possediamo sul wallet di BitKipi.

In basso, infine, vediamo il bottone “Buy Bitcoin” che ci porta alla schermata di creazione dell’ordine.

Premendolo, arriveremo ad una finestra che ci chiederà di decidere l’importo da acquistare (minimo 10€) e subito dopo l’IBAN dal quale manderemo i fondi.

Bitkipi si può ricaricare solamente con bonifico bancario estero.

Una volta che tutti i dati sono stati scelti, ci verrà comunicato un IBAN e un codice da inserire nella causale.

Non appena l’exchange Bitkipi riceverà e processerà il bonifico, vedremo i nostri fondi nel wallet in home page.

Facile, intuitivo e anonimo.

Su questa piattaforma non possiamo fare trading o acquistare altre criptovalute (ethereum, polkadot, cardano ecc.).

Le commissioni di acquisto di Bitcoin su Bitkipi sono del 1.5%.

Relai

Questo exchange di un’azienda Svizzera permette all’utente di acquistare Bitcoin a partire da 10€, per un massimo di 900€ al giorno e 90.000€ all’anno (recensione approfondita qui)

Una volta scaricata la app siamo già pronti ad operare, senza aver dovuto inserire un indirizzo mail.

Come puoi vedere dalla sequenza di immagini qui sotto, in tre click abbiamo già creato (o importato) un wallet e possiamo passare a fare l’acquisto di Bitcoin.

Una volta che abbiamo scelto l’importo di Bitcoin, procediamo e arriveremo alla elezione del metodo di pagamento.

Su Relai possiamo pagare gli acquisti di BTC in:

  • Bonifico bancario
  • Carta di credito o debito (VISA / Mastercard)
  • Apple Pay

Se vogliamo pagare con carta o ApplePay, ci sono delle commissioni aggiuntive del 3% e la transazione viene eseguita immediatamente.

Al massimo, quindi, andremo incontro al 5.5% di costi per l’operazione.

Le commissioni di acquisto di Bitcoin su Relai sono del 2.5%, ma possono essere abbassate fino all’1%.

La seguente tabella spiega come fare per ottenere una riduzione delle tariffe su questo exchange.

AzioneCommissioni
Base2.5%
Transazione superiore a 100€-0.5%
Utilizzo dell’auto investimento-0.5%
Applica un codice amico-0.5%
Come abbassare le commissioni di acquisto di Relai

Come codice amico per abbassare le commissioni al 2%, puoi inserire in fase di registrazione questo:

REL107841

Ricordo che il wallet che viene ricaricato da questo exchange è custodial, ovvero è di nostra proprietà e ci verranno fornite le chiavi private. Ciò vuol dire che potremo ricrearlo da qualsiasi altra parte e avere accesso continuo ai nostri fondi.

Per vendere i Bitcoin, e quindi fare trading, le commissioni sono del 2%, sempre abbassabili fino all’1% con il codice amico e con transazioni superiori ai 100€.

Bity

Bity è un portale exchange che permette l’acquisto anonimo di molte criptovalute oltre a Bitcoin (Ethereum, Litecoin, USDT, USDC ecc.).

Si fa tutto da computer e come possiamo vedere dalla home page qui sotto, si va dritti al sodo. Appare una form dove dobbiamo inserire l’importo da investire e la criptovaluta da ricevere.

comprare bitcoin senza kyc su bity è velocissimo e non richiede verifica o documenti di identità
Home Page di Bity

Clicchiamo il tasto “Place Order” in basso e ci verrà richiesto se vogliamo effettuare il login o se continuare come ospiti, senza fornire alcun dato.

A questo punto ci apparirà una lista dettagliata di tutte le commissioni che andremo a pagare e il totale netto che riceveremo.

Nel mio caso ho fatto un acquisto da ospite e potrai vedere che viene aggiunta una commissione dello 0.4%.

Comprare bitcoin senza KYC e altre criptovalute è possibile su Bity. E senza alcuna verifica,ma verranno aggiunte delle commissioni
Tasso di cambio e commissioni applicate

Le commissioni standard sono dello 0.8% e il costo della transazione è di circa 0.3€.

In totale questa transazione anonima ci costa circa l’1.3%.

Quando accettiamo queste informazioni e clicchiamo sul tasto “Continue“, ci verrà chiesto di selezionare dove vogliamo inviare questi fondi.

Possiamo selezionare gli hardware wallet Trezor o Ledger oppure optare per “Other“.

Se scegliamo una delle prime due opzioni, dovremo collegarlo direttamente al computer dal quale stiamo operando.

Difatti l’associazione avverrà in maniera automatica.

Se invece scegliamo “Other“, ci apparirà la schermata qui sotto.

Specifichiamo l’IBAN dal quale vogliamo inviare in fondi e dove vogliamo riceverli. Se vogliamo possiamo anche indicare un un indirizzo mail per ricevere notifiche sulla transazione e su eventuali problemi.

Quando confermiamo i dati arriviamo ad una pagina di riassunto e dando ancora l’ok il sistema ci comunicherà gli estremi verso i quali fare il versamento.

A questo punto, quanto Bity processerà il pagamento riceveremo i soldi sul wallet da noi specificato.

Bisq

Sconsiglio questo exchange in quanto è un programma da scaricare ed installare sul proprio computer, cosa potenzialmente pericolosa.

Inoltre, cosa ancora più importante, lo ho appena scaricato per testarlo e non riesco ad installarlo correttamente.

Essendo presenti molti altri exchange più validi, consiglio di dare un’occhiata a quelli.

In ogni caso, per completezza, qui sotto parlo di come funziona questa piattaforma.

Bisq è una piattaforma decentralizzata e Peer2Peer (P2P) che permette di scambiare Bitcoin tra utenti senza dover effettuare alcuna registrazione o verifica dei dati.

Non è un sito o un exchange classico, bensì un programma che dovremo scaricare ed installare sul nostro computer se vogliamo utilizzarlo.

Questo ha dei vantaggi e degli svantaggi. Siamo più tutelati, abbiamo molte più opzioni e possiamo operare con molta più flessibilità.

Allo stesso tempo però ci troviamo di fronte ad un software che può risultare complesso da usare per chi ha appena iniziato nel mondo crypto o per chi non se ne intende di computer.

Come detto all’inizio, non posso procedere con la guida in quanto il programma non si riesce ad installare correttamente.

LocalBitcoins

Con LocalBitcoins possiamo acquistare Bitcoin da altri utenti in modalità Peer2Peer (P2P) senza passare per intermediazioni di altre entità. La piattaforma si pone come garante che la transazione vada a buon fine, ma il rischio di subire una frode è abbastanza elevato.

Inoltre, il costo di acquisto è alto dato che il mercato è fatto dai venditori e non rispecchia il vero valore della criptomoneta.

Non ci sono costi aggiuntivi per chi acquista e chi vende paga una commissione dell’1%.

Per acquistare basta andare nella pagina principale, trovare l’offerta che fa per noi e premere il bottone blu “Buy“.

Proprio come nell’immagine qui sotto.

Lista di Bitcoin acquistabili su LocalBitcoins
Lista di Bitcoin in vendita

Verremo portati ad una pagina dove ci saranno le indicazioni di contatto per avvisare il venditore dell’avvenuta transazione di modo da poter ricevere la crypto in questione.

Puoi leggere la mia guida dettagliata su come comprare Bitcoin su LocalBitcoins per saperne di più.

ATM

Esattamente come gli ATM di contanti, è possibile trovare sparsi per l’Italia (e per il mondo) totem che vendono Bitcoin (mappa qui)

Quello che dobbiamo fare è inserire l’indirizzo del nostro wallet, inserire il contante e la transazione verrà effettuata immediatamente.

Un ATM Bitcoin che ci permette di acquistare criptomonete in maniera dapida
Un ATM Bitcoin in giro per il mondo

Riceveremo i Bitcoin sul conto specificato senza bisogno di fornire ulteriori informazioni

Nota bene – Dal 1 luglio 2022

Dal 1 luglio 2022 anche gli ATM di criptovalute in Italia avranno l’obbligo di chiedere un documento di identità per qualsiasi importo scambiato.

Forse ne troverai ancora qualcuno che ti permette di farlo anonimamente, ma col passare del tempo tutti si adegueranno e ciò diventerà impossibile.

Questo e l’elevato costo per operare rendono questa scelta svantaggiosa sotto tutti i punti di vista rispetto alle opzioni viste in precedenza.

Riassunto delle commissioni

Qui di seguito una tabella per riassumere le commissioni di acquisto delle piattaforme viste finora.

PiattaformaCommissioni di acquisto
Bitkipi1.5%
Relai2.5% (può scendere fino a 1%)
Bity0.8% (1.3% da ospite senza login)
LocalBitcoinsDipende dal venditore
ATMDipende dall’ATM
Commissioni di acquisto piattaforme senza KYC

Cos’è il KYC

Il KYC, o Know Your Customer, è una procedura che gli exchange utilizzano per assicurarsi che la persona che acquista Bitcoin sia chi dice di essere e stia conducendo transazioni legittime.

Ciò garantisce che gli exchange siano conformi alle normative antiriciclaggio e aiuta a proteggere i clienti dai truffatori.

Per completare le procedure KYC è necessario un passaporto o una carta d’identità nazionale e un selfie per confermare la nostra identità.

Inoltre, dovrai fornire una prova del tuo indirizzo, inviando una bolletta o un estratto conto bancario non più vecchio di 6 mesi.

Sebbene questo processo possa sembrare noioso, è un passo importante per garantire la sicurezza dello scambio e proteggere tutti coloro che sono coinvolti nelle transazioni di denaro digitale.

L’idea di fondo, giusto o sbagliata che sia, è che partecipando ai processi KYC quando acquistiamo Bitcoin online contribuiamo a mantenere l’ecosistema delle criptovalute sicuro, regolamentato e tutelato.

Concludendo

In Italia sta diventando quasi impossibile acquistare Bitcoin senza KYC in Italia.

Fortunatamente ci sono alcune piattaforme con sede in Svizzera che ci permettono di farlo in quando quella nazione ha una normativa più permissiva.

Se vuoi acquistare Bitcoin senza dover rivelare la tua identità, dai assolutamente un’occhiata a queste piattaforme.

Se dovessi sceglierne una, ora come ora, userei di certo Relai vista la possibilità di pagare con carta e di mantenere al contempo l’anonimato.

Se ti registri, usa il codice REL107841 per avere uno sconto di 0.5% sulle commissioni per sempre.

Ora che hai capito la situazione in Italia, cosa ne pensi?

Hai mai acquistato qualcosa senza fare il KYC oppure non ti preoccupa particolarmente dover condividere i tuoi dati e le tue transazioni?

Fammelo sapere nei commenti o via mail a info@diventeromilionario.it.

Rimani aggiornato (e ricevi gratis il mio ebook)!

Se vuoi rimanere aggiornato e ricevere gratuitamente il mio libro “Da Dipendente ad Imprenditore – Le 5+1 Regole Fondamentali” inserisci la tua mail qui sotto!


Disclaimer

Questo articolo ha solo scopo informativo e NON formativo. Gli argomenti trattati non devono intendersi come consigli finanziari che suggeriscono la vendita o l’acquisto dei titoli finanziari trattati.

Bisogna sempre ragionare con la propria testa e agire solo se si ha ben chiaro cosa stiamo facendo. In caso contrario, meglio rimanere fermi.

In ogni caso investi solo capitale che sei disposto a perdere, perché è quello che potrebbe succedere!

Ti è stato utile questo articolo?

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *