Come funziona l’equity crowdfunding

L’equity crowdfunding è un sistema di raccolta fondi che permette alle imprese di accedere a fonti di finanziamento molto più convenienti, efficaci e rapide rispetto al vecchio sistema dei finanziamenti tradizionali.

Permette ai piccoli investitori di accedere ad opportunità che fino ad ora erano precluse in quanto avevano a disposizione capitali troppo piccoli.

Ora grazie alle piattaforme di equity crowdfunding possiamo cercare delle rendite sul nostro capitale andando a guardare al di fuori del classico mercato.

Andiamo a vedere come funziona, cos’è e tutti i pregi e difetti.

Come funziona l’equity crowdfunding?

Il funzionamento dell’equity crowdfunding è simile a quello del finanziamento tradizionale, ma è molto più rapido in quanto include migliaia di piccoli investitori che possono prestare il proprio capitale.

Esistono due funzionamenti possibili:

  • presentare il progetto per ricevere capitali
  • ricercare progetti per investire in equity crowdfunding

Presentare il progetto per raccogliere capitali

Se hai una start up e vuoi trovare degli investitori in breve tempo, ma non vuoi rivolgerti agli istituti di credito, usare il equity based crowdfunding può essere una scelta da considerare.

I passaggi da effettuare sono:

  • ricercare una piattaforma
  • inserire il progetto
  • attendere l’accettazione

In caso tutto vada a buon fine, dovremo attendere la conclusione della campagna per conoscere il capitale che siamo riusciti ad ottenere e il numero di persone che hanno partecipato.

Chiaramente, a questo punto, parte delle nostre partecipazioni dovranno essere cedute ai finanziatori.

Questa strategia è applicata di frequente da start up innovative in tutti i settori per poter procedere con le fasi iniziali di avvio dell’attività.

Se l’idea è buona e il mercato la apprezza, le piattaforme di equity crowdfunding ci danno la possibilità di raccogliere milioni di euro in poco tempo.

I vantaggi

Ricercare capitali utilizzando il canale di equity crowdfunding ha numerosi vantaggi:

  • Il tasso di interesse e la durata possono avere condizioni molto favorevoli
  • Usando le piattaforme di equity crowdfunding possiamo sottoporre la nostra società a molteplici giudizi fino a trovarne uno o più che decide di pubblicarlo
  • Si può ottenere capitale in maniera più rapida
  • Possiamo usare questo strumento per effettuare dei testi di mercato riguardo ad un prodotto o alla metodologia migliore di raccolta fondi.
Le startup e le pmi possono usare questo strumento per testare il mercato
Possiamo lanciare la campagna sui portali e vedere la reazione del pubblico

Le regole da sapere prima di presentare il progetto

Ci sono delle regole da seguire prima di presentare il progetto di investimento della nostra società o startup.

Queste sono:

  • Controlla che la struttura dell’azienda sia adatta al equity crowdfunding
  • Capisci se la tua società può mantenere tutti i termini del contratto
  • Metti in conto degli imprevisti
  • Ricorda che la società non sarà più tutta tua ma sarà divisa tra vari investitori

Ricercare progetti per investimento

Se sei un investitore e vuoi diversificare il tuo portafoglio inserendo una percentuale ad alto rischio, l’equity crowdfunding è una strada da esplorare.

Le piattaforme sono uno strumento fondamentale per procedere ad un investimento, dato che quotidianamente offrono sempre nuovi progetti già valutati e quindi relativamente sicuri.

Come vedremo a breve, investire in equity crowdfunding non è privo di rischi, anzi. Offrendo grandi rendimenti ci costringe a sopportare un pericolo piuttosto alto di perdita di parte o tutto il capitale investito.

Le regole da sapere prima di investire

In qualità di investitore in startup e pmi innovative in Italia e all’estero, devi fare dei ragionamenti professionali.

Le regole che ti consiglio sono:

  • Scegli i progetti come se scegliessi un’azione. Ovvero studia e non usare l’emotività
  • Leggi attentamente tutto il contratto per evitare di trovarti di fronte a spiacevoli sorprese
  • Se qualcosa non ti è chiaro, informati. Se non trovi risposte, evita di investire
  • Ricordati che equity crowdfunding significa avere un elevato livello di rischio

I vantaggi

I vantaggi di questo investimento per le persone con i capitali:

  • Possibilità di guadagnare quote di proprietà di una azienda
  • Grazie ai numerosi portali gli investimenti sono semplici e non richiedono un processo complesso
  • Possiamo visualizzare un progetto prima che sia completato ed essere early investor

I rischi dell’equity crowdfunding

I rischi principali di questa tipologia di investimento sono due:

  • fallimento della piattaforma
  • fallimento della società

Fallimento della piattaforma

Le piattaforme di equity crowdfunding stanno crescendo ad un ritmo importante, basti vedere crowdfundme che secondo una ricerca di Crowdfundingbuzz è quella che è cresciuta di più nel 2022 (6.1 milioni di euro, +37%).

Più soldi iniziano a girare, più rendite si creano e più famoso diventa il metodo di investimento.

Ciò significa che possono apparire sulla scena anche attori malevoli, che hanno l’unico scopo di truffarci presentando progetti fittizi per poi sparire una volta raccolto sufficiente denaro.

Di conseguenza dobbiamo stare attenti ed utilizzare piattaforme di equity crowdfunding che sono sicure e affidabili.

Tutte quelle che cito in questo articolo sono famose e degne di fiducia.

Ovviamente anche quelle possono fallire per una serie di fattori, quindi nei tuoi investimenti in equity crowdfunding ti consiglio di utilizzare diverse piattaforme.

A Breve andremo a vedere le più famose in italiano.

Fallimento della società o start up

Le tipologie di società che si rivolgono a questo strumento sono, per forza di cose, quelle che non hanno un buon rapporto con le banche.

Non credo che la Coca Cola o la Nike facciano ricorso a queste modalità.

Magari siamo appena nati e non abbiamo una storia creditizia alle spalle, e questo ci può precludere dei finanziamenti di milioni di euro che ci sarebbero necessari.

Le piattaforme di equity crowdfunding propongono progetti che possono fallire
Investire in una start up è molto rischioso

Proprio per questo si è soliti presentare il proprio progetto in pompa magna con video immagini e descrizioni per poter convincere più persone possibili a prendere parte a questo raccolta fondi.

Tutto ciò ci porta ad un risultato: stiamo finanziando una società totalmente sulla fiducia di quello che ci sta raccontando.

Se ci piace la loro vision e i prototipi dei loro prodotti, ha senso investirci.

Però il fallimento è dietro l’angolo e dobbiamo esserne consapevoli. Qualche scelta errata o delle avverse condizioni di mercato possono azzerare il flusso di cassa costringendo la società a chiudere i battenti.

E noi avremmo perso tutto.

I guadagni di questo investimento

Abbiamo capito che l’equity crowdfunding è utilizzato da start up innovative e pmi (piccole e medie imprese) in Italia e all’estero, ma i guadagni da dove provengono? E a quanto possono ammontare?

Andiamo ad approfondire questi due concetti chiave.

Come si guadagna con l’equity crowdfunding

Tramite equity crowdfunding possiamo guadagnare con:

  • quotazione in borsa
  • exit della società (cessione a terzi)
  • pagamento periodico dei profitti (dividendi)

Quando investi denaro attraverso il sistema di equity crowdfunding, gli investitori ricevono una quota di proprietà nella tua azienda.

Le piccole e medie imprese conservano la maggior parte delle quote
Le imprese e le startup cedono parte delle proprie quote per far entrare gli investitori

Di conseguenza quando la società farà una exit (quindi sarà venduta a qualcun altro), noi guadagneremo una parte di questa cifra in base al nostro equity stake (la percentuale di azioni della società che possediamo).

Inoltre gli investitori possono ottenere una percentuale del profitto della tua azienda.

Sono tutte possibilità che avverranno sul lungo periodo, dato che nel breve il focus principale sarà quello di iniziare a vendere e fare utili.

Quanto si guadagna con l’equity crowdfunding

I guadagni di questo tipo di investimenti sono imprevedibili e impronosticabili, in quanto variano enormemente in base ad una serie di fattori che abbiamo analizzato e che vado a ripetere qui sotto:

  • valore della società all’exit
  • valore dei profitti che genererà
  • bravura dei soci ad avere successo
  • fortuna
  • fasi di mercato favorevoli

Difatti se tutte le stelle si allineano perfettamente, possiamo aver investito in un unicorno, ovvero una startup che viene valutata oltre un miliardo di dollari.

In alternativa possiamo ritrovarci con un’azienda che non riesce ad ingranare e continuare ad avere del capitale immobilizzato che non produce reddito. Diffidate quindi da chi vi garantisce rendite certe in questo settore.

Proprio per questo, quando si investe in startup e pmi innovative il suggerimento è quello di dividere il capitale in piccole quote e diversificare il più possibile.

Se anche solo una dovesse avere successo, avremmo guadagnato soldi.

Le migliori piattaforme di equity crowdfunding in Italia

Quando si tratta di investimenti, il consiglio principale è quello di rivolgersi a piattaforme famose e certificate, con uno storico affidabile e una società solida.

Proprio per questo ho fatto delle analisi e ho trovato quelle che sono i punti di riferimento in Italia (in lingua italiana) per questo settore.

Le 3 migliori piattaforme di equity crowdfunding in Italia sono:

  • Opstart
  • Crowdfundme
  • Mamacrowd

Equity crowdfunding o tradizionale finanziamento di impresa

Le differenze tra le due tipologie di finanziamento sono ormai chiare.

Qui sotto evidenzio le principali per aiutarti ad avere una panoramica completa:

  • con il crowdfunding posso avere capitale sociale più in velocemente
  • posso avere acceso a molti più investitori privati
  • il processo di approvazione sulle piattaforme è più rapido
  • raccogliere milioni di euro non è un problema con il crowdfunding basato sull’equity

Cos’è il Crowdfunding?

Il crowdfunding in generale è una tipologia di raccolta fondi che permette alle aziende o ai privati di ottenere finanziamenti o prestiti.

Può essere di due tipologie:

  • donazione
  • investimento

Donazione

Nel crowdfunding basato sulla donazione, le persone danno dei capitali alla società o al privato con il solo scopo di aiutarlo finanziariamente, senza aspettarsi nulla in cambio.

Questa è chiamata anche donation based crowdfunding.

Una sua evoluzione è data dal reward based crowdfunding, ovvero effettuare una donazione attendendosi in cambio una ricompensa.

Potrebbe essere la prevendita di un oggetto, un contenuto segreto o molte altre cose.

Fatto sta che questa tipologia è molto utilizzata dai content creator ai giorni d’oggi.

Investimento

Tramite l’investimento ci aspettiamo un ritorno economico sui soldi che diamo all’ente o al privato.

Le due tipologie esistenti sono l’equity, che abbiamo visto finora in questo articolo e il lending crowdfunding.

Quest’ultimo significa prestare denaro in cambio di un rendimento ed una durata predefinita.

Può essere fatto verso altri utenti (peer-to-peer) oppure verso società.

Differenze tra Equity Crowdfunding e Lending crowdfunding

Con il lending crowd funding prestiamo dei soldi ed avere già definita la durata e il tasso di interesse che andremo a ricevere, mentre con l’equity abbiamo una partecipazione azionaria in società.

Differenza tra cos è il lending e l'equity per startup pmi ed imprese
Molti portali offrono entrambi gli investimenti

Può essere fatto verso altri utenti (peer-to-peer o social lending) oppure verso società.

Decreto crescita bis, dividendi e fiscalità

Per favorire questo tipo di finanziamenti lo stato ha sancito una serie di aiuti che andranno ad agevolare tutti coloro che vorranno investire. Ha anche aggiunto qualche limite per alcuni tipi di aziende.

Divieto di dividendi in certi casi

La consob ha specificato che il regolamento decreto crescita bis impedisce lo stacco di dividendi per le startup che detengono lo status di “innovative” per un massimo di 4 anni dalla loro fondazione.

Tassazione agevolata nel crowdfunding

Le persone fisiche che investono in equity crowdfunding possono ottenere una detrazione IRPEF pari al 50% per investimenti fino a un milione di euro, per aumentare i finanziamenti che vengono fatti alle startup e pmi innovative.

Se si investe in startup innovative, il limite massimo è di 100.000€ (quindi potremo detrarre 50.000€), mentre per le pmi innovative il limite massimo è di 300.000€ (quindi detrazione su 150.000€).

In entrambi i casi sarà possibile detrarre il 30% dell’importo eccedente solo se ci sono ancora fondi a disposizione da parte dello stato (fonte mybestinvest).

Conclusione

Capire cos’è il crowdfunding ed il concetto che ci sta dietro può tornarci utile per trovare degli investimenti interessanti con elevati rendimenti (ed elevati rischi).

Possiamo anche utilizzarlo per creare una raccolta fondi a nostra volta, se abbiamo un’idea innovativa ma ci mancano i capitali.

L’equity crowdfunding è un ottimo modo per raccogliere fondi per la tua azienda rinunciando ad una piccola percentuale di proprietà rispetto al tradizionale finanziamento tramite capitale di rischio.

Se invece sei un investitore, questo tipo di attività ti permette di entrare in delle società promettenti, quali startup innovative, ed avere una rendita sul capitale davvero altissima.

Chiaramente il livello di rischio associato tende ad essere molto alto in quanto non si hanno garanzie di nessun tipo, se non la vision e l’affidabilità dei soci o del consiglio di amministrazione.

Ed è sempre importante tenere a mente sia i rischi che i benefici che possiamo ottenere dall’investimento in equity crowdfunding.

Conoscevi già questo settore prima di leggere l’articolo? Cosa ne pensi di questo metodo di raccolta di capitali?

Fammelo sapere nei commenti o via mail a info@diventeromilionario.it.

Rimani aggiornato (e ricevi gratis il mio ebook)!

Se vuoi rimanere aggiornato e ricevere gratuitamente il mio libro “Da Dipendente ad Imprenditore – Le 5+1 Regole Fondamentali” inserisci la tua mail qui sotto!


Disclaimer

Questo articolo ha solo scopo informativo e NON formativo. Gli argomenti trattati non devono intendersi come consigli finanziari che suggeriscono la vendita o l’acquisto dei titoli finanziari trattati.

Bisogna sempre ragionare con la propria testa e agire solo se si ha ben chiaro cosa stiamo facendo. In caso contrario, meglio rimanere fermi.

In ogni caso investi solo capitale che sei disposto a perdere, perché è quello che potrebbe succedere!

Sezione FAQ

Cosa significa equity stake nel crowdfunding

L’equity stake è la quantità di azioni che gli investitori ricevono in cambio dei loro soldi.

Come si guadagna con l’equity crowdfunding

Possiamo guadagnare all’exit della società, ovvero quando viene venduta a qualcun altro oppure partecipando di volta in volta alla distribuzione degli utili della società.

Cos’è l’Equity Crowdfunding?

L’equity crowdfunding permette di investire in società avendo in cambio una partecipazione ad essa. Permette anche alle aziende di ricevere finanziamenti da parte di piccoli investitori tramite delle piattaforme apposite

Differenza tra equity e lending crowdfunding

Nell’equity crowdfunding riceviamo una partecipazione alla società, mentre nel lending prestiamo denaro a qualcuno sapendo a priori quanti interessi riceveremo e quando scadrà il prestito

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *