Guadagnare

Peer2Profit – Condividi la connessione e guadagna. Funziona davvero?

Continua il viaggio nei metodi di guadagno passivo che pochi conoscono, e oggi ti parlerò di Peer2Profit, per guadagnare con la tua connessione internet.

Dopo aver visto SweatCoin e WeWard che fanno guadagnare camminando e YieldNodes che dice di far guadagnare con l’affitto di masternodes (ancora non l’ho testato), oggi cambiamo completamente settore.

Andiamo a vedere cos’è e come funziona questa app che ho scoperto da poco.

Cos’è Peer2Profit

Viene definito, nel loro sito, come un sistema unico in cui guadagni condividendo Internet. In sostanza veni pagato per la tua larghezza di banda.

La home page del sito
La home page del sito

Peer2Profit (link al sito) consente di guadagnare dalla banda che non sfrutti fornendola a inserzionisti, agenzie di marketing e società di analisi.

Tutti gli utenti di questa piattaforma creano un network che viene sfruttato dagli inserzionisti per fare delle attività di vario tipo (ricerche di mercato, seo ecc.).

E’ simile a EarnApp (recensita qui), con qualche importante differenza.

Come funziona Peer2Profit

Il funzionamento è molto semplice e si riduce alla registrazione nel sito web e all’installazione di una app sul proprio cellulare o sul proprio computer e il gioco è fatto.

Piccola noia da precisare, che a dirla tutta ci può stare, è il fatto che NON sono compatibili i dispositivi con iOs, quindi iPhone e iPad.

Vanno bene invece i dispositivi Windows, Linux, MacOS e Android.

Dico che è una cosa fastidiosa perché sappiamo tutti quanto sia sicuro tutto il sistema delle app su App Store. Il fatto che non si possa scaricare vuol dire che effettua delle operazioni quantomeno losche con il nostro cellulare o computer.

Che operazioni fa questa app?

Prendendo spunto dalla loro pagina dove spiegano la loro visione della sicurezza capiamo come ci garantiscano che la app non abbia accesso ai dati personali sul dispositivo o ai dati di navigazione.

Io in ogni caso non mi fido, ma voglio provarla. E a breve ti spiegherò come ho intenzione di fare.

Contrariamente a YieldNodes, dove l’investimento minimo è di 500$, qui non c’è nessuna barriera di ingresso.

Di conseguenza l’occasione è troppo ghiotta per farcela sfuggire.

E’ lecito o è una simil truffa/scam?

A questo ancora non posso rispondere, visto che lo sto iniziando a testare ora. Di certo c’è che al momento nulla fa credere che questa app sia malevola.

Cosa che non sta a garantire il fatto che andando avanti col tempo non ci saranno problemi.

Purtroppo (ma anche giustamente) se una cosa da dei vantaggi interessanti ma ha dei lati che non comprendiamo appieno, tendiamo a bollarla come truffa o scam.

Ed è una difesa che è assolutamente giusta.

Quindi se non sei certo di cosa stai per fare, non farlo. Attendi i risultati del mio esperimento.

Come andrò a testare Peer2Profit

Non ho nessuna intenzione di far entrare estranei nella mie rete domestica o di condividere i dati che ho sul mio dispositivo, anche se loro garantiscono massima privacy.

Ho quindi riesumato un cellulare Android che azzererò e sul quale andrò ad inserire una sim Iliad dedicata.

A questo punto farò girare la app senza particolari pensieri e vedremo quanto renderà effettivamente.

Quanto si guadagna

Il guadagno dipende da una serie di fattori prevedibili. Innanzitutto il numero di IP sui quali facciamo girare la app.

Un IP corrisponde ad una connessione, cioè tutti gli apparecchi collegati al modem di casa escono con un unico IP.

Quindi utilizzarlo su più dispositivi domestici non aumenta i guadagni. L’IP della connessione internet del cellulare, invece, varia da dispositivo a dispositivo.

Quindi se vogliamo aumentare i guadagni possiamo utilizzare questa strategia.

Come possiamo vedere dall’immagine qui sotto, il guadagno stimato per l’Italia è di 3$ circa al mese per ogni IP.

Peer2Profit stima un guadagno mensile di 3$ dall'Italia.
Guadagno stimato per l’Italia al mese

Altro fattore che può far aumentare il guadagno è l’utilizzo dei Referral. Già, perché per ogni utente che porti ad iscriversi, ti viene riconosciuta una percentuale sui suoi guadagni.

E questa non viene scalata dal tuo amico, ma viene pagata dalla piattaforma. Quindi vincono tutti.

Quindi se il tuo amico guadagna 3$ al mese, a te arrivano 1.5$. Al momento, difatti, viene pagato il 50% dei guadagni.

Percentuale davvero alta che non so per quanto potrà rimanere tale. Probabilmente fino a quanto Peer2Profit prenderà il volo e inizierà a diventare famoso (o quando chiuderà).

Per i guadagni reali, attendiamo che la mia prova sul campo dia qualche numero.

Come si viene pagati

Ci sono molti modi nei quali si può essere pagati, come possiamo vedere dall’immagine qui sotto.

La lista dei metodi di pagamento offerti da Peer2Profit
I vari metodi di pagamento offerti da Peer2Profit

In realtà si riducono tutti alle criptovalute, visto che loro stessi sconsigliano i metodi di pagamento ordinari perché i soldi potrebbero andare persi (non chiedermi il perché di questa loro affermazione)

In ogni caso nel 2022 venire pagati in cripto è una cosa che non spaventa, anche perché diventerà un problema solamente quando raggiungeremo la soglia minima (per Bitcoin 300$).

Consiglio come al solito di farsi inviare i fondi in un wallet del quale possediamo le chiavi private (tipo il ledger), così saremo i reali proprietari dei nostri fondi (e saremo in balia dell’exchange di turno, quali Binance, crypto.com ecc.).

Testiamo la app su un cellulare Android

Come detto, il test si svolgerà con una sim Iliad e un Motorola G5.

Ho resettato il dispositivo, ho lanciato il download della app e dopo aver effettuato il login ero già attivo, senza dover fare nessuna operazione ulteriore.

Occhio a disattivare la wireless, altrimenti si collega alla rete di casa. Ancora non abbiamo la certezza di cosa faccia di preciso, quindi è meglio tenerlo confinato nel suo ambiente con una SIM dedicata.

L’interfaccia è essenziale e non permette molte configurazioni.

Il Motorola usato per testare Peer2Profit con la app aperta
Il Motorola usato per testare Peer2Profit

Come possiamo vedere dall’immagine qui sopra difatti abbiamo solo l’indicazione della nostra mail con la quale abbiamo effettuato il login, il PeerID e altre configurazioni per attivare la condivisione e disattivare il risparmio energetico.

Nella dashboard del sito web, invece, è apparsa la riga col dispositivo appena collegato.

La dashboard che elenca tutti i dispositivi collegati
La dashboard che elenca tutti i dispositivi collegati

Per ora tutto molto semplice e molto lineare. Nessuno sforzo, in quanto ho utilizzato strumenti che avevo già a disposizione (la SIM la uso sul modem quando devo fare call o grandi upload, ma posso rinunciarci per qualche settimana).

Aspettiamo di capire i guadagni!

I guadagni dopo 24 ore

Dopo un giorno abbondante di utilizzo possiamo andare a vedere cosa dice la nostra dashboard.

Il previsto è di circa 3$ al mese, quindi 0.1$ al giorno. Io abito in un paesino sperduto quindi mi aspetto guadagni nulli o comunque inferiori a quanto preventivato.

Il guadagno di Peer2Profit supera le aspettative
Il guadagno supera le aspettative

Con mio stupore, ho notato che nel primo giorno ho guadagnato 0.11961$. Siamo quindi assolutamente in media per arrivare ai 3$ mensili.

Certo, una cifra che non cambia la vita ma alla lunga può dare quel guadagno in più che possiamo investire (o utilizzare per qualche sfizio).

Vedremo come sono i numeri dopo il primo mese.

Concludendo

Faccio una prima conclusione in quanto andrò ad aggiungere contenuti su questo articolo man mano che avrò dei dati a disposizione.

Per ora sembra una proposta interessante ed innovativa per arrotondare dei guadagni in maniera semplicissima.

Però vedremo cosa ci riserverà il futuro!

E tu?

Fammi sapere cosa ne pensi di questa modalità di guadagno passivo. La conoscevi già? Hai individuato qualche falla nella loro proposta che potrebbe indicare un risvolto malevolo?

Fammelo sapere nei commenti o via mail a info@diventeromilionario.it.


Rimani aggiornato!

Nuovi articoli, episodi del podcast e webinar sono sempre in arrivo!


Disclaimer

Questo articolo ha solo scopo informativo e NON formativo. Gli argomenti trattati non devono intendersi come consigli finanziari che suggeriscono la vendita o l’acquisto dei titoli finanziari trattati.

Bisogna sempre ragionare con la propria testa e agire solo se si ha ben chiaro cosa stiamo facendo. In caso contrario, meglio rimanere fermi.

In ogni caso investi solo capitale che sei disposto a perdere, perché è quello che potrebbe succedere!

Sezione FAQ

Cos’è Peer2Profit

Questa piattaforma sfrutta la nostra connessione internet che non utilizziamo e la affitta ad altre aziende.

Quanto si guadagna con Peer2Profit?

Il loro guadagno stimato parte dei 3$ al mese per l’Italia. Chiaramente i dati sono indicativi e come tali devono essere presi.

Come avviene il pagamento?

Il pagamento avviene in Bitcoin (o altre cripto) su un wallet che andiamo ad impostare noi.

Che dispositivi sono compatibili?

Sono compatibili i dispositivi Windows, Linux, MacOS e Android. NON sono compatibili i dispositivi con iOs (iPhone e iPad)

C’è un minimo di prelievo?

C’è un minimo e varia da cripto a cripto. Per Bitcoin è di 300$, per Ether 230$.

E’ facile installare la app su Android?

Basta scaricarla dallo store, effettuare il login e sarà già attiva.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.