Borsa serale

Borsa serale e scambi after hours

È possibile operare in qualsiasi momento sui mercati finanziari gestiti da Borsa Italiana Spa

In realtà no perché esistono limiti di orario specifici entro cui è possibile acquistare o vendere strumenti finanziari.

Fino al 2000 la Borsa Italiana apriva alle 9 e chiudeva alle 17:30 ma dal mese di maggio dello stesso anno le cose sono cambiate.

Il 15 maggio del 2000, infatti, è stata introdotta la cosiddetta borsa serale che ha così aperto le porte agli scambi after hours.

Oggi quindi le negoziazioni sui mercati finanziari italiani possono essere effettuate fino alle 20:30, eccezion fatta per l’intervallo che va dalle 17:30 alle 17:50 in cui le negoziazioni vanno in pausa.

Ma per quale motivo è stata introdotta la Borsa serale e soprattutto ci sono differenze tra gli scambi after hours e quelli diurni? Operare entro le 17:30 o dopo influenza in qualche modo il prezzo di un’azione?

Cerchiamo di rispondere a queste e ad altre domande sugli scambi after hours.

Per quale motivo è stata introdotta la borsa after hours?

La borsa serale è stata introdotta per equiparare gli orari di attività dei mercati finanziari italiani a quelli gestiti dalla Borsa di Wall Street.

In questo modo è stato reso possibile agli investitori italiani di monitorare le negoziazioni che avvengono sul mercato americano fino al suo orario di chiusura.

I titoli negoziabili sulla borsa serale

Occhio però perché la borsa italiana serale non permette di negoziare su tutti i titoli presenti anche nella borsa diurna.

Al momento sono negoziabili 108 titoli azionari ed in generale solo i titoli che rientrano nei seguenti indici:

  • Ftse Mib 40; 
  • Covered Warrant;
  • Ftse Italia Mid Cap.

Come funzionano gli scambi after hours

Il funzionamento degli scambi after hours è praticamente identico a quello previsto per la borsa giornaliera.

Tuttavia ci sono alcuni meccanismi particolari che riguardano i prezzi di chiusura ed apertura dei due mercati.

Cosa succede di particolare?

Semplicemente che i prezzi di chiusura con cui termina la borsa after hours vengono cancellati e con loro tutti gli ordini non conclusi. Quindi, all’apertura della borsa diurna, questi non saranno più considerati validi.

Stessa cosa accade per le negoziazioni non completate durante il giorno, quindi entro le 17:30, perché queste non potranno essere concluse durante l’orario degli scambi after hours.

Ovviamente se una negoziazione viene correttamente conclusa all’interno di una delle due fasi di mercato non ci saranno problemi.

Per intenderci se acquistiamo 50 azioni Amazon entro le 17:30 la negoziazione sarà andata a buon fine e potremmo disporne o venderla nella fase serale o viceversa.

Ma perché vige questo meccanismo? Semplicemente perché i prezzi di chiusura della borsa serale saranno nettamente diversi rispetto a quelli di aperture e sarebbe quindi impensabile che la stessa operazione di acquisto o vendita possa essere poi ripresa durante una fase di mercato con prezzo differente.

Immaginiamo di andare a fare la spesa e lasciare in sospeso il pagamento al giorno dopo, pattuendo un certo prezzo con il negoziante.

Uno scontrino salato dal fruttivendolo

Il giorno dopo quest’ultimo ci comunica che il prezzo è cambiato. Come potremmo essere disposti ad accettare un accordo del genere? Sarebbe assurdo, ed in borsa ancora di più.

In che modo gli scambi after hours incidono sul prezzo di un’azione

Abbiamo quindi detto che i prezzi di chiusura e di apertura della borsa diurna e di quella after hours sono sempre diversi ma perché succede questo? Cosa incide sul prezzo delle azioni ed in generali degli strumenti finanziari negoziati?

Di fatto le contrattazioni serali sono nettamente inferiori rispetto a quelle diurne e ciò significa che ci sono molti meno trader attivi e decisamente meno liquidità.

Tutto ciò comporta che i prezzi negli scambi della borsa serale avranno poche ma significative oscillazioni in aumento o diminuzione, rendendo molto difficile prevedere eventuali scostamenti.

Inoltre spesso le notizie che incidono fortemente sui mercati finanziari vengono rese note alla chiusura dei mercati diurni ed impattano in modo decisivo sugli scambi after hours e quindi sui prezzi dei titoli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito web utilizza i cookie per diversi scopi, tra cui raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito. Continuando ad utilizzare il sito si accettano le condizioni della privacy. cookie policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi