Come funziona Re Lender? Opinioni e recensione

Il crowdfunding immobiliare sta prendendo sempre più piede e oggi andremo ad analizzare Re Lender.

In particolare, la piattaforma Re Lender si occupa di reconversion crowdfunding immobiliare.

La home page per capire Come funziona Relender
La home page di Re Lender

E’ nata nel 2019 dall’idea di Francesco Marella e da un team di esperti nel settore immobiliare, con sede a Milano.

Cosa sono le piattaforme di crowdfunding immobiliare

Queste piattaforme si occupano di effettuare la raccolta fondi per procedere con dei progetti immobiliari (costruzione, riconversione immobiliare, riqualificazione ecc).

Una volta che il progetto è presentato alla piattaforma, questa la sottopone al pubblico effettuando, appunto, un crowdfunding (raccolta fondi rivolta alle persone comuni).

In cambio, ovviamente, si viene ricompensati con un tasso di interesse sull’investimento effettuato, a seconda del piano di ammortamento.

Più si procede con lo sviluppo del progetto, più cedole ci vengono pagate. In realtà vedremo come Re Lender paga mensilmente gli investitori.

Alla conclusione dei lavori ci sarà la restituzione del capitale.

Cos’è Re lender

In parole povere si occupa di effettuare progetti di riconversione industriale, ecologica, immobiliare e tecnologica degli immobili proposti ai suoi investitori.

Andando nel dettaglio di cos’è Re lender: [Citando dal loro sito] RE-Lender è una piattaforma di crowdlending immobiliare, che mette in contatto le imprese richiedenti che necessitano di un finanziamento e gli utenti iscritti alla piattaforma che desiderano far fruttare i propri risparmi.

Come funziona Relender?

Una volta effettuato il login (senza inserimento di documenti e riconoscimento di identità) potremo già iniziare a navigare il sito e farci un’idea di cosa possa offrire la piattaforma re lender.

Possiamo sia acquistare nuove quote di investimenti che ci vengono proposti, oppure andare nel mercato secondario e rilevare delle quote di altre persone.

La bacheca dei lenders

Una cosa molto utile è la cosiddetta bacheca dei lenders, ovvero un mercato secondario dove poter comprare o vendere le quote degli investimenti.

In questo modo tutto diventa molto più liquido e non dobbiamo per forza attendere la fine delle operazioni (12, 24 o 36 mesi) per rivedere il nostro capitale.

La lista degli immobili nella bacheca lenders
La lista degli immobili nella bacheca lenders

Gli investitori possono liquidare la propria quota di investimento pubblicando un’inserzione. Se il mercato ha interesse nei confronti dell’offerta, la cessione avviene.

Questa cosa non è presente in molte delle altre piattaforme di crowdfunding immobiliare, quindi dobbiamo fare attenzione anche a questo quando iniziamo a mettere soldi su un determinato progetto.

Come possiamo vedere dall’immagine poco sopra, questo mercato è molto attivo e propone sempre qualche offerta interessante.

C’è un investimento minimo?

L’investimento minimo è a partire da 50 euro per progetto, mentre non esiste nessuna limitazione massima.

La ricarica del nostro conto avviene solamente tramite bonifico bancario su un IBAN spagnolo, ma possiamo finanziare direttamente il progetto tramite carta (in questo caso il limite massimo è di 1500€).

Il prestito deve essere un multipli di 50 (100 ,150, 200 ecc).

Per investire sono presenti zero commissioni, gli unici costi sono a carico dell’impresa che presenta il progetto.

Essa difatti dovrà pagare una commissione variabile, in base alla tipologia di progetto.

Qualsiasi azienda che farà richiesta, inoltre, sarà sottoposta ad una due diligence da parte di Re Lender.

Quanto si guadagna con il crowdfunding?

Questa piattaforma di crowdfunding presenta i progetti in questo modo, per capire come funziona Relender

Prendendo ad esempio uno dei progetti di riconversione industriale, possiamo vedere come il rendimento sia del 8.5% e il prestito abbia una durata di 12 mesi.

I dati presenti all’interno della tabella sono davvero ampi ed esaustivi, e ricordo che vi si può accedere solo registrandosi, senza fare depositi o inviare documenti.

In questo modo possiamo stare alla finestra e in caso di occasioni interessanti possiamo scendere in campo ed agire.

Sono indicati ovviamente anche i rating della società e del progetto finanziato, così come la società richiedente ed altri dati.

Qui sotto vediamo il dettaglio dell’operazione in oggetto.

Tutti i dati di questo progetti di Crowdfunding immobiliare
Tutti i dati di questo progetti di Crowdfunding immobiliare

I dati sono i classici e ci fanno capire come il finanziamento sia stato completato al 100%, che l’interesse sia dell’8.5% e l’investimento rientrerà in 12 mesi.

Alcun dettagli ulteriori sono i seguenti.

  • Rating società: CC
  • Rating progetto: B
  • Garanzie addizionali: fideiussione personale dei soci
  • Società richiedente: Immobiliare Madrò S.r.l.

In aggiunta sono presenti una serie di altri dati quali visura, business plan, ammortamento ecc, tutti consultabili grazie alla registrazione gratuita (clicca qui per andare al sito).

Quando vengono pagati gli interessi?

Se non vediamo l’ora di ricevere gli interessi dal nostro investimento, possiamo stare tranquilli.

Re Lender difatti gli interessi tutti i mesi, a partire dal mese successivo a quello della chiusura della raccolta fondi.

L’interesse minimo è attualmente del 8.5% e se consideriamo il mercato attuale (e anche in generale la rendita dello s&P500), capiamo che sia un ottimo ritorno.

Poi come al solito ritorni troppo alti devono sempre insospettire e dobbiamo fare delle ricerche per conto nostro.

In ogni caso questo tasso non mi sembra eccessivamente alto da far urlare al miracolo (o alla truffa!).

Ogni quanto ci sono nuovi progetti?

In due mesi ho ricevuto 4 mail con l’avviso dell’apertura di nuovi progetti.

Prima si viene avvisati che un nuovo progetto sta arrivando sulla piattaforma, di modo da permetterci di fare tutt ele ricerche necessarie per capire se è di nostro interesse oppure no.

Dopo qualche giorno ci arriverà la comunicazione ufficiale dell’apertura della raccolta fondi.

Re Lender fa da sostituto d’imposta?

Fortunatamente RE-Lender funge da sostituto quando bisogna pagare le imposte.

Solo per coloro che hanno residenza fiscale italiana.

Di conseguenza ci verrà trattenuto il 26% degli interessi ottenuti dai prestiti e non dovremo preoccuparci di nulla in fase di dichiarazione dei redditi.

Un po’ come per i dividendi, per intenderci.

Re Lender recensioni ed opinioni

Re Lender è una start up che opera nel mercato immobiliare, proprio per questo le recensioni sono fondamentali per capire se l’azienda è affidabile oppure no.

Su trustpilot la piattaforma ha solamente il 43% di recensioni positive, su un totale di 46. La media voto è di 3.4, davvero molto bassa per una piattaforma del genere.

Re lender ha delle votazioni molto basse date dalle recensioni utente.
Recensioni di relender

Andando ad analizzare i giudizi negativi emerge che molti di loro sono scontenti del fatto che sia impossibile investire dato che le proposte vanno sold out immediatamente.

Un problema relativo, ma pur sempre un problema.

Aggiornamento

Ad inizio ottobre la società ha rilasciato questa nota, a seguito di un round di raccolta fondi di 1.500.000 €, il più alto dalla sua costituzione.

RE-Lender, una delle principali piattaforme di lending crowdfunding in Italia, con uno storico di oltre €27 milioni di fondi raccolti e più di 28.000 utenti, ha annunciato la chiusura della campagna di crowdfunding con l’obiettivo di raccolta più alto sin dalla sua costituzione.

Questo di fa capire che la crescita e buona e l’interessa da parte degli investitori è presente ed importante.

Concludendo

Ora che abbiamo capito come funziona Relender, le idee sono un po’ più chiare.

E’ una piattaforma di lending crowdfunding con una mission ben precisa.

Questo mi piace perché fa capire che non prendono tutti i progetti solo per fare numero e attirare utenti.

Investire nel crowdfunding immobiliare è di un ottimo modo per diversificare ed ottenere rendimenti interessanti, a patto di affidarsi a piattaforme affidabili e con uno storico dimostrato.

Grazie alle zero commissioni, al pagamento mensile degli interessi e la possibilità di investire piccole somme (50 euro) direi che di certo vale un giro per vedere com’è strutturato e cosa offre il mercato.

Male che vada non abbiamo speso nulla ma abbiamo aggiunto al nostro bagaglio culturale una piattaforma in più al costo dei pochi minuti della registrazione.

La conoscenza difatti è una moneta che non perde mai di valore!

Se vuoi andare a registrarti, trovi il loro sito a questo indirizzo https://relender.eu.

La conoscevi già?

Conoscevi già questa piattaforma? Oppure ne utilizzi altre?

Lascia un commento per farmelo sapere e condividi la tua esperienza!

Rimani aggiornato (e ricevi gratis il mio ebook)!

Se vuoi rimanere aggiornato e ricevere gratuitamente il mio libro “Da Dipendente ad Imprenditore – Le 5+1 Regole Fondamentali” inserisci la tua mail qui sotto!


Disclaimer

Questo articolo ha solo scopo informativo e NON formativo. Gli argomenti trattati non devono intendersi come consigli finanziari che suggeriscono la vendita o l’acquisto dei titoli finanziari trattati.

Bisogna sempre ragionare con la propria testa e agire solo se si ha ben chiaro cosa stiamo facendo. In caso contrario, meglio rimanere fermi.

In ogni caso investi solo capitale che sei disposto a perdere, perché è quello che potrebbe succedere!

I prestiti sono soggetti al rischio di perdita totale o parziale del capitale, al rischio di non ricevere il rendimento atteso ed al rischio di illiquidità. I rendimenti passati non sono una garanzia per quelli futuri.

Sezione FAQ

Qual è l’investimento minimo?

L’investimento minimo è di 50€. Non è presente un massimo, basta investire multipli di 50€.

Come posso investire?

Si può ricaricare il conto Re Lender con bonifico bancario oppure contribuire direttamente nella scheda del progetto con carta di debito o credito.

Ogni quanto vengono pagati gli interessi?

Gli interessi sono pagati mensilmente, a partire dai 30 giorni successivi alla chiusura della campagia di raccolta fondi.

Re Lender è affidabile?

Come ogni cosa, bisogna fare le proprie ricerche prima di investire in questo tipo di piattaforme. E’ già successo che altri siti chiudessero all’improvviso lasciando le persone senza un soldo, quindi il consiglio è di investire solo quello che si è disposti a perdere.

Re Lender fa da sostituto d’imposta?

Si, Relender lo fa pagando per conto nostro il 26% di tassazione sul guadagno dell’investimento.

Ci sono commissioni?

Non sono presenti commissioni per investire in questa piattaforma di crowdfunding.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *