Guadagnare,  How To

Rimborso pedaggio autostradale – Come richiederlo?

Il rimborso del pedaggio autostradale era un’utopia fino a qualche mese fa.

Nonostante gli interminabili lavori in corso che costringevano a viaggiare a 80km/h, rendendo il viaggio lunghissimo, non c’è mai stata la possibilità di vedersi riconosciuto qualcosa in cambio.

Si pagava il pedaggio normalmente, come se avessimo utilizzato tutto il tratto a 130km/h.

Fortunatamente questa situazione è cambiata completamente dal 15 settembre 2021 grazie a “Free To X“.

Scaricando la app e registrandosi, difatti, si ha la possibilità di richiedere il rimborso del pedaggio autostradale in caso di rallentamenti dovuti a lavori in corso sulla tratta percorsa.

Indice

A chi spetta il rimborso del pedaggio autostradale?

L’unico vincolo è quello di doversi registrare a Free To X (cosa semplicissima).

Il servizio è disponibile per privati, partite IVA ed aziende che pagano con dispositivi di telepedaggio, carte o contanti.

Se si paga con Telepass, come ho fatto io, la notifica del rimborso sarà automatica.

Con altri metodi di pagamento sarà necessario inviare una foto della ricevuta tramite app, cosa in ogni caso molto semplice (come possiamo vedere qui sotto).

Richiediamo il rimborso del pedaggio inviando la foto della ricevuta dalla app Free To X.
Dalla app possiamo mandare una foto della ricevuta

Come viene calcolato il rimborso del pedaggio autostradale?

Free To X dichiara che:

Ti rimborsiamo fino al 100% del pedaggio a partire da 15 minuti di ritardo dovuto a cantieri per lavori sulla rete di Autostrade per l’Italia.

Dal sito Free To X

Chiaramente la percentuale varia in base al ritardo accumulato e alla lunghezza della tratta, ma anche in questo caso troviamo una tabella chiara e semplice sul sito ufficiale.

Le varie fasce per le quali si può ricevere il rimborso del pedaggio autostradale
Le varie fasce per le quali si può ricevere il rimborso

Io rientro nel rimborso del 15% a causa del ritardo di 15-29 minuti su una tratta di 250-349km.

Possiamo vedere come molte combinazioni possano portare ad un rimborso totale del pedaggio autostradale.

Certo, sono situazioni agghiaccianti (come ritardare più di 2 ore), ma considerato che fino a qualche mese fa “mettersi il cuore in pace” era la norma, direi che è un gran passo avanti!

Come funziona il rimborso del pedaggio autostradale?

Sono molto felice di aggiornarvi che il rimborso del pedaggio autostradale funziona che è una meraviglia.

Mi sono recato a Milano lunedì 28 marzo 2022 (ne parlo qui nel podcast) ed ho trovato un po’ di traffico, ma nulla del quale scandalizzarsi.

Oggi, 2 giorni dopo (30 marzo), mi è arrivata una notifica sull’app di Free To X.

La notifica di Free To X avvisa della presenza di qualche rimborso che ci spetta. Il tutto in automatico.
Una notifica piacevole

Subito sotto era presente il dettaglio della tratta e l’orario nel quale ho maturato questo diritto al cashback del pedaggio.

Dettaglio del rimborso pedaggio autostradale. Viene calcolato in automatico dal sistema
Dettaglio del rimborso

Come possiamo vedere, a fronte di un pedaggio di 27.5€ il rimborso sarà di 1.7€. Ovvero il 15% del pedaggio di competenza di Autostrade per l’Italia (11.32€).

Il fatto che le informazioni siano così chiare e semplici mi fa davvero piacere, perché spesso ho il timore che dietro eccessive complessità si nasconda qualche inganno.

Come richiedere il rimborso

Sul sito di Free To X è presente un video molto chiaro sui passaggi da fare per scaricare la app, registrarsi e configurare il tutto. Lo potete trovare qui sotto (la pagina è a questo link).

Dobbiamo fare le solite operazioni che si fanno ad ogni registrazione e alla fine dovremo (se lo abbiamo) abbinare il nostro Telepass.

Quando viene accreditato il rimborso del pedaggio di Free To X?

I nostri rimborsi sono divisi in “periodi di accumulo”.

Per ogni periodo, tutto il cashback che Free To X ci deve dare per i ritardi dovuti a lavori autostradali viene messo nel “Borsellino“.

Entro 30 giorni dalla fine del periodo di accumulo, tutta la somma che ci spetta ci verrà pagata.

I periodi di accumulo che porteranno al pagamento del rimborso autostradale.
I periodi di accumulo che porteranno al pagamento

Nel mio caso possiamo vedere che sono stato molto fortunato in quanto il mio rimborso ricade alla fine di un periodo di accumulo (1 gennaio – 31 marzo), di conseguenza vedrò i soldi accreditati in conto corrente molto presto.

Riscattiamo il mio rimborso!

Ora andiamo a vedere come funziona davvero la richiesta di rimborso tramite la app!

Apriamo la app e nella schermata della home page premiamo il tasto giallo “Conferma Rimborso“.

Ci apparirà il valore attuale del borsellino e continuando dovremo inserire il nostro IBAN.

Una volta fatto questo ed aver avuto conferma del corretto inserimento, possiamo tornare alla Home Page della App.

Adesso non dovremo fare altro che attendere la fine del periodo di accumulo per vedere le somme accreditate in conto corrente.

Alla fine del periodo

Quando scocca la fine del periodo di accumulo, parte un bonfico verso il conto che abbiamo specificato e ci verrà inviata una notifica.

Ecco il boniifico del Rimborso pedaggio autostradale
Ecco il bonifico del rimborso

Concludendo

Il mio consiglio è quello di registrarti quanto prima a questa app. Come avrai capito leggendo questo articolo, difatti, funziona molto bene ed in totale autonomia (soprattutto se hai il Telepass).

E’ assolutamente sensato farlo in quanto per il tempo che serve ad essere impostato, il guadagno è elevatissimo.

Quindi prima lo fai e meglio è!

Lo hai già?

Sapevi già di questa app e hai già ricevuto qualche rimborso? Fammelo sapere nei commenti o via mail a info@diventeromilionario.it.


Rimani aggiornato!

Nuovi articoli, episodi del podcast e webinar sono sempre in arrivo!


Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.