Finanza Facile,  Guadagnare,  Imprevisto,  Racconto,  Risparmio

Aumento metano auto – Capiamo 3 cose fondamentali

Ho già parlato molte volte della mia macchina, ma forse non ho mai accennato al fatto che da 4 anni non ho mai visto un aumento del metano auto.

Probabilmente l’ho tenuto segreto proprio per non portarmi sfortuna.

In un mondo dove tutto aumenta in continuazione, questa eccezione mi faceva davvero piacere.

Ormai mi ero abituato a fare 350km con un pieno di 15€ e, sebbene questo risparmio non giustificasse l’acquisto della mia golf a metano (tutti i calcoli qui), era quasi un piacere andare al distributore.

La prima brutta sorpresa

Una decina di giorni fa, mentre mi stavo recando a fare l’ennesimo pieno, ho notato una cosa molto fastidiosa.

Il prezzo del combustibile era difatti aumentato. Non di tanto, ma aveva superato la soglia dell’euro attestandosi a 1.099. Un aumento del 10% che mi ha fatto temere il peggio.

Non per quei 10 centesimi in più al kilo, ma per il fatto che quando un prezzo fisso da anni inizia a muoversi verso l’alto, la sua corsa non si arresterà rapidamente.

Era come se avessero aperto le gabbie. Liberi tutti di fare quello che volete con il prezzo del metano.

L’anticipazione

Dopo qualche giorno vado a trovare i miei e mio papà mi dice: “ho sentito che il metano auto è aumentato del 110%, è vero?”.

E io, scandalizzato: “Ma, no, figurati. Solo del 10%. Figurati se fanno raddoppiare il prezzo da un giorno all’altro! Ci sarebbe una rivolta.”

Tutto questo con l’erratissima convinzione che il mercato si interessi anche minimamente a quale sia la soglia oltre la quale la gente si scandalizza.

In ogni caso bollo l’affermazione come fake news e vado avanti tranquillo con la mia vita, facendo un pieno il 30 settembre.

La conferma

Questa domenica mi trovavo a fare delle commissioni e ricevo un messaggio audio di un mio amico che mi confermava l’aumento del metano auto del 110%..

Alchè gli rispondo un po’ irritato che sicuramente riguarda altre regioni dato che io sono andato a fare il pieno e l’aumento era stato solo del 10%.

“Ma figurati se il prezzo può raddoppiare!”

Le ultime parole famose dato che per saperne di più, proprio questo amico ha contattato il proprietario di un distributore che ha confermato la notizia aggiungendo di aver già provveduto ad aumentare i costi.

Ero sullo shockato andante ma avevo ancora un po’ di speranza che andando a vedere di persona, avrei trovato una realtà diversa da quella che mi raccontavano.

Così sono andato al distributore per togliermi ogni dubbio.

Purtroppo il tabellone non mi ha riservato nessuna sorpresa, mi ha solo ribadito che ora per fare il pieno dovrò spendere il doppio.

Il cartello conferma impietoso l'aumento del metano auto
Il cartello conferma impietoso l’aumento del metano auto

Quali sono le cause?

Il 1 ottobre sono scaduti la maggior parte dei contratti che i distributori hanno con i fornitori e di conseguenza con il rinnovo sono state imposte condizioni molto diverse.

Per questo ancora per qualche tempo alcuni distributori potranno avere tariffe assolutamente vantaggiose ma alla lunga tutti si uniformeranno.

Questa semplice motivazione dell’aumento mi ha portato a farmi una domanda più che lecita.

Nessuno ne sapeva nulla?

E’ possibile che in un mondo ultra connesso dove le informazioni si diffondono istantaneamente ovunque, questa cosa abbia colto di sorpresa gli addetti ai lavori?

A quanto pare questa mossa è stata assolutamente imprevedibile anche se io non credo che nessuno avesse annusato questa possibilità.

Sono tutti esperti del settore delle energie… con i soldi degli altri!

Si abbasserà nuovamente il prezzo del metano auto?

Quello che sicuramente vi starete chiedendo (lo sto facendo anche io) è se e quando il prezzo tornerà a calare, dando erroneamente per scontato che non possa ancora salire.

Purtroppo per i prossimi mesi invernali è altamente improbabile che questo avvenga, ma è assolutamente plausibile una riduzione.

Ci dovremo scordare però le vecchie cifre che ormai appartengono al passato, dato che sarà già da festeggiare se arriveremo a 1.5€/kg.

La cosa brutta è che il nostro cervello si sarà ancorato al nuovo prezzo, quindi 2€, e riterrà la diminuzione di 50 centesimi come un gran raggiungimento. In realtà, purtroppo, abbiamo subito un enorme salasso.

Le 3 cose che dobbiamo capire da questa situazione

Dall’aumento del metano auto dobbiamo capire 3 cose fondamentali, oltre ovviamente al fatto che fare il pieno ci costerà il doppio.

1. Nessuno sa tutto

E questo si applica a tutti i livelli.

Possono spacciarsi per esperti del mercato, delle materie prime eccetera e dire quale prezzo si modificherà e quando.

Però sono solo ed esclusivamente congetture e la dimostrazione ce l’ha data proprio questo incremento del metano auto che ha fatto cadere tutti dalle nuvole.

E questo dobbiamo ricordarcelo sempre.

Quindi i consigli sugli investimenti dobbiamo prenderli sempre con le pinze, sia che ci vengano dal nonno che da un esperto investitore.

2. Dobbiamo proteggere i nostri soldi

E’ bello e divertente ricevere lo stipendio e subito andare fuori a cena o fare qualche acquisto di impulso perché ce lo meritiamo.

Questa bastonata, unita ai classici aumenti autunnali di luce e gas, invece, deve insegnarci qualcosa.

Bisogna imparare a destinare parte del denaro in un conto dove lui lavori per noi, di modo che ci garantisca una fonte di guadagno “passiva“.

Proprio perché in un mondo che non guarda in faccia a nessuno, dobbiamo essere noi per primi a prenderci cura del nostro futuro e delle nostre finanze.

3. Aumenteranno molte altre cose

Il metano non è utilizzato solo da noi automobilisti, ma anche dai camionisti. E le ditte sicuramente saranno leste (giustamente) ad adeguare i costi di trasporto per mettersi al riparo da questa situazione.

Anche in questo caso, a farne le spese sono i clienti finali che non hanno possibilità di rifarsi su nessun altro, se non ovviamente aumentando l’impiego del loro unico bene a disposizione, ovvero il tempo.

Faccio straordinari, magari trovo un altro lavoro e così andando avanti.

Ma questa non è una soluzione in quanto ha un limite ben definitivo, ovvero le 24 ore. Oltre quel numero non possiamo fisicamente andare.

Proprio per questo il punto 2 è fondamentale.

Bisogna iniziare a “mettere a reddito” anche i nostri soldi, i quali hanno una capacità di crescita grandissima se lasciati tranquilli a lavorare nel tempo.

Concludendo

Come detto nell’episodio del podcast, questo aumento è stato provvidenziale per destarmi da uno stato di torpore finanziario.

Se difatti fosse stato molto più graduale nel tempo, ad esempio un +20% ogni semestre o anno per 4 volte, non avrebbe suscitato in me questo stupore.

Aumenta tutto, cosa vuoi che ci faccia.

Invece così è stata una doccia gelata che mi ha fatto riflettere e giungere alle conclusioni che vi ho scritto in questo articolo.

Fatemi sapere se siete d’accordo, se avete una macchina a metano o qualsiasi altro pensiero a riguardo. Vi aspetto nei commenti o a info@diventeromilionario.it.


Rimani aggiornato!

Nuovi articoli, episodi del podcast e webinar sono sempre in arrivo!


Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *