Guadagnare,  Imprenditorialità,  Vendere

PayPal cambia tariffa? E’ un bene o male per noi?

Di seguito andremo a capire se davvero PayPal cambia tariffa, a quanto ammontava prima e quanto costa ora. Ma soprattutto, ci conviene o no?

Mentre stavo scrivendo questo articolo mi sono reso conto che qualcosa non tornava. Sono solito vendere su eBay oggetti che non uso più o mai usati e ancora inscatolati, di conseguenza ho ben presente la tariffa che PayPal applica alle sue transazioni.

Si tratta del 3.4% + 0.35€ per ogni transazione.

Come possiamo vedere qui sotto, difatti, a fronte di una donazione di 15€ si paga il 5% di BuyMeACoffee (0.75€) e 0.86€ di Tariffa PayPal (15*3.4% + 0.35).

Dettaglio tariffe PayPal e BuyMeACoffee
Dettaglio tariffe PayPal e BuyMeACoffee

Questo, come già detto diverse volte, rende assolutamente non conveniente fare molte transazioni di poco valore, visto che il fisso di 0.35€ uccide i guadagni, soprattutto se pensiamo che l’iscrizione all’utente oro costa 2€.

PayPal cambia tariffa?

Ad inizio agosto invece ho ricevuto due donazioni di 2€ e 3€ e mi sono reso conto che c’era qualcosa di diverso. Stando alle vecchie tariffe PayPal avrebbe dovuto addebitarmi il fisso di 0.35€ più la parte percentuale. Invece le commissioni erano rispettivamente di 0.15€ e 0.22€.

Qui sotto allego la stessa donazione ricorrente a luglio e ad agosto. Si può vedere chiaramente il cambio di tariffa di PayPal.

A sinistra abbiamo le vecchie tariffe (luglio) che ci facevano guadagnare netti 1.48€. Mentre come possiamo vedere a destra (agosto), le commissioni sono calate di 0.27€, facendoci guadagnare quindi 1.75€.

Come cambia la tariffa di PayPal

Ad ora ancora non ho capito a quale tipo di tariffa appartengono queste nuove transazioni. Facendo dei calcoli posso stimare che sia un costo percentuale di circa il 7% senza nessun fisso, cosa che mi pare molo strana.

Credo e spero che le pagine di PayPal relative a questa informazione vengano aggiornate quanto prima visto che mi farebbe davvero piacere conoscerle.

Due cose belle che ho notato

Sembrerà banale ma mi è piaciuto molto il fatto che io mi sia reso conto di questo cambio di importi. Molte volte nel passato subivo aumenti o pagavo per servizi che non sfruttavo (ad esempio leggi qui) e non me ne rendevo assolutamente conto. Arrivava la fattura e la saldavo senza farmi nessuna domanda

Ogni volta mi ripromettevo di stare più attento e finalmente, arrivato a questo punto, posso dire di essere migliorato sotto questo aspetto.

L’altra nota positiva è ovviamente data dal fatto che così stando le cose, i nostri guadagni netti aumentano sulle piccole transazioni.

Concludendo

Anche voi avete notato un cambio in questo tipo di costi? Se sì fatemelo sapere e soprattutto se la trovate linkatemi per favore una pagina di PayPal nella quale si trovi scritto nero su bianco a quanto ammontano precisamente.

Aggiornamento al 16/08/2021

Dopo un’altra registrazione al sito vi posso comunicare che le tariffe standard non sono cambiate. Difatti a fronte di un pagamento di 20€ PayPal si è trattenuta 1.07€.

Il tutto deve riguardare solo le cosiddette mini transazioni, ovvero quelle con importo uguale o inferiore a 5€. Se cosi fosse, la cosa potrebbe essere molto interessante.

Mi piacerebbe trovare, però, un posto dove queste tariffe sono esposte chiaramente.

Rimani aggiornato (e ricevi gratis il mio ebook)!

Se vuoi rimanere aggiornato e ricevere gratuitamente il mio libro “Da Dipendente ad Imprenditore – Le 5+1 Regole Fondamentali” inserisci la tua mail qui sotto!


Ti è stato utile questo articolo?

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.