Finanza Facile,  Guadagnare,  How To,  Investimento,  Risparmio

Conto deposito Findomestic o Santander. Quale scegliere?

Dopo diversi anni di utilizzo del conto deposito Findomestic e Santander è giusto tirare le somme per capire quanto sono i rendimenti e quale sia il migliore dei due.

Entrambi sono ovviamente iscritti al Fondo interbancario di tutela dei depositi, ciò vuol dire che i nostri risparmi fino a 100.000€ sono tutelati.

Indice

I miei conti deposito

Come detto nell’introduzione ho attivi due conti deposito, entrambi non vincolati. Sto parlando del conto Santander IoPosso e il conto deposito Findomestic.

Ne possiedo due in quanto, dopo aver avuto qualche problema con il login in Santander mi sono detto che effettivamente non aveva nessun senso mettere tutte le uova in un solo paniere.

Ormai i costi di apertura e gestione sono nulli, l’unica cosa che incide sui risparmi è il costo del bollo che sui conti deposito è dello 0.2%.

Allora ho provveduto ad aprire il conto deposito Findomestic che ad oggi contiene il 25% dei miei risparmi. Vorrei avere una proporzione più equilibrata tra i due ma sono dell’idea che meno operazioni si effettuano e meno possibilità di fare errori ci siano.

Chiaro che se i guadagni aumentassero a dismisura effettuando questo spostamento, lo farei immediatamente.

Come ben sapete, però, i rendimenti dei conti deposito sono ai minimi e le previsioni non sono rosee, quindi li tengo così.

Come li nutro

Attualmente li nutro con 50€ a testa al mese. Sembra poco, ma:

  1. E’ sempre meglio di niente
  2. Sono 1200€ all’anno
  3. Se non facessi così li spenderei per non so neanche io cosa

Quindi nel caso non lo steste ancora facendo, vi consiglio caldamente di attivare un bonifico automatico mensile che parte il giorno dopo al ricevimento della paga.

Conto deposito non vincolato Santander IoPosso

Il mio conto più vecchio, aperto a marzo 2017, è quello su Santander. Lo scopo era di risparmiare il più possibile per poter essere in gradi di pagare la maxirata della macchina di 10000€ (cosa che sono riuscito a fare, fortunatamente).

Una volta svuotato, però, mi ero abituato a risparmiare una certa somma e così mi sono detto: “Beh, perché non mantenere questa buona abitudine?

I rendimenti non erano eccezionali ma quantomeno lo 0.9% lordo copriva i costi e faceva guadagnare qualcosa.

Poi il 24/10/2019

Il tasso lordo passa dallo 0.9% al 0.8%

E poi il 27/01/2021

Un anno e 4 mesi dopo passa dallo 0.8% allo 0.5%

Trincerandosi dietro al solito

Il contesto economico e finanziario in cui la Banca opera e’ in continua evoluzione. In questi ultimi anni le condizioni di mercato sono cambiate, causando notevoli variazioni dei propri indicatori di riferimento.

Siamo passati quindi dal guadagnare 46€ all’anno (su un deposito ipotizzato di 10.000€) a solamente 17€ (togliendo i costi dell’imposta di bollo dello 0.2%).

Ora il tasso del conto deposito Santander non vincolato (Io Posso) è sceso allo 0.4% lordo, ovvero lo 0.3% netto.

Chi lo apre ora, quindi, su 10.000€ si mette in tasca puliti solo 10€.

Tasso del conto corrente Santander IoPosso è sceso allo 0.3%
Tasso dello 0.3% netto

Occhio alla furbata

Se cliccate il tasto “Calcola il guadagno” che vedete nell’immagine qui sopra, arriverete ad una sezione dove potrete inserire un importo e vedere il rendimento NETTO.

Senza troppo pensarci ho inserito 10.000€ e ho visto un rendimento totale netto di 88.8€.

Rendimento netto di 88.8€, ma attenzione al trucco!

Impossibile mi sono detto. Difatti c’è un piccolo trucco. Il tempo sul quale viene effettuato il calcolo è impostato a 36 mesi.

Impostandolo a 12, vediamo come i dati comincino ad essere abbastanza tristi

E il rendimento totale netto non comprende il costo del bollo dello 0.2%, quindi 20€.

A questo punto arriviamo ai 10€ netti che abbiamo calcolato in precedenza.

Tempo di spostamento del denaro

Abbandonando i rendimenti, andiamo a vedere quanto tempo serve per avere i soldi in conto. Per esperienza personale, quando si fa un bonifico dal conto deposito verso il proprio conto corrente avremo la somma in conto due giorni lavorativi dopo (se lo fate lunedì mattina, arriverà mercoledì).

Stesse identiche tempistiche per la ricarica.

A meno di avere necessità impellenti, quindi, non avremo problemi ad avere nuovamente i nostri soldi in conto corrente.

Interfaccia e usabilità

Qui ci sono i due punti davvero dolenti di questo Conto Deposito.

Il login

Per accedere ai propri dati è necessario inserire le credenziali e compilare anche il campo Captcha.

Inserisci il captcha per entrare nel conto deposito Santander
Inserisci il captcha… ma anche no

Ho sempre avuto un rapporto pessimo con i Captcha. Sia perché spesso e volentieri sono incomprensibili, sia per il fatto che creano un sacco di frizione e rendono molto più complessa l’interazione con la form.

Difatti sempre più spesso stanno venendo sostituiti da altri metodi più sicuri e meno invasivi.

Non ho problemi ad accettare il loro utilizzo sui siti minori, ma sul sito di una banca sinceramente non si possono proprio più vedere.

I problemi non sono finiti perché, una volta fatta l’operazione di login, è necessario fare una telefonata dal numero di cellulare registrato per e inserire le 4 cifre che il sistema genera.

Bisogna telefonare per completare il login al conto deposito
Bisogna telefonare per completare il login

Una volta dentro, l’interfaccia risulta abbastanza pulita e comprensibile. Per quello che si deve fare è più che sufficiente.

L’assenza della app

L’altro problema, forse ancora più grave, è che non sia presente la App per iPhone per gestire questo conto deposito.

E qua non c’è nulla da aggiungere o da commentare. Sarebbe quasi stato tardi farla due anni fa. Non averla ancora oggi è incredibile.

Conto deposito Findomestic (sempre non vincolato)

Questo conto deposito, scelto per caso tra tanti, mi sta dando molte soddisfazioni.

Rendimento del conto deposito Findomestic
Rendimento del conto deposito Findomestic

Come possiamo vedere dall’immagine qui sopra, il rendimento è dell’1% lordo (fino a 10.000€, 0.5% dopo). Stiamo parlando rispettivamente di 0.74% e 0.37% netti.

Sempre ipotizzando di ricaricarlo di 10.000€, avremmo annualmente 74€ di rendimento e 20€ di bollo. 54€ di rendimento totale.

E’ presente un importo minimo di ricarica

Contrariamente a Santander, dove non è richiesto un minimo di ricarica, Findomestic ci impone i seguenti limiti:

  • Se vogliamo fare un versamento iniziale, il minimo è 1.000 € ed il massimo è 3.000 €
  • Se optiamo per versamenti ricorrenti, minimo 50 € e massimo 1.500 €

Ciò non toglie che oltre al versamento iniziale e a quello ricorrente noi non possiamo effettuare altre ricariche.

Difatti questo conto (come Santander) ha un IBAN e ogni qual volta lo desideriamo possiamo disporre un bonifico e i soldi arriveranno in conto senza problemi.

Tempo di spostamento del denaro

Esattamente come Santander, i soldi arrivano in entrata e in uscita in un paio di giorni lavorativi. Nessun problema, nessun ostacolo.

Sono nostri e in qualsiasi momento li possiamo spostare.

Interfaccia e usabilità

Fortunatamente Findomestic ha creato un’app che è anche fatta bene. Quindi addio a credenziali e captcha, si entra con il FaceID (o TouchID) e se si vuole fare il login dal portale internet tramite browser dobbiamo semplicemente confermarlo da cellulare.

Faccio il login tramite conferma su App per entrare nel conto deposito Findomestic
Faccio il login tramite conferma su App

Piccola nota negativa: Al momento non ricevo nessuna notifica sulla app e di conseguenza non posso effettuare il login da browser, e non ci sono alternative all’accesso.

In ogni caso nessun problema perché da app tutto funziona sempre e bene.

L’arma in più di Findomestic

Sappiamo che integrare diversi prodotti può essere da stimolo per gli utenti affinché si fidelizzino ulteriormente acquistando altri servizi da noi.

Un esempio lampante è Apple, dove all’interno del suo ecosistema tutto comunica alla perfezione.

Io stesso su Fineco ho attivato, oltre al conto corrente e al portafoglio di investimenti, anche il piano pensionistico.

Anche Findomestic ha intrapreso questa strada e in un prossimo articolo vi parlerò di questa cosa, che tra l’altro andrò ad attivare.

Non è come pensate

Rileggendo questo articolo ho notato che potrebbe sembrare una sponsorizzata a Findomestic. In realtà (purtroppo) non è possibile fare nessuna affiliazione con loro.

Semplicemente condivido quello che penso sulla base delle mie esperienze personali. Se volete sapere la mia opinione approfondita sulle affiliazioni, potete leggere questo articolo.

Concludendo

Allo stato attuale il mio consiglio è sicuramente quello di aprire Findomestic. Un consiglio ancora più da amico è quello di aprirne due, proprio per i motivi detti all’inizio.

Se un sistema va a gambe all’aria o ha qualsiasi problema, i vostri soldi sono al sicuro e questo va bene. Ma dopo quanto li riavrete a disposizione? Non si sa.

Visto che le bollette non si pagano con i forse, ha senso diminuire il rischio raddoppiando i conti deposito.

La cosa bella, in aggiunta, è che senza accorgervene raddoppierete anche gli importo che depositate mensilmente.

Voi quali utilizzate?

Anche voi utilizzate questi conti o ne avete altri con rendimenti più alti? Oppure preferite affidarvi a conti vincolati?

Fatemelo sapere nei commenti!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *