Criptomonete,  Guadagnare,  Guide e Tariffe,  In Evidenza,  La Pratica Del Guadagnare

PAC con Bitcoin su BlockFi – Piano di Accumulo Criptomonete

Abbiamo capito come ricaricare il conto BlockFi tramite Bonifico (trovate qui la guida), e ora andiamo a vedere come impostare un PAC con Bitcoin.

Sto parlando ovviamente della possibilità di acquistare Bitcoin in maniera ricorrente con un processo totalmente automatico di modo da approfittare del Dollar Cost Averaging.

La cosa bella è che questo può essere fatto sia per i Bitcoin che per gli Ethereum che per molte altre Cripto.

Andiamo nella pagina del PAC con Bitcoin

Dalla home page di BlockFi, dal menu principale selezioniamo Accounts e poi clicchiamo su Interest Account.

Dalla Home di BlockFi clicchiamo su Interest Account
Dalla Home di BlockFi clicchiamo su Interest Account

Arriveremo in una pagina dove potremo vedere tutti i nostri possedimenti nelle varie criptovalute.

I miei possedimenti tramite PAC con Bitcoin
I miei possedimenti in Bitcoin

Possiamo vedere come del 30 marzo, data di primo deposito, io abbia già maturato 2.97 dollari di interessi. Non sono tanti in assoluto ma sono moltissimi se rapportati al capitale investito.

Ricordo infatti che al momento BlockFi nel suo conto deposito non vincolato offre un rendimento del 4%.

Meglio un piano di accumulo o un acquisto una tantum?

Ho ricaricato questo conto con un bonifico Lump Sum, ovvero investendo tutto il capitale in un colpo solo.

Col senno di poi, il momento scelto non è stato il migliore. Nel grafico che segue, infatti, vediamo come subito dopo il 30 marzo il valore sia cresciuto ancora per due settimane e poi sia andato in picchiata.

Se avessi impostato un acquisto ricorrente ogni mese, mi sarei portato a casa molti più Bitcoin a parità di investimento.

In ambito azionario, sul lungo periodo, investire tutto il capitale subito ha più senso visto che ci si avvantaggia dell’interesse composto, mentre in un settore così volatile come quello delle Criptomonete ha senso impostare questi acquisti periodici.

Attiviamo il PAC

Una volta entrati nella pagina “Interest Account” scorriamo in basso fino a trovare la sezione Repeat Trades con il bottone “Set Up Repeat Trades”, ovvero la sezione dove andremo ad impostare il PAC con Bitcoin.

Sezione per impostare un PAC con Bitcoin
Sezione per impostare un PAC con Bitcoin

Clicchiamo su “Set Up Repeat Trades” e ci apparirà una finestra dove potremo impostare cosa e quanto comprare, come pagarlo e ogni quanto.

In questa finestra imposteremo tutti i parametri del PAC su Bitcoin
In questa finestra imposteremo tutti i parametri

Cosa e quanto comprare

Se clicchiamo nella sezione Buy ci apparirà la finestra qui sotto con la scelta di tutte le possibili Critpomonete che possiamo comprare in questo PAC.

Scelta delle cripto per il PAC

Una volta selezionata clicchiamo “Confirm” e torneremo alla sezione iniziale, dove modificando l’importo potremo decidere quanto comprare ad ogni esecuzione.

Come pagarlo

Nella sezione “Sell” potremo scegliere con cosa pagare questa transazione. Per effettuare il PAC è necessario vendere GUSD (più sotto capiremo il perchè).

Nella lista che ci apparirà, in ogni caso, vedremo tutte le cripto in nostro possesso. Nel mio caso, difatti, troviamo solo Bitcoin.

Posso vendere solo Bitcoin perché posseggo solo quelli
Posso vendere solo Bitcoin perché posseggo solo quelli

Ogni quanto

Cliccando nella sezione “Repeat Trade” ci apparirà una sezione dove potremo decidere ogni quanto far partire questo acquisto.

Ogni quanto far partire il PAC con Bitcoin
Ogni quanto far partire il PAC con Bitcoin

Possiamo scegliere se una volta sola (ma non ci interessa), ogni giorno, ogni settimana o ogni 1 o 15 del mese (come l’ETF Replay di Fineco, per intenderci).

Quando gli acquisti ricorrenti non sono possibili

L’opzione per impostare una “Repeat Trade” è disponibile solo se si vendono GUSD, ovvero Gemini Stable Coin. Nulla di complicato in quanto un GUSD corrisponde ad un dollaro americano.

Nel caso volessimo vendere Bitcoin per comprare Ethereum, ecco che questa operazione non può essere fatta in maniera ripetitiva.

Per risolvere il problema

Per risolvere il problema possiamo vendere i nostri Bitcoin per comprare GUSD e poi impostare un PAC su Bitcoin.

Voi direte: “Ma che senso ha?”. Per esempio possiamo vendere quando c’è un crollo fisiologico in corso e sperare che il PAC acquisti periodicamente in un periodo di prezzi bassi.

Alla fine, se tutto è andato come doveva, avremo più Bitcoin dell’inizio.

Oppure possiamo vendere Bitcoin, comprare GUSD e impostare un PAC su Ethereum.

Attiviamolo

Una volta che siamo pronti per attivarlo, clicchiamo sul tasto Blu “Buy” in fondo e lui inizierà a lavorare per noi!

Un breve video che spiega tutto in maniera chiara

Qui sotto un video senza audio che mostra tutto il percorso da fare per terminare l’operazione.

Breve spiegazione del percorso da fare per attivare il PAC su Bitcoin

Se volete avere un video tutorial più dettagliato e con audio, fatemelo sapere nei commenti.

Concludendo

Partendo dal presupposto che ricaricare il conto BlockFi con bonifico ha dei costi (come visto in questo articolo, su Fineco sono circa 9€), se vogliamo inviare una somma che riesca a giustificare queste commissioni, il PAC appena discusso diventa un’ottima arma per approfittare dell’andamento del mercato.

Fatemi sapere se sapevate già di questa possibilità oppure se siete stati contenti nello scoprirla.

Ditemi anche se ci sono altri siti che permettono di fare questa operazione in maniera ricorrente.


Rimani aggiornato!

Nuovi articoli, episodi del podcast e webinar sono sempre in arrivo!


[Il presente articolo ha solo scopo informativo e non deve essere inteso come un incitamento alla vendita o all’acquisto dei titoli indicati. Io stesso, come avete visto dal tutorial, posseggo pochissimi Bitcoin solamente per poter sperimentare e redarre guide come questa].

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *