Azioni,  Finanza Facile,  Investimento

Cos’è l’effetto Lindy

A breve vedremo cos’è l’effetto Lindy, ma prima vi confesso una cosa.

Spesso e volentieri mi capita di ascoltare una canzone, in particolare dei Queen, e di fermarmi a pensare: “Ma i miei figli ascolteranno ancora queste canzoni oppure Fedez e Baby K?“.

Tutti sappiamo la risposta… i Queen ovviamente. Già, ma perché?

L’effetto Lindy è un fenomeno che teorizza proprio questa sensazione che tutti abbiamo.

Siamo difatti portati a credere che una cosa che è su questa terra da molto tempo abbia più possibilità di sopravvivere rispetto a qualcosa di relativamente nuovo.

La percepiamo, la crediamo vera, spesso ci basiamo su di essa per prendere delle decisioni ma non sappiamo effettivamente spiegarne razionalmente il motivo.

Fortunatamente, come detto prima, ci viene incontro l’effetto Lindy. Esso dice che (citando Wikipedia)

L’effetto Lindy è un fenomeno teorizzato per cui l’aspettativa di vita futura di alcune cose non deperibili, come una tecnologia o un’idea, è proporzionale alla loro età attuale

Wikipedia

Dove nasce l’effetto Lindy

Questo effetto prende il nome di un ristorante, da Lindy, a New York.

L'effetto Lindy nasce in un ristorante... come tutte le cose migliori!

In quel locale vi si trovavano tutte le sere dei comici che discutevano sulle performance da loro effettuate.

Si era diffusa tra loro una credenza sul fatto che più un comico facesse apparizioni e show, più era destinato a durare nel tempo. Ugualmente e in maniera inversa se a causa di arroganza o altri motivi avesse iniziato a disattendere una presenza periodica (settimanale o mensile), la sua aspettativa di vita televisiva si sarebbe ridotta drasticamente.

Il passaggio successivo è stato fatto da Nassim Taleb nel suo libro Antifragile. Qui denota come tutte le cose che non hanno un limite organici di presenza sulla terra (libri idee ecc.) beneficiano dell’antifragilità, dato che dimostrano di resistere allo stress del tempo.

L’aspettativa di vita rimanente è proporzionale alla sopravvivenza passata. Mi aspetterei quindi che una tecnologia vecchia 50 anni duri nel tempo cinque volte più a lungo di una tecnologia presente da 10 anni.

Oppure, per parlare di cose a noi care, mi aspetto che tutti i Dividend Kings continuino a mantenere inalterata la crescita dei loro dividendi per altri 50 anni o più.

Chiaramente, lo specifico subito, non stiamo parlando di una legge naturale. Quindi possiamo solamente azzardarci a dire che questo effetto faccia riferimento ad un rischio decrescente e nulla più.

Sulla musica e sui libri

Tornando alla domanda iniziale, ora sappiamo come rispondere e perché. E’ molto probabile che fra 50 anni Innuendo risuoni ancora nelle camere dei teenager mentre “Baby K” sarà diventata “Baby chiiii”???

La stessa situazione la possiamo riscontrare nei libri. Padre Ricco Padre Povero di Kiyosaki è uscito da quasi 20 anni.

Con questo non voglio dire che sia in prima posizione nei libri per la gestione delle finanze personali… Ma è addirittura primo e quinto, come potete vedere qui sotto!

L'effetto Lindy sulla classifica dei libri più venduti su Amazon a Luglio 2021
Classifica dei libri più venduti in Gestione Finanze Personali su Amazon a Luglio 2021

Potrà ovviamente essere scalzato da altri libri, ma la sensazione è che per quanto i temi al suo interno possano risentire dell’età, sarà sempre li a giocarsela con la novità di turno.

Sulle Cripto

A questo punto penserete che demonizzerò le criptomonete (Bitcoin Ethereum ecc.) essendo loro presenti da pochi anni nella nostra vita.

In realtà dipende dallo scopo ultimo che una persona ha. Se il suo interesse è quello di investire in maniera più sicura possibile, approfittare dell’antifragilità di strumenti come l’ETF di Vanguard sullo S&p500 è la chiave.

Ma questo era ovvio già prima che parlassimo dell’effetto Lindy. Come già detto, ora in aggiunta abbiamo inquadrato e dato più senso logico a questa nostra credenza.

Rimanendo solo nell’ambito delle Criptovalute, possiamo vedere come Bitcoin a questo punto possa sembrare la scelta meno rischiosa tra tutte.

Come sanno tutti gli investitori, però, se non c’è rischio non c’è guadagno. Di conseguenza, procedendo con il ragionamento, investire in Bitcoin ad oggi è più sicuro di altre monete ma molto molto meno redditizio.

Davide nella mastermind auspicava il Bitcoin a 100.000 dollari entro fine 2021. Ora sta a 31.000, di conseguenza parleremmo di un per 3.

Bello, certamente.. ma per chi è entrato in questo mondo quando il BTC era sotto i 5.000 dollari. Per gli altri si tratterebbe di un raddoppio se va bene (rendimento comunque assurdo se paragonato a quello azionario).

Per andare a caccia di rendimenti di 10 o 100 volte è necessario pescare tra le altcoin (chiamate amichevolmente shitcoin) investendo parecchio capitale.

Un po’ come ha fatto il Dogecoin Millionaire che investendo tutti i suoi averi (130.000 dollari) è arrivato ad avere un capitale di 3 milioni in Dogecoin.

Dogecoin Millionarie - da 130.000 a 3.000.000 di dollari alla faccia dell'effetto Lindy
Dogecoin Millionarie – da 130.000 a 3.000.000 di dollari

Ora è tornato a galleggiare tra i 900.000 dollari e il milione, consapevole del fatto che più a lungo il valore rimarrà quello, più difficile sarà che regredisca o che vada a zero.

L’effetto Lindy e le azioni

Essendo il mercato azionario nato nel 1800, nessuno si azzarda a supporre un suo collasso (contrariamente a quello delle Criptovalute).

Al suo interno, se selezioniamo azioni di aziende presenti e in crescita da 50 anni o più, capiamo che il rischio sia molto più basso rispetto ad esempio alla cripto Cardano.

Il giradischi?

Stavo pensando al lettore di musicassette, detto anche mangianastri.

Il buon vecchio Walkman
Il buon vecchio Walkman

Questo è sparito lentamente ma inesorabilmente a seguito della diffusione degli smartphone.

Cosa è invece tornato in auge dopo qualche anno dormiente? Già, il giradischi con i dischi 33 giri.

Vendita per tipologia di formato musicale dal 1990 ad oggi
Vendita per tipologia di formato musicale dal 1990 ad oggi

Mentre la musicassetta moriva, il giradischi piano piano tornava a ricavarsi il suo spazio all’interno del panorama musicale.

E questi sono solo alcuni esempi che mi sono venuti in mente. Un altro lo potete trovare al link qui sotto.

Concludendo

E’ sempre interessante vedere come alcune intuizioni o consuetudini che perpetriamo nel tempo siano già state teorizzate e di conseguenza abbiano un fondamento che le rende tangibili. Venire a conoscenza di questo effetto mi ha colpito molto e non vedevo l’ora di parlarvene!

Questa scoperta ha stupito anche voi o l’avevate già sentita nominare? Se avete altri esempi a favore (o contro) l’effetto Lindy (che ricordo, è solo una teoria probabilistica) fatemelo sapere nei commenti!


Rimani aggiornato!

Nuovi articoli, episodi del podcast e webinar sono sempre in arrivo!


Referenze

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *