Crescita Personale,  Imprenditorialità,  Racconto

L’importanza del Network – Grazie Davide

Il primo episodio del Podcast della quarta stagione parla del Network, ovvero del circolo di persone che conosciamo.

Si dice che le persone che frequentiamo più spesso definiscono chi siamo e sono fondamentali per il raggiungimento dei nostri obiettivi. Il mio è molto ambizioso (1 milione di euro in 6 anni) e di conseguenza, dopo il mio licenziamento, ho capito che dovevo agire in fretta e in maniera intelligente.

Una tra le prime cose che mi è venuta in mente è stata proprio questa, ovvero ampliare le mie conoscenze. A fronte di uno sforzo che all’inizio può sembrare elevato (ma che cala man mano che prendiamo confidenza con l’attività di networking) abbiamo un ritorno sull’investimento che è incredibile.

Mi sono quindi dato l’obiettivo di conoscere ogni mese almeno una persona nuova di modo da poter allargare sempre di più il cerchio dei miei contatti.

E’ qui che inizia tutto

A seguito di quell’episodio mi ha contattato un ascoltatore, Davide, che si è proposto di fare quattro chiacchiere per conoscerci.

Risultati immediati!

Essendo io abituato a ricevere raramente feedback degli argomenti trattati nel podcast, non mi aspettavo una risposta così immediata.

E vi posso garantire che il fatto di porsi un obiettivo e notare come a volte sia il traguardo a raggiungere noi e non noi a doverlo inseguire, è una sensazione fantastica.

Quello che ho seminato negli anni pian piano inizia a crescere e ad aiutarmi. Sono quelle situazioni intangibili che percepisci ma che non puoi valutare o confrontare, te le godi e basta.

E ora starete pensando… alla luce di ciò possiamo dichiarare di aver raggiunto l’obiettivo di una conoscenza per luglio, vero? No!

Mancava solo una cosa

Mancava solamente una cosa, la più importante! Cosa? La telefonata! Con Davide difatti eravamo rimasti d’accordo di sentirci, prima o poi.

Il problema del prima o poi è che se nessuno dei due prende una posizione, tende a diventare mai.

Per fortuna che Davide la ha presa… e che posizione! In un audio mi ha proposto due date, o lunedì pomeriggio oppure l’indomani (sabato) mattina alle 5.

Appena lo sento credo allo scherzo, ma il suo tono mi fa cambiare ben presto idea. E allora entra in gioco il vecchio Giacomo che inizia a pensare a qualche scusa da accampare per rifiutare la proposta.

Rimango quindi qualche minuto a fissare lo schermo e due cose mi si fanno chiare in testa:

  1. E’ una cosa che voglio fare
  2. Che figura farei a rifiutare, dopo che ho dichiarato di volermi svegliare presto?

Soprattutto la seconda è interessante perché mi fa capire quanto sia importante dichiarare a tutti i propri obiettivi ed essere in una cerchia di persone che si motiva l’una con l’altra e che è pronta ad aiutarti.

Il messaggio di Davide suonava come un “dai, non sta rompere i coglioni e svegliati alle 5“, che era esattamente quello che avevo bisogno di sentire per continuare a puntare la sveglia così presto.

Alla fin fine la difficoltà sta nell’ingegnarsi a trovare un modo e un motivo per svegliarsi presto per 2-3 settimane. Poi il nostro corpo si abitua e tutto diventa naturale (almeno lo spero, ve lo farò sapere!).

La telefonata

Alle 5:30 di mattina c’è ben poco da inventarsi per poter parlare liberamente. Braghe corte, scarpe da ginnastica e via in camminata. Per testimoniare il tutto ho fatto anche una fotografia (messa a fuoco alla perfezione).

Fotografo genio e sregolatezza

Così, dopo 40 minuti di chiacchierata posso finalmente dire con grande soddisfazione di aver aggiunto Davide, imprenditore agricolo, alla cerchia delle mie conoscenze. E’ ovvio che una telefonata non svolta la vita, ma è un inizio. E tutte le cose grandi all’inizio erano piccole.

Davide è anche un neo partecipante alla Mastermind di Diventerò Milionario. Se volete aggregarvi anche voi andate alla pagina linkata prima o mandatemi una mail a info@diventeromilionario.it.

Concludendo

E’ incredibile come il raggiungimento degli obiettivi (una conoscenza nuova al mese) e l’intraprendere un cambio di stile di vita (svegliarsi alle 5 di mattina) possano fare meno paura e risultare molto più semplici avendo dei compagni di avventura pronti a darti una mano.

In questo caso c’è stato Davide, provvidenziale in entrambe le situazioni, ma non vedo l’ora di scoprire chi altri apparirà andando avanti nel percorso!

Ho parlato di questo anche nell’episodio “11 – L’impegno, la motivazione e Davide“.

Piccola appendice

Un’altra cosa che mi spaventava dello svegliarmi così presto sabato era il fatto che la sera sarei dovuto andare al concerto di Nicolò Fabi a Villafranca di Verona e ciò presupponeva un rientro a casa per mezzanotte/le due, portando la durata della mia giornata a 20 ore.

Ero molto curioso di vedere come il mio corpo avrebbe reagito e sono rimasto molto contento nel notare che sono tornato a casa senza essere totalmente devastato. Stanco certamente, ma ancora con delle energie.

Diciamo che non potrei garantire che ne avrei avute di più se mi fossi svegliato alle 7. Di sicuro se mi fossi svegliato tardi avrei perso l’inerzia, un’ottima occasione per conoscere una nuova persona e soprattutto un po’ di convinzione in quello che stavo facendo.

Fortunatamente non ho mollato un cazzo e per concludere, il concerto è stato bellissimo

Concerto di Nicolò Fabi al Castello Scaligero
Concerto di Nicolò Fabi al Castello Scaligero

E voi?

Avete nel vostro gruppo qualche persona fondamentale che è in grado di spronarvi? E quanto reputate fondamentale l’avere attorno persone che vi spingono a dare sempre il meglio?

Fatemelo sapere qui sotto!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *