Crescita Personale,  How To,  Lavoro,  Miglioramenti

Mi licenzio – Guida alle dimissioni volontarie

Come già anticipato a inizio anno e ribadito più volte negli articoli e nel podcast, il 2021 sarà per me l’ultimo anno di lavoro dipendente.

E’ arrivata l’ora di dedicarmi al 100% al progetto di “Diventerò Milionario” e di conseguenza a… diventare milionario!!

In questa breve guida vedremo i pochi e semplici passi necessari per comunicare al datore di lavoro la propria decisione di dimettersi.

Il sito dal quale tutto ha inizio è cliclavoro.gov.it. Dal menu principale clicchiamo la voce “Cittadini” e ci troveremo nella pagina che vediamo qui sotto.

Home page di Click Lavoro
Home page di ClicLavoro

Ora non dobbiamo fare altro che cliccare su “Dimissioni Telematiche” (penultima voce del menu di sinistra) e premere sul link testuale “procedura” che vediamo nell’immagine

Sezione per le dimissioni
Sezione per le dimissioni

Le scorse volte che ho presentato le dimissioni era necessario avere nome utente e password. Ora per fortuna tutti i portali del governo si stanno uniformando ad accettare il login tramite SPID.

Io lo ho con Poste Italiane e di conseguenza seleziono quello.

Login con SPID
Login con SPID

La procedura di login via SPID è sempre rapida e priva di intoppi (a meno di picchi di traffico come quella volta che ho provato a richiedere il bonus mobilità).

Dimissioni volontarie

Ora le cose si fanno serie, dobbiamo cliccare sul link “Dimissioni Volontarie”. Non indugiamo e non ripensiamoci!

Selezioniamo Dimissioni Volontarie
Selezioniamo Dimissioni Volontarie

Leggiamo il testo che ci viene presentato come da immagine qui sotto e premiamo “Entra”.

Entriamo nella sezione apposita per le dimissioni volontarie
Entriamo nella sezione apposita per le dimissioni volontarie

Arriveremo alla home page delle nostre dimissioni, con la lista di tutte quelle che abbiamo già presentato. Nel mio caso sono già due… a breve tre!

Premiamo il bottone blu in alto a destra
Premiamo il bottone blu in alto a destra

Premiamo il pulsante blu in alto a destra “Inserisci nuova dimissione” e verremo portati all’elenco dei rapporti di lavoro attivi.

Selezioniamo il rapporto di lavoro di nostro interesse
Selezioniamo il rapporto di lavoro di nostro interesse

Controllate che le informazioni siano corrette e cliccate il link “Seleziona” a destra, in corrispondenza del rapporto che intendete terminare (nel caso ne aveste più d’uno ovviamente).

Vi si aprirà il dettaglio dei vostri dati e dei dati del vostro datore di lavoro. Alcuni campi obbligatori (contrassegnati con l’asterisco) potrebbero essere vuoti.

Sta a voi riempirli per poter portare a termine correttamente la procedura.

Nel mio caso ho dovuto inserire la mia mail e il comune dove risiede l’azienda per la quale lavoro (o per la quale lavoravo, in base a quando leggerete questo articolo!).

Le sezioni che contano

Scorriamo in fondo e vedremo la sezione 3 e la sezione 4.

Nella 3 sono riportati i dati del nostro attuale contratto e sono (ovviamente) non modificabili.

Nella sezione 4, che è quella di nostro interesse, dobbiamo inserire la data dell’ultimo giorno di lavoro e il tipo di dimissioni.

Nel mio caso importo 25 giugno 2021 e Dimissioni volontarie.

Scorriamo in basso, selezioniamo data e motivo e salviamo
Scorriamo in basso, selezioniamo data e motivo e salviamo

Premiamo il tasto salva e…

Abbiamo presentato le nostre dimissioni!

Riceveremo un messaggio di conferma e potremo scaricare il pdf con il riassunto delle dimissioni nella sezione che abbiamo visto prima, ovvero “Elenco dimissioni già presentate“.

Revocare le dimissioni

Possiamo anche revocare le nostre dimissioni entro 7 giorni dalla data di comunicazione del recesso. Basterà premere il pulsante “revoca” sempre nella lista “Elenco dimissioni già presentate“.

Possiamo scaricare il PDF o revocare le dimissioni
Possiamo scaricare il PDF o revocare le dimissioni

Come comportarsi con il datore di lavoro

A questo punto il datore di lavoro riceverà una mail di avviso.

Per correttezza consiglio (almeno io ho fatto così) di inviare anche una mail personale dove si allega il pdf scaricato in precedenza con due semplici righe come ad esempio:

Come da accordi ho fatto la procedura per le dimissioni a partire dal…
Allego il PDF con il dettaglio.

Nulla di complicato ma su certe cose mi piace essere il più trasparente possibile.

Fermo restando che prima di presentare le dimissioni, a meno di situazioni lavorative complicate, un preavviso verbale di qualche mese ci sta. Almeno, sempre per come la vedo io!

Ho imparato col tempo che fare le cose di nascosto fa vivere doppiamente male la vita. Oltre alla paura di essere scoperti, si costruiscono in aria castelli incredibili su eventuali punizioni o rappresaglie.

Invece parlando chiaramente le cose si risolvono subito.

L’altra persona potrà incazzarsi, ma sarà una reazione reale che possiamo affrontare e non frutto di un pensiero ipotetico.

Direi che possiamo allargare il concetto e dire che questo è un consiglio generale di vita, non strettamente relativo al rapporto con il datore di lavoro.


Vuoi ascoltare invece che leggere? Segui il mio Podcast “Diventerò Milionario – on the road” per essere aggiornato su questo e molto altro! Ogni giorno un nuovo episodio. Ti aspetto!


Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *