shortare bitcoin

Shortare bitcoin

Avrete sicuramente sentito parlare dei bitcon, la più famosa tra le cryptovalute che, a fine 2020, è ormai arrivata a sfiorare il valore di oltre 19mila dollari.

Sembra una cifra assurda e pure è proprio così! Riuscirà a mantenere questi livelli? Questo non ci è dato saperlo ma, soprattutto per gli scettici verso il mondo delle monete virtuali, può essere molto interessante shortare sui bitcoin sfruttando la volatilità del suo valore.

Chi acquista bitcoin, o qualsiasi altra cryptovaluta, solitamente spera di poterli rivendere in un prossimo futuro ad un prezzo più alto di quello d’acquisto, un po’ come succede quando si acquistano le azioni sperando di poterci ricavare un buon capital gain. In tal senso, quindi, si va ad aprire una posizione long sui bitcoin.

Come abbiamo già visto nell’articolo su shortare azioni aprire una posizione short significa, al contrario, scommettere che il valore di un asset scenda in futuro, riuscendo così a guadagnare anche dai mercati ribassisti.

Ma come si fa a shortare bitcoin? Vediamolo subito.

Shortare bitcoin con il margin trading

Se si vuole diventare davvero dei bravi investitori bisogna essere abili ad investire anche nei mercati ribassisti aprendo delle posizioni short.

Come già anticipato, shortare permette di guadagnare anche se uno strumento, nel nostro caso i bitcoin, vede diminuire il suo valore.

Per poter porre in essere un’operazione del genere sarà necessario prendere in prestito i fondi dall’Exchange a cui ci si affida o da altri investitori (approfondiremo meglio questo concetto a breve), a seconda del soggetto con cui avviamo la contrattazione.

Ma cosa significa prendere a prestito fondi? Semplicemente che vendiamo i bitcoin che abbiamo preso in prestito e li ricompriamo quando il prezzo cala (se cala), intascando quindi la differenza di prezzo.

Per shortare bitcoin e qualsiasi altra criptovaluta, quindi, sarà necessario osservare con grande attenzione l’andamento del mercato e valutare quale potrà essere l’andamento del valore del bitcoin che, negli ultimi anni, ci ha abituato a grandi capovolgimenti.

A fine 2020, grazie anche alla pandemia da Coronavirus, il suo valore è tornato nuovamente a toccare le stelle il che non rende questo momento particolarmente indicato per shortare in bitcoin.

Quali piattaforme utilizzare per shortare bitcoin

Ok, ora che sappiamo a grandi linee cosa significa shortare bitcoin, cerchiamo di capire dove è possibile farlo e quali sono i broker migliori per poter operare.

I siti di trading che permettono di operare su bitcoin e criptovalute in generale sono ormai tantissimi, data l’enorme diffusione di questi strumenti di pagamento elettronico.

Ecco di seguito quali sono i più famosi che devi assolutamente provare se vuoi provare ad aprire posizioni short o long sui bitcoin.


Vuoi ascoltare invece che leggere? Segui il mio Podcast “Diventerò Milionario – on the road” per essere aggiornato su questo e molto altro! Ogni giorno un nuovo episodio. Ti aspetto!


BitMEX

BitMEX è certamente uno dei più conosciuti perché applica fees non eccessivamente alte e permette di operare con leva elevata che arriva fino a 100x. Su questo exchange si prendono fondi in prestito direttamente dalla piattaforma, il che rende i costi molto chiari e trasparenti. Si possono aprire posizioni long e short non solo su bitcoin ma anche su tante altre criptovalute come XRP o ETH.

Bitfinex

Altro broker che bisogna conoscere se si vuole provare a shortare sui bitcoin è Bitfinex che però funziona un po’ diversamente rispetto a BitMEX, per quanto riguarda gli ordini.

Se su BitMEX, infatti, i fondi vengono presi a prestito dal broker mentre su Bitfinex i prestiti sono a mercato e sarà quindi necessario leggere di volta in volta l’order book per sapere quali sono le operazioni avviabili. Le contrattazioni sono a scadenza e ciò significa che in corrispondenza di ciascuna scadenza potremo decidere di rinnovare nuovamente il prestito (quindi continuare a shortare) oppure chiudere la posizione.

Conviene davvero shortare sui bitcoin?

Nel mondo finanziario rispondere ad una domanda del genere a priori è praticamente impossibile. Ogni mercato ha le sue regole e quelle che regolano le criptovalute sono molto volatili.

Tuttavia, studiando bene il funzionamento del mercato delle cripto e riuscendo ad anticipare e prevedere i trend, certo che conviene operare short.

Non dimentichiamo che shortare non ha solo finalità speculative ma è utile anche come attività di hedging, ovvero di protezione di altri investimenti in corso.

Questo articolo non ha lo scopo di incitare il lettore all’acquisto o alla vendita dei titoli finanziari indicati e nemmeno vuole sollecitare l’uso di operazioni quali lo short selling. Il solo scopo è informativo.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito web utilizza i cookie per diversi scopi, tra cui raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito. Continuando ad utilizzare il sito si accettano le condizioni della privacy. cookie policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi