cambiare le gomme da soli

Ho cambiato le gomme invernali da solo – Ho risparmiato?

Come saprete, dal 14 novembre è obbligatorio l’utilizzo delle gomme invernali (o delle 4 stagioni piuttosto che delle catene a bordo).

Da quando vivo da solo, sarò onesto, non ho mai provveduto a sostituire le gomme personalmente.

Ho sempre portato l’auto dal gommista. Pensavo:

Per quel che costa

e

Così sono sicuro che sia un lavoro fatto bene, non ha senso rischiare per pochi euro

La situazione è proprio questa?

Negli ultimi tempi entrambe le mie convinzioni hanno iniziato a vacillare fino a cedere definitivamente quest’anno, quando ho provveduto a cambiarmele da solo.

(Preciso, ho cambiato quelle di mia moglie. le mie gomme non sono su cerchio e di conseguenza necessito per forza di cose di un intervento specializzato).

Andiamo a vedere cosa mi ha fatto cambiare idea.

Alla fin fine costa pochi euro

Il cambio ha un costo variabile, per comodità prendiamo in considerazione 20€ che ritengo essere una stima veritiera.

Il mo guadagno orario, citando questo articolo dove lo calcolo con precisione, è di 10.3€ per ogni 60 minuti passati seduto alla scrivania.

Persona che ride alla scrivania
Non c’è un cazzo da ridere!

Questo ci porta a dedurre che dovrei barattare due ore di lavoro per pagare il cambio gomme.

Sappiamo benissimo che il diavolo sta nei dettagli. In questo caso si trova nei costi nascosti.

Già, perché il ragionamento è: “Vabbè, spendo 20€ ma non devo perdere tempo a farlo nel week end”.

Sicuri?

La mia esperienza personale riguardo a questo tipo di operazione è la seguente: Mi attivo sempre a inizio novembre per prenotare il cambio e io sono libero solo il sabato. Va da se che è altamente improbabile riuscire a fissare un appuntamento presto.

E quello che si trova, si trova. Può essere vicino casa o distante, e il giorno dell’appuntamento può essere in orario o in ritardo.

Ciò ci porta a capire che, oltre alle nostre due ore lavorative dobbiamo spendere almeno mezz’ora (tempo medio di un cambio gomme tra accettazione e ritiro).

Aggiungendo il tempo necessario per fare un giro di telefonate, per recarci sul posto e tornare indietro, il tutto ci richiede un’ora di tempo (e sono ottimista). Quindi parte del week end ce lo saremmo giocato ugualmente.

Non sto considerando il costo del carburante e dell’usura del mezzo che per quanto poco incidono sempre.

Arriviamo alla parte interessante, ovvero…

Quanto tempo mi ha richiesto sostituirle da solo?

Un’ora per fare tutto, quindi comprensivo di gomme estive messe a posto, attrezzi riposti correttamente, controllo pressione e breve giro di prova.

A conti fatti, quindi, utilizziamo un’ora in entrambe le situazioni. Portandola, però, perdiamo due ore di vita lavorativa.

Ora che abbiamo messo nella loro reale prospettiva i risparmi di tempo e i costi, passiamo alla cosa che mi preme di più, ovvero la sicurezza.

Difatti siamo portati a pensare che…

Il lavoro verrà fatto bene

E’ innegabile, un gommista con le attrezzature professionali e anni di esperienza farà un lavoro perfetto.

Questo pensiero è quello che mi metteva in ansia e mi impediva di cambiarle da solo.

Ha senso mettere in pericolo mia moglie e mia figlia solo perché voglio risparmiare pochi euro o per evitare di dover “buttare” un’ora per portare la macchina dal gommista?

Poi qualcosa accadde

Come al solito, le convinzioni rimangono tali finché non avviene qualcosa che ti fa cambiare idea.

La svolta me l’ha data l’esperienza di un mio amico che, dopo aver ritirato la sua auto a seguito del cambio gomme, ha percorso 100 metri per rendersi subito conto che i bulloni di una ruota non erano stati serrati.

Erano avvitati, per fortuna, ma non chiusi a dovere.

E’ subito tornato indietro e il gommista, mortificato, ha terminato il lavoro scusandosi e promettendo sconti su futuri cambi gomme (che indovinate, non si sono stati).

Alla fine, per quanto professionale possa essere l’attrezzatura e collaudata la procedura, il limite che rimane è sempre quello, ovvero la possibilità dell’errore umano.

Non so voi, ma in questo periodo (e nel corrispettivo primaverile) vedo sempre una coda di decine di auto in attesa da ogni meccanico e gommista.

E’ inevitabile che, alla lunga, la stanchezza abbia il sopravvento e la possibilità di errore aumenti.

Quello che mi sono chiesto io è:

“Avrò più attenzione io, sapendo che su quella macchina saliranno mia moglie e mia figlia, oppure un gommista che mi vede come l’ennesimo cambio gomme della giornata?”

La risposta, neanche a dirlo, è scontata.

Qualche precisazione

E’ ovvio che non tutti abbiamo a disposizione un compressore con manometro e tutti gli strumenti per provvedere al cambio gomme.

Questo articolo infatti non vuole essere una crociata contro i gommisti bensì uno stimolo a vedere pregi e difetti di ogni situazione, cercando di uscire dalla visione stereotipata che abbiamo.

Ogni tanto chiedersi “ma questa cosa devo per forza farla così?” “Non posso farla da solo?” “Quanto tempo mi richiede e quanti soldi?”.

La conclusione, la gran parte delle volte, sarà che il modo in cui stiamo facendo quella cosa è già quello ottimale rispetto alla nostra situazione.

Ad esempio quando ho provato ad andare a lavoro in corriera, con la convinzione di risparmiare un sacco di soldi (in epoca pre-covid).

In realtà a conti fatti, tra incompatibilità orarie e biglietti molto costosi, andare in auto era per me la giusta soluzione.

E soprattutto, mi impediva di registrare il podcast!

Ci si prova, si sbaglia e amen. Intanto si mette quel pizzico di brio in più per ravvivare una routine che altrimenti rischia di uccidere la nostra creatività.

Fatemi sapere se anche a voi è capitato qualcosa che vi ha fatto modificare radicalmente il modo nel quale effettuavate un’operazione e com’è andata!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito web utilizza i cookie per diversi scopi, tra cui raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito. Continuando ad utilizzare il sito si accettano le condizioni della privacy. cookie policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi