Eccitiamoci un po'

Eccitiamoci un po’

Ovviamente niente di sessuale o erotico… Solo numeri, guadagni e riflessioni!

Tutto è partito dal video che vi linko qui sotto di Graham Stephan. Il video parte già al minuto nel quale dice la parte che mi ha colpito

Come la vede lui e perché mi ha illuminato

Quello che sostiene lui è una cosa che mi ha fatto esplodere il cervello. Ha smesso di vedere il denaro solamente con il valore nominale che gli viene dato.

Se mi danno 100€, non attribuisco a quella banconota il valore di 100€.

Le attribuisco il valore che mi darà negli anni il suo rendimento una volta investita.

Mi spiego meglio

Il mio portafoglio ha un Dividend Yield medio del 3.48% netto (4.71% lordo).

Ciò vuol dire che ogni 100€ che “butto” dentro a quel calderone, esso mi genera 3.48€ all’anno… per sempre!

Vado a trovare mia nonna e appena prima di andare via, con un gesto inaspettatamente agile per la sua età, mi infila in tasca una busta bianca.

Ah, le buone vecchie buste dei nonni!

La apro e vedo che contiene 100€. A questo punto ho due opzioni.

  1. Mi compro qualcosa che probabilmente non mi serve solo perché “c’ho il cash
  2. Li investo

Nel primo caso, compro qualcosa che fra qualche settimana smetterò di usare e ritroverò fra qualche anno in qualche angolo della casa, pensando a quanto stronzo fossi stato a sprecare soldi per quell’oggetto.

Nel secondo caso (e qui inizia l’eccitazione!) li vedo come 3.48€ guadagnati all’anno, per sempre.

Affermazione parzialmente vera, i rendimenti delle azioni così come i loro dividendi, variano. Possono diminuire e anche azzerarsi facendoci perdere tutto.

Dopo questa precisazione necessaria, dico che per come sto strutturando il mio portafoglio (comprando dividend aristocrat), i rendimenti dei dividendi continueranno a crescere di anno in anno, quindi 3.48€ annui è il minimo che posso aspettarmi da quei 100€.

Tutto questo senza contare l’apprezzamento che avranno le azioni, ma considerando SOLAMENTE I DIVIDENDI.

Altra precisazione dovuta: Questo articolo non vuole essere un incitamento all’acquisto o alla vendita dei titolo finanziari discussi. E’ solo la mia idea e la mia esperienza. Se siete incerti sul da farsi, state fermi!

Concludendo

Spero che questo articolo possa aiutarvi ad avere una visione differente del denaro così come ha aiutato me!

Siamo abituati (ed è una convinzione che sto facendo una gran fatica a eliminare) che il denaro guadagnato sia destinato solo ed esclusivamente ad essere speso.

Ho lavorato 160 ore per questi soldi questo mese, mi merito di spenderli tutti (e anche di più, se faccio qualche finanziamento).

Il solo pensare che quel denaro a sua volta può generare guadagno è così fuori dagli schemi mentali imposti dalla società che crederlo possibile sembra assurdo.

Anche perché prevede il privarsi di un godimento nel brevissimo periodo a fronte di un godimento a lunghissimo termine.

Ma noi sappiamo che lì dove stiamo andando, tutto è più bello. Quindi qualche privazione non può fare altro che renderci più forti e tosti!

Come sempre, idee opinioni e riflessioni sono le benvenute nei commenti o via mail!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito web utilizza i cookie per diversi scopi, tra cui raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito. Continuando ad utilizzare il sito si accettano le condizioni della privacy. cookie policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi