I primi 100.000€ sono i più difficili

100.000€, arrivo!!

Tutto nasce dall’episodio 200 del podcast, del quale vi invito all’ascolto.

Volevo renderlo speciale, ma essendomi preso all’ultimo momento ho capito che di speciale non poteva esserci proprio nulla (niente ospiti, niente temi particolari trattati ecc.).

Allora preso dalla voglia di mettere carne sul fuoco ho deciso di darmi dei traguardi intermedi.

Ma prima un racconto

Ho già parlato sul podcast dello spazzolino elettrico che ho iniziato ad usare qualche settimana fa e che non pensavo potesse farmi sentire così tanto la differenza rispetto allo spazzolino normale.

Questo spazzolino vibra due volte quando è ora di cambiare arcata da spazzolare. In sostanza parti e lavi la metà superiore destra esterna dell’arcata dentale. Quando vibra passi alla sinistra, quando vibra torni alla destra ma nella parte interna ecc.

Questo funzionamento è bello ma ha un grossissimo problema. Come faccio a calcolare il tempo da passare su ogni singolo dente?

Rischio di soffermarmi troppo su uno e poi dover fare le corse perché inizia a vibrare troppo presto.

Cosa cambiare?

La domanda successiva che mi sono posto (si, questi sono i pensieri che faccio mentre mi lavo i denti!) è: cosa fare per migliorare la situazione?

La risposta è semplice: Dare un colpo di vibrazione ogni volta che ci si è soffermati a sufficienza su un dente. In questo modo non devo più calcolare a mente il tempo, ma posso procedere col pilota automatico.

Ovviamente questa soluzione è impraticabile perché sarebbe come avere un bocca un vibratore, però mi ha fatto capire una cosa molto importante.

Il mio tragitto verso il milione è come lavarsi i denti

Finora ho solo dichiarato che dopo 10 anni il mio spazzolino vibrerà per indicarmi che il tempo per raggiungere il milione sarà terminato.

A che punto sarò in quel momento? Sarò arrivato? Sarò in ritardo? Impossibile da dire senza traguardi intermedi.

E qui accoppiamo l’idea della vibrazione per ogni dente con l’idea di darci traguardi intermedi.

10.000€ a dicembre 2020

Fa figo dire: “Diventerò milionario in 10 anni”. Poi fra 9 anni vedo che l’obiettivo è lontanissimo e inizio ad accampare scuse, cercare alibi o addirittura sparire del tutto.

Un orizzonte di 10 anni è comodo ma è pericoloso.

Ho deciso quindi, come ascolterete nell’episodio del podcast (ribadisco il link qui), di darmi due traguardi.

Il primo, più semplice, è quello di arrivare ad avere in portafoglio 10.000€ entro dicembre 2020. Ciò vuol dire che ho sei mesi di tempo e spiccioli per raggiungere l’obiettivo.

Ma 10.000€ sono bruscolini (“mi ci sciacquo le palle”, cit.), io stesso li ho già risparmiati per estinguere la macchina.

Certo, l’ho fatto in 3 anni e non i 6 mesi ma in ogni caso come obiettivo sa di “already seen“.

E non ci piace.

Settiamo perciò un big goal

100.000€ in 2 anni

Entro il 1 giugno 2022 il mio portafoglio sarà valorizzato per almeno 100.000€ (e facendo dei conti spannometrici dovrebbe portarmi circa 3.000€ netti di dividendi annui).

Questa è la decisione presa in data 21 maggio 2020.

La motivazione mi è stata data dalla citazione qui sotto

i primi 100.000€ sono i peggiori
I primi 100.000€ sono i peggiori

La sera stessa, già sudavo freddo!

Dopo aver dichiarato l’obiettivo, mi sono trovato sul divano a pensare:

“Oh, oh… e ora?? Cosa faccio?”.

Due anni sono dietro l’angolo e 100.000€ li guadagno in 5 anni e mezzo (se non dovessi spendere neanche un centesimo per altre attività oltre l’investimento, compreso il cibo).

Quindi non è neanche praticabile dire a mia moglie di ritirarci nei boschi a vivere mangiando bacche. Non guadagnerei lo stesso abbastanza soldi.

E va bene così! Perchè?

Perché finalmente questo mi pone davanti al vero problema.

Devo smettere di scambiare tempo per soldi, altrimenti sono destinato a fallire.

Inoltre devo ottimizzare il tempo libero che ho. Non posso permettermi di avere due ore nelle quali cazzeggio (a meno che non siano due ore dedicate espressamente al cazzeggio!) invece che lavorare per il mio obiettivo.

Sembra una visione nazista? Di sicuro lo è, ma è l’unico modo per arrivare ai due traguardi intermedi che mi sono posto.

Continuando sulla routine che stavo prendendo in questi mesi, l’obiettivo dei 10.000€ sarebbe irraggiungibile. Tanto più quello dei 100.000€

Per quello devo cambiare marcia.

Come fare per ottimizzare il tempo?

Inutile continuare a nascondersi dietro ad un dito. La soluzione la so benissimo da tempo e l’avevo già comunicata nel podcast.

Solo che non ho mai fatto nulla di più che parlarne.
Ora è arrivato il momento di agire

Ho appena acquistato un Productivity Planner (link qui)

Il mio Productivity Planner

Il perché la scelta sia ricaduta proprio su quello, lo spiego nel podcast. Se volete la versione breve… Non c’è un motivo particolare. Tante piccole cose messe assieme.

Ora sono certo di avere tutti gli strumenti necessari per tagliare tutti i miei traguardi.

Certo, l’anello debole della catena rimane sempre il sottoscritto, ma continuerò a leggere e formarmi per migliorare giorno dopo giorno.

Posso fallire questi obiettivi?

Questi obiettivi, in quanto intermedi, possono essere falliti. Non sto usando alibi e ora spiego meglio cosa intendo.

La loro importanza è farmi capire a che passo sto procedendo verso il mio obiettivi principale.

Se a dicembre ho 9.500€ in portafoglio, amen (mi starebbe sul cazzo ma vabbè).

Se a giugno 2022 arrivo con 98.450€, me ne farò una ragione.

Potrò dedurre che ho il giusto passo per arrivare al milione entro il 2028.

Il campanello d’allarme suona se a dicembre avrò 5.000€ e nel 2022 20.000€.

Questo mi farà capire con assoluta certezza che sto sbagliando molto e che devo correggere il tiro quanto prima.

E me lo farà capire con 6 anni di anticipo, evitandomi di arrivare al 2028 con (supponiamo) soli 150.000€ e un senso di smarrimento in me.


Credo che questa sia una delle scelte più importanti che ho fatto da quando ho fondato questo blog in quanto rende la mia rincorsa ancor più reale e con delle tempistiche brevi e medie.

Null’altro da aggiungere se non… è ora di muovere il culo!
Stavolta per davvero


Registratevi alla newsletter per tutte le novità

(riceverete anche gratis il mio ebook sui finanziamenti auto)

 

One Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito web utilizza i cookie per diversi scopi, tra cui raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito. Continuando ad utilizzare il sito si accettano le condizioni della privacy. cookie policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi