Schwarzenegger Piano B

Risparmiare fa diventare ricchi?

Articolo scaturito dalla pressione (giusta) che mi sono messo addosso dandomi l’obiettivo dei 10.000€ a fine dicembre 2020.

Ce la farò continuando così? Assolutamente no, ma questo è già stato chiarito nell’articolo precedente.

Come al solito, racconto una storia

Nei giorni scorsi stavo facendo il budget mensile del conto comune con mia moglie.

Non riuscivamo a capire come mai, nonostante versiamo 900€ totali al mese, arriviamo sempre con le pezze al culo al 20 del mese.

Va bene che ogni mese porta con se le sue pene, ma cavolo, oh! Sempre in trincea col coltello tra i denti.

Per un attimo, mentre riflettevamo sul come cosa e perché mi sono fermato a pensare: “Cavoli però, che palle. Se potessi mettere meno soldi nel conto comune avrei più soldi da dedicare all’investimento. Invece qua rischio di dover addirittura aumentare la quota del versamento.”.

La voce della verità

Poi si è introdotta una vocina gentile nel mio cervello dicendomi:

Ma Giacomo… sei stronzo? Anche se risparmiassi tutto lo stipendio non riusciresti a raggiungere i tuoi obiettivi. Che senso ha quindi continuare a ragionare in questi termini?”.

Ed ha perfettamente ragione. Continuo, come sono solito fare, a soffermarmi sui piccoli numeri che condizionano le mie scelte.

Però le scelte dettate da piccoli numeri portano a piccoli risultati.

Ah, se potessi versare 50€ in più al mese… La mia vita sarebbe migliore!
Si, peccato che stiamo parlando di 4800€ negli 8 anni rimanenti che mi porteranno al milione.

Quattromilaottocentoeuro su un milione.
Inciderebbero per lo 0.5%.

E io sono qui a ragionare su cifre del genere. Prendo decisioni pensando a cifre del genere. Non ci siamo proprio.

Esattamente come ho fatto per gli AdSense (rimossi per evitare che i pochi centesimi al mese mi fuorviassero), lo stesso devo fare per i soldi che guadagno con il lavoro dipendente.

Li metto nel conto per le emergenze, li metto nel conto comune, ci pago qualche sfizio e basta. Non può essere quella la via di fuga, e non posso continuare a farlo pensandolo come “è pur sempre un piano B”.

Arnold odia i piani B.
E se lo dice lui…

Nel video, che linko a fine articolo, Arnold continua dicendo (ed è proprio questo il cuore del mio problema) che tutte le energie spese per pensare al piano B sono energie tolte al piano A.

Un’altra frase che mi descrive abbastanza bene è che la gente fa piani B perché ha paura di fallire. Sarò onesto sul fatto che il Piano A mi si stia chiarendo pian piano in queste settimane, quindi la mia non è in realtà paura di fallire, ma assoluta mancanza di una direzione.

Questo deve essere il primo punto sul quale sbattere la testa per iniziare a tracciare la strada una volta per tutte.

Avanti così, ancora più concreti e focalizzati.

Ecco il video di Schwarzenegger citato prima

Qui invece un post sul come richiedere un aumento di stipendio in 5 passi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito web utilizza i cookie per diversi scopi, tra cui raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito. Continuando ad utilizzare il sito si accettano le condizioni della privacy. cookie policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi