Travel Affiliate Website

Diventare ricchi con le affiliazioni viaggi

Dopo aver litigato con me stesso sul come realmente volevo arricchirmi, ero in cerca di qualche idea innovativa.

Dico litigato perchè finalmente mi era stato chiaro che monetizzare i visitatori di questo blog tramite pubblicità o vendita di prodotti che tutti offrono non era quello che volevo fare.

Per rispetto nei vostri confronti

La ricerca

Mi sono così messo in cerca di qualche altra idea da poter monetizzare senza ritegno, senza ossessionarmi troppo ma rimanendo concentrato nel capire e cogliere le varie occasioni che mi passavano sotto il naso.

Una sera navigando su Fiverr (fatelo, scoprirete una valanga di offerte davvero assurde) mi sono trovato davanti un’offerta che mi ha fatto saltare dal divano.

You don’t have to make a single sale in order to make money! All you need to do is promote your website.
The Affiliates Hotels Combined pay on a per lead basis between $1 to $4, which means that THE VISITORS DON’T HAVE TO BOOK A ROOM for you get the commission, thus the average visitor could potentially generate up to $2 – $4 per visit from multiple clicks on different hotels. This means with as little as 100 visitors per day you could earn $100 – $400 per day

Soldi facili, eh? Vista così l’offerta sembra infatti veramente allettante.

Dopo un po’ di ricerche e riflessioni sul come poterlo far funzionare, ho commissionato il lavoro.

Ricordiamoci sempre che:

Se fosse così facile arricchirsi in questo modo, nessuno proporrebbe un lavoro simile su Fiverr, lo svilupperebbero per conto proprio e diventerebbero ricchi.

D’altra parte, diventare ricchi con le affiliazioni è il sogno di tutti! Minimo impegno, massima resa.

Come dice la descrizione dell’offerta “All you need to do is promote your website. “

Ah, tutte le affiliazioni sono gestite tramite travelpayouts.com, per il quale dovrete farvi un account gratuito.

Il consiglio

A tal proposito vi consiglio di contattare il venditore prima di piazzare l’ordine, quantomeno per capire se ha fatto altri lavori, se può linkarveli e se sembra disponibile.

Nel mio caso i link di progetti simili che mi ha inviato sono stati i seguenti:

http://travelclub247.com/
http://pvbooking.com/
https://mycheaptravels.com/

Tutti abbastanza invitanti ma assolutamente senza anima. Nessun tipo di concorrenza che possa farmi paura. Hanno tra l’altro ancora i dati di default del tema.

Inoltre, il fatto di contattare il venditore e chiedere chiarimenti dando delle specifiche, può farvi spuntare un prezzo migliore rispetto all’offerta standard presente nel sito.

Il logo

Altra cosa da tenere presente è il fatto che dovrete fornire un logo da mettere nel sito. Io me ne sono fatto fare uno sempre su Fiverr.

Imbastire un sito che dovrà attrarre clienti da tutto il mondo e mettere un logo orrendo equivale a rovinare tutto il lavoro svolto.

Se non siete pronti ad investire in questa attività (logo, articoli, migliorie, campagne ads ecc…), non iniziate neppure.

Giacomo

Arriva la delivery

Dopo aver atteso diversi giorni, alla scadenza è arrivata la notifica che il lavoro era pronto.

Prima di accettare, rifiutare o richiedere modifiche, mi sono fiondato a mettere le mani in pasta alla mia nuova macchina da soldi.

Non mi aspettavo di dover fare qualcosa, visto che il blog è “automated”.

Meglio di così!!

Automated sti cazzi.

Automated fintanto che non vuoi cambiare qualcosa. Allora di automated c’è solo l’imprecazione…

Assistenza 24/7… Contattiamoli

Grazie ai trascorsi da programmatore bene o male capisco di cosa si sta parlando e dove modificare le cose per farle funzionare a mio piacere. E soprattutto, capisco come tornare indietro nel caso combinassi un disastro (cosa da non sottovalutare).

Prima di iniziare l’opera di debug per capire il funzionamento, scrivo al tipo per chiedere alcuni chiarimenti e soprattutto per capire se esiste una documentazione.

Era sempre stato disponibile e responsivo, non metto in dubbio di certo la sua professionalità ora!

Nel frattempo capisco il funzionamento, inizio a modificare, provo sbaglio testo e avanti così. Passavano le ore e iniziavo a capire che questi problemi me li sarei dovuti sbrigare da solo, non ricevendo risposta.

Risposta che è arrivata 48 ore dopo con un link e una frase: “ecco qua la documentazione”, niente saluti, niente richieste se tutto fosse come da attese.

Ok, ok già me lo aspettavo ma ora era chiaro. Da adesso in poi è tutto nelle mie mani, assistenza 24/7 solo e sempre da parte di noi stessi!

Il consiglio

Se vi imbarcate in questo tipo di avventura, ricordatevi assolutamente di cambiare tutte le password che avete comunicato a chi vi svolge il lavoro.

I guadagni?

Una domanda lecita che ho fatto al programmatore è stata: “I guadagni sono tutti miei?”. Mi ha subito tranquillizzato dicendomi che il 100% del guadagnato era mio.

Beh, approfondendo la questione i guadagni sono miei e di travelpayouts! Già, infatti la piattaforma si trattiene il 40% per guadagni fino a 3000 USD nel mese, il 30% se si supera la soglia. Una bella pelata.

E quindi?

Che i soldi facili non esistano è cosa nota. Nulla si ottiene senza sforzo, altrimenti il programmatore vivrebbe di siti di affiliazione viaggi, come detto all’inizio.

Questo è un bene e un male.

Bene perché tutti quelli che si cimentano molleranno la presa poco dopo, non appena resisi conto del fatto che no, non è “automated”!

Male perché bisogna smazzarsi per far funzionare il tutto. Ma come ogni cosa nella vita, quindi è un male relativo.

Considerazioni finali

Il fatto che Travelpayouts si trattenga una bella percentuale dei miei guadagni e che io non abbia più assistenza riguardo all’utilizzo dei tools di affiliazione, non è un gran problema.

Il problema rimane uno e uno solo, far funzionare tutta la giostra.

Una volta che il meccanismo si avvia, è un attimo abbandonare travelpayouts e inserire link affiliati creati in ogni singola piattaforma.

Iniziando quest’avventura ero più che consapevole delle difficoltà che avrei incontrato, ma mi ci sono imbarcato perchè:

  1. Voglio mettere in atto tutto quello imparato finora per capire se ho davvero capito qualcosa oppure no!
  2. Fare esperienza
  3. … Finalmente posso dire di avere un business!

Infatti se ora mi chiedono: “Ma tu cosa fai?” posso rispondere “Ho un blog di viaggi che guadagna con le affiliazioni”

Vi consiglio di farlo?

Per ora assolutamente no, a meno che non abbiate alle spalle qualcuno che possa assistervi a livello di programmazione e che abbiate ben chiaro il fatto che dovrete spendere molti soldi e tempo per provare a farlo girare.

Onestamente pensavo fosse un po’ più friendly nell’utilizzo, invece è tutto raffazzonato con codice di programmazione scritto nell’editor wordpress.

In ogni caso, stay tuned, aggiornerò ogniqualvolta ci saranno sviluppi interessanti!


Quindi, iscrivetevi (riceverete gratis anche il mio ebook sui finanziamenti auto)

 

Loading

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito web utilizza i cookie per diversi scopi, tra cui raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito. Continuando ad utilizzare il sito si accettano le condizioni della privacy. cookie policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi