La ricetta del successo

La ricetta del successo

Ieri pomeriggio sono andato a casa dei miei genitori e mia madre aveva cucinato una torta plumcake alta 8 cm e morbidissima.

L’interno aveva la consistenza di una nuvola e l’esterno era croccante al punto giusto. Il contrasto tra queste due morbidezze e il retrogusto d’arancia la rendeva irresistibile.

Immagine di repertorio, la vera torta è finita prima di poterla fotografare.

Questa torta ha catturato immediatamente la mia attenzione, sia perché nella sua semplicità era buonissima, sia perché poteva essere una buona merenda da dare a mia figlia.

Ho chiesto a mia madre: “come l’hai preparata?” e lei mi ha dato la classica indicazione che mi fa innervosire: “Ah, è semplicissimo. Metti un po’ di farina, qualche uovo e metti in forno”.

Tutto questo perché evidentemente dava per scontato che io abbia delle conoscenze di pasticceria (come se non mi conoscesse da 35 anni).

La ho sollecitata a darmi le dosi precise per poterla replicare esattamente e finalmente sono stato accontentato.

Cosa c’entra col successo?

Ok, so che ora starai pensando: “ma che c’entra questo con il successo?”

Beh, non hai tutti i torti ma ora capirai meglio.

Ritornando alla nostra torta, ho deciso di farla la sera stessa, quindi sulla strada di casa mi sono fermato al supermercato per comprare i vari ingredienti.

Come succede sempre quando faccio questo tipo di esperimenti, compro tutti gli ingredienti alla lettera senza pensare al fatto di poterli già avere in dispensa.



Difatti, quando sono tornato a casa con la spesa, mia moglie mi ha detto che il lievito lo avevamo già… ma ormai lo avevo comprato.

Mia madre inoltre mi aveva detto che se non trovavo il latte al supermercato potevo comprare il succo d’arancia.

Ah! Ecco il segreto del retrogusto agrumato.

Mai e poi mai avrei immaginato che potessero essere alternativi l’uno con l’altro.

Ho seguito passo passo le procedure indicate ma con un risultato… alternativo!

La mia ricetta per il successo
La mia ricetta per il successo. Non così invitante, vero?

Come avere successo?

Tutto questo mi ha fatto capire molto.

Una persona può darti una ricetta del successo ma non è detto che questa ti conduca agli stessi risultati, anzi quasi sicuramente saranno diversi.

Il problema più grande è che molte volte non riusciamo a capire quali ingredienti possono essere sostituiti in una ricetta e con cosa.

Quali ingredienti puoi sostituire?

Se un milionario mi dice che per diventar ricco devo fare una determinata azione, difficilmente proverò a farne una simile ma diversa.

Un esempio

Un esperto mi comunica che per avere più clienti per la mia attività devo fare dei post su Instagram. A me non verrà in mente di chiedergli se posso farli anche su Facebook o su altre piattaforme, ma per lui potrebbe essere scontato.

Magari non mi sembra neanche importante dire all’esperto che la mia pagina Facebook ha un milione di iscritti e quella Instagram mille.

Mi fermo solo a pensare “che sfiga”, poteva consigliarmi Facebook. Ma non mi viene in mente di chidere all’esperto: “e’ lo stesso se uso Facebook?”

A me è stato detto Instagram e di conseguenza quello farò, d’altra parte la ricetta dice così!

Quali ingredienti sono imprescindibili?

Quando prepari un dolce se sostituisci le uova con un qualsiasi altro ingrediente non otterrai lo stesso risultato.

Hai necessità quindi anche di capire quali sono gli ingredienti che puoi o non puoi sostituire.

Nel momento in cui un esperto mi dice di compiere un’azione specifica devo capire se posso avere un’alternativa o meno.

Non sottovalutare questo passaggio perché qualcosa che per te potrebbe sembrare scontata rischia di non esserlo.

Il problema è che se non sappiamo lo scopo finale dell’azione (nel caso della torta dell’ingrediente), non siamo in grado di capire con cosa possiamo sostituirla e peggio ancora non impariamo dai vari fallimenti.



Io non ho capito perché la mia torta sia venuta così orrenda, di conseguenza non so cosa cambiare per migliorare la prossima volta.

Magari mia mamma con un colpo d’occhio mi avrebbe detto:” Ah, hai messo poca farina”. E da lì avrei imparato lo scopo della farina.

Attento agli strumenti che già possiedi

Molte volte quello che ci serve lo abbiamo già in casa, come è successo per me con il lievito.

Magari abbiamo un sito che ci porta visitatori ma siccome lo gestiamo in maniera amatoriale da sempre, non ci viene in mente di poterlo portare ad un altro livello.

Continuiamo a vederlo come un “passatempo” mentre pensiamo ad una super idea.

Le ricette funzionano sempre?

Come potrai immaginare la risposta è no.

Immagina di essere in un supermercato che ha delle quantità limitate dei prodotti. Le prime persone che li acquistano potranno riprodurre la ricetta ed ottenere i risultati.

Quando la ricetta però inizia a diffondersi, tutti corrono a comprare gli ingredienti che hanno prezzi sempre maggiori fino a quando non finiscono.

Può capitare anche che il dolce non piaccia più come una volta, quindi fai attenzione.

Chiara Ferragni ad esempio ha inventato il ruolo dell’influencer. Dopo qualche anno fare l’influencer era diventata la normalità e aveva già stufato.

Come diventare milionario

Adesso i veri vincitori sono coloro che riescono a reinventare una ricetta già esistente. Non è necessario creare il nuovo Facebook, basta prendere spunti qua e la e unirli secondo le proprie esperienze.

Cosa sono le nostre esperienze? La cosa più importante, ovvero gli ingredienti che già abbiamo in dispensa e che nessun altro possiede.

Inserendole, otterremo un dolce unico e inimitabile!


Parlo di questo anche nell’episodio 132 del podcast.


Seguimi per altre ricette!

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito web utilizza i cookie per diversi scopi, tra cui raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito. Continuando ad utilizzare il sito si accettano le condizioni della privacy. cookie policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi