Tutti i costi legati all’automobile

Tutti i costi legati all’automobile

A pochi giorni dal bonifico che cambierà radicalmente la mia vita finanziaria, ho deciso di tirare le somme di quanto costi gestire un’auto nuova nei suoi primi tre anni.

Per chi non lo sapesse, a novembre 2016 ho acquistato una Volkswagen Golf TGI a metano nuova. Purtroppo il mio percorso verso l’indipendenza finanziaria non era ancora maturo e così mi sono trovato a spendere:

  • 2000€ di anticipo
  • 6000€ di valutazione della mia vecchia macchina
  • 206,5€ al mese per 35 mesi
  • 10.146€ di maxi rata finale
La maledetta maxirata da 10.146€
Almeno poi l’agonia sarà finita

Per poter permettermi di saldare la maxi rata piuttosto che rifinanziarla o peggio cambiare veicolo e fare un altro finanziamento a 3 anni, ho iniziato a risparmiare come non mai.

Ho dei fogli excel in cui faccio i conti al centesimo che risalgono a marzo 2017… Una vita fa! D’altra parte per centrare l’obiettivo era necessario partire immediatamente e risparmiare come dei dannati.

Fatto sta che, come già detto, il mio risparmio consisteva in 200€ al mese depositati su un conto deposito Santander e 150€ sul conto Fineco. Aggiungendo 206,5 di rata, andavano come spese per la macchina al mese 556,5€.

Spendevo al mese 556,5€ per la mia automobile

Alti e bassi del conto corrente.
L’otto volante del mio conto! Ogni fine mese si andava in rosso

Sanguinavo, ma sapevo che sarebbe finita. Ottobre 2019 sarebbe arrivato e avrebbe portato via tutte le ferite!

Qui sopra l’immagine del mio conto corrente che costantemente andava in rosso ogni fine mese e qui sotto il conto deposito che cresceva costantemente ogni mese

Andamento crescente del conto deposito Santander
Se il conto corrente andava su e giù, il conto deposito andava sempre più su!

Analizziamo i costi veri e propri del possedere un’automobile nuova

L’acquisto (25.373,5€)

Come già evidenziato sopra, la spesa è stata

  • 2000€ di anticipo
  • 6000€ di valutazione della mia vecchia macchina
  • 206,5€ al mese per 35 mesi
  • 10.146€ di maxi rata finale

E la firma del contratto è la parte più bella!

Il bollo (230,04€/anno)

Chi siamo noi per non pagare questa bellissima tassa? Aggiungiamo quindi 690.12€ al conto totale!

Le gomme invernali (405€)

Passaggio obbligato, almeno per me che vivo sui monti! Gli pneumatici invernali solitamente durano tre stagioni, quindi guarda caso devo cambiarli quest’anno.

Sono fresco di preventivo e posso dirvi che il costo di un treno di Nexen, montate sul cerchio in lega sui quali ora ho le gomme estive è di 345€. Per essere precisi, la misura delle ruote è 205/55 R16.

Ogni anno per smontaggio e rimontaggio delle gomme sui cerchi spendo 30€, quindi tolto l’anno in cui le cambio, faccio questo lavoro due volte a triennio.

L’assicurazione (261,5€/anno)

Anche qua, poco da dire. Assicurazione base, solo RC con dei massimali decenti. Piuttosto che mettere opzioni inutili quali copertura legale con massimale di 5000€, quando con 5000€ un avvocato scrive un paio di lettere (se va bene), ho preferito limitarmi all’indispensabile.

Aggiungiamo quindi 784.5€.

I Tagliandi (1041€)

Qua iniziamo a soffrire. Per la mia macchina (Golf a metano del 2016) sono previsti tagliandi ogni 15000km. Ora ne ho 60000 quindi ho da poco (a settembre) fatto il quarto.

Il primo e il terzo sono normali, ovvero cambio olio e filtro olio. Quindi 160€ l’uno.

Il secondo e il quarto sono stati più dispendiosi, rispettivamente 261€ e 460€

Costo di due tagliandi, rispettivamente 261€ e 460€
Conservo gelosamente tutte le ricevute!

Fino a tutta la durata della garanzia (ancora un anno), i tagliandi vanno fatti nella rete ufficiale. Dal prossimo anno valuterò di volta in volta cosa mi conviene fare.

Gli imprevisti (1200€)

Come vi ho già raccontato, la macchina ha preso due grandinate (giugno 2017 e giugno 2018), di conseguenza per sistemarla ho speso 500€ di franchigia ogni volta e la seconda riparazione ha richiesto anche il cambio del cofano, che in parte ho dovuto pagare. Altri 200€.

Carburante (circa 2158.5€)

Ultimo ma ovviamente non in ordine di importanza il carburante. A metano consumo circa 3.2kg/100km, a benzina circa 5.5l/100km. Contando che a benzina farò 50km ogni 2000 e che attualmente ho (arrotondiamo) 65000km, ho fatto 63374km a metano e 1625km a benzina.

Qui il metano costa 0.999al kg, la benzina facciamo una media di 1.5 al litro.

2027 kg di metano * 0.999€ = 2025€
89 litri * 1.5€ = 133.5€

Se avessi avuto un motore a benzina avrei speso più di 5000€. Un risparmio notevole di circa 1000€ annui.

Tiriamo le somme

In totale, la mia Golf, in questi 3 anni mi è costata 31652,62€.

Ovviamente andando avanti il costo di acquisto tende ad ammortizzarsi, quindi vediamo quanto continuerò a spendere ogni anno per averla.

Il veicolo (al netto del costo di acquisto e degli imprevisti) mi costa 5079,12€ in tre anni, una media di 1693,04€ all’anno.

La mia Golf mi costa una media di 1693€ all’anno

All’incirca il 40% del costo è dato dal carburante, il resto sono spese che si sostengono per il solo motivo di possedere il veicolo.

Budgettizziamolo

1693.04/12 = 141€

141€ è la cifra che dobbiamo depositare al mese in un conto separato per essere tranquilli di poter coprire tutti i costi della mia auto (che non credo si discosteranno troppo dalla vostra).

Ovviamente senza tenere conto degli imprevisti, cosa sbagliatissima.

Bisogna agire così

Per quanto possa fare male o farci sentire stupidi, il sapere precisamente quanto ci costa una determinata cosa, in questo caso l’auto, è fondamentale conoscere i numeri.

Sia per poterli mettere a budget sia per essere consapevoli di quanto ci costi e cercare i capire se ne vale la pena o se ci sono alternative decisamente più economiche.

E voi?

Voi avete mai fatto questo tipo di ragionamenti? Quanto vi costa al mese la vostra auto?


Il podcast

Vi ricordo il mio podcast “Diventerò milionario – on the road” con un nuovo episodio ogni giorno lavorativo.

2 thoughts on “Tutti i costi legati all’automobile

  1. Ciao Giacomo,
    partendo dal presupposto (perche’ e’ cosi’) che l’auto e’ un debilto, ci sono alcuni costi che secondo me puoi ancora limare.
    Ad esempio.
    Costo di acquisto: io ho preso un’auto usata di 6 anni (spendendo circa 1/3 del suo costo da nuova) e viaggia come un orologio svizzero.
    Gomme invernali: ho comprato 4 cerchi di seconda mano e il cambio gomme me lo faccio da solo.
    Assicurazione: per i miei mezzi faccio solo assicurazioni on line e ogni anno mi faccio fare i preventivi da tutte quelle piu’ famose, ho sempre abbassato il premio pagato: ora pago circa 190 euro per un S3.
    Tagliandi: comprando un’auto usata puoi fare i tagliandi dove vuoi, risparmiando parecchio.
    Per quanto riguarda le grandinate io avrei aspettato di risistemare la carrozzeria solo al momento della rivendita della macchina.
    Comunque il mio mantra e’: mai acquistare auto nuove e mai a rate.

    ciao – leguf

    1. Ciao! Grazie per la precisazione con molti spunti interessanti.
      Certamente, il prossimo acquisto, fra molti anni, sarà di certo di una macchina usata. Purtroppo, appunto, questa presa di coscienza è venuta pochi mesi dopo aver firmato il contratto!

      Per quanto riguarda l’assicurazione, sono convinto che online si possa risparmiare ma non sono convinto che in caso di problemi l’assistenza sia della stessa qualità di quella che ricevo potendo andare a parlare con delle persone fisiche. Ho avuto un problema qualche mese fa, ovvero mi hanno tamponato e poi sono scappati, ma per fortuna il mio collega aveva visto tutto. La storia è andata avanti diverso tempo e mi sono recato diverse volte alla mia assicurazione di persona per chiedere consiglio su alcune carte. Questo per me vale moltissimo.

      Per i tagliandi concordo! La manodopera nelle officine della casa madre costa tantissimo.

      Per le grandinate, devi denunciare il danno entro una settimana dall’averlo subito e hai 12 mesi per sistemarla dal sinistro altrimenti l’assicurazione non paga più. Quindi non avevo alternative.

      Sulle gomme invernali hai ragione sui cerchi, vanno acquistati. Non sono convinto che il fai da te nello smontaggio/montaggio sia la soluzione migliore. O meglio, lo facevo fino a qualche anno fa ma adesso che ho una figlia mi sento invecchiato e preferisco lasciare fare a quelli che hanno gli strumenti adatti e mi danno più garanzie.

      Buon lunedì e a fra poco per l’episodio del podcast!

      Giacomo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito web utilizza i cookie per diversi scopi, tra cui raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito. Continuando ad utilizzare il sito si accettano le condizioni della privacy. cookie policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi