Mentalità da milionario – Quei maledetti 20€

Mentalità da milionario – Quei maledetti 20€

La settimana scorsa un mio amico ha comprato una macchina. Siccome cercava un’auto particolare e piuttosto costosa, ha preferito rivolgersi al mondo dell’usato.

Dopo mesi di ricerche aveva finalmente trovato la soluzione perfetta alle sue esigenze e ha organizzato un incontro con il proprietario (si trattava di una vendita tra privati).

Il luogo dell’incontro era la casa del proprietario, distante circa un’ora di strada da casa del mio amico. In realtà, definirla casa è sbagliato, dato che si tratta di una vera e propria villa di recente costruzione con tanto di giardino sterminato e curato nei minimi particolari.

Questo ha subito messo tranquillità al mio amico che si è lasciato andare a pensieri quali: “beh, di sicuro non è una truffa visto il luogo dove abita”. Il prezzo era infatti molto buono, quasi a livello dell’annusare la fregatura.

Fatto sta che i due si trovano, si parlano (in realtà, parla solo lui per un’ora di quante macchine e moto abbia posseduto in vita sua, della sua agiatezza finanziaria ecc.) e infine, dopo una prova su strada e una breve trattativa, raggiungono un accordo.

Passano alcuni giorni… e poi la scoperta

Tempo di fare le scartoffie del caso e attendere conferma di avvenuta ricezione del bonifico e la macchina era già parcheggiata sotto casa del mio amico.

Essendo lui molto scrupoloso, si è subito premurato di controllare minuziosamente ogni centimetro degli interni e, sorpresa sorpresa, in una piega del sedile sono saltati fuori 20€, tenuti là probabilmente per emergenza o per dimenticanza.

Che fare?

Dopo la scoperta è entrato in uno stato di indecisione sul da farsi… avvisarlo o no? Tanto è pieno di soldi…

Conoscendolo aveva già deciso quale opzione scegliere, ma ha comunque preferito fare un giro di messaggi sul gruppo Telegram degli amici per sentire la nostra opinione.

Tralasciando le varie discussioni, alla fine ha deciso per avvisarlo. Rimanendo fermamente convinto che gli avrebbe detto: “Tienili pure, tranquillo!”.

Difatti ha risposto…

Ovviamente la risposta immediata è stata: “Ok, grazie. La prima volta che passo di la ti scrivo e vengo a prenderli”.

E va bene, dai. Ci sta

Non se l’aspettava ma comunque è stata una giusta risposta.

Anzi no, ridammeli così

Poi, dopo qualche giorno di silenzio, ieri torna alla carica scrivendo al mio amico: “Ciao, per i 20€ fammi una ricarica telefonica per favore.”

Apriti cielo!

Dopo avercelo raccontato è partita una sequenza di commenti poco carini tutti sulla falsariga del: “Ma sei pieno di soldi, perché fai il taccagno?”.

A cui ovviamente mi ero aggregato anche io. Poi però ho iniziato a pensare in maniera differente.

Ho iniziato a pensare…

Effettivamente tra tutte le persone che commentavano in maniera negativa il suo comportamento, nessuno aveva una villa.
Lui sì

Nessuno aveva posseduto un sacco di macchine sportive e rare
Lui sì

Nessuno avrebbe rivoluto quei 20€
Lui sì

Facendo questo ragionamento mi è subito apparsa chiara la differenza di mentalità tra lui e noi.

Alla fine un po’ te l’aspetti da un ricco che faccia il taccagno, comportamento che ti spinge a pensare:

“Ma a cosa cavolo ti servono i 20€ che hai i miliardi??”

E qui, proprio come nell’episodio del podcast “La mia sul caso Icardi“, il suo comportamento non ha nulla a che vedere con i 20€ in più o in meno.

E’ una mentalità, radicata evidentemente da decenni, che l’ha fatto arrivare fin dove è ora.

Come scrive Harv Eker ne “I segreti della mente milionaria, i milionari si sentono delle macchine attrai-soldi. Quando trovano 1 centesimo per terra lo raccolgono e ne sono felici. Si dicono: “Io attraggo soldi!”.

Non ha niente a che vedere con il centesimo, è una mentalità

Io onestamente credo che glieli avrei lasciati, quei 20€. E questo mi a incazzare perché vuol dire che sono ancora lontano dalla mentalità giusta per arrivare a fare grandi cose, ma già il fatto di essermi posto il dubbio mi fa ben sperare per il futuro.

Certo, non sarei passato per taccagno ma per una persona assennata e che da il giusto peso alle cose e al denaro.

Ma ricordiamocelo, io non ho una villa, non ho macchine sportive e soprattutto non sono (ancora) milionario.

Voi cosa avreste fatto al suo posto?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito web utilizza i cookie per diversi scopi, tra cui raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito. Continuando ad utilizzare il sito si accettano le condizioni della privacy. cookie policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi