Il tempo è denaro

Conto alla rovescia + maxirata

Arrivati puntuali anche quest’anno i dividendi di Luglio, che danno sempre molta gioia (sono sempre i più alti dell’anno).

E’ ora di iniziare a sognare.

Su tutti i traffici di partita IVA, ebook ecc. in realtà quello su cui punto più di tutti è sempre e solo la rendita da dividendi.

Ovvio che la partita IVA è stata aperta per voler fatturare a manetta (ad ora siamo a 0, tranquilli!), ma lo scopo ultimo è sempre quello di poter buttare benzina nel serbatoio Fineco per arrivare ad avere, a questo punto direi fra 4 anni, una rendita passiva mensile stabile e interessante data dai dividendi.
Per poi potermi dedicare a raggiungere l’obiettivo del 1.000.000€ entro i 10 anni.

Se qualcuno mi dicesse:

“ti do 100.000€ per il tuo e-commerce”

non ci penserei due volte a venderlo.

Questo fa di me uno scarso imprenditore? O peggio, fa di me un non-imprenditore?
Forse, ma non mi interessa!

La rendita passiva data dalla creazione di un’azienda che viene automatizzata fino al punto che va avanti da sola senza il mio aiuto è una cosa che al solo pensiero mi fa star male, a livello di soldi tempo e sangue cattivo che ci si dovrebbe fare.

Quindi la mia previsione per i prossimi 4 anni è quella di continuare il lavoro dipendente (cercando di ottenere un’altro passaggio di livello fra 10-12 mesi) e arrotondare con l’e-commerce.

Se le percentuali di entrate dovessero invertirsi (e-commerce che mi fa guadagnare più del mio lavoro dipendente) manterrei comunque il mio lavoro (certo, con la serenità di poter mandare a fanculo tutti se la situazione precipita e viceversa essere sereno nel caso l’e-commerce subisca una battuta d’arresto).

Sarebbe un farsi il culo doppio ma con in testa un obiettivo ben preciso

Le persone non sono disposte a lavorare sui loro progetti ricavandosi del tempo la sera tardi o la mattina presto,
ma sono ben disposte fa lavorare fino a 67 anni facendo un lavoro che non gli piace per un capo che non sopportano.

Io ho 34 anni e pensare di lavorare altrettanti anni di quanti ho vissuto finora (vissuto, non lavorato!) mi fa venire il vomito.

Anche perché… sono molto dubbioso delle mie capacità una volta scollinati i 60 anni!

Maxi inculat… ehm, maxi rata finale

La spina nel fianco più grande che ho avuto in questi ultimi 3 anni è stato di sicuro il finanziamento acceso per acquistare una Golf a Metano nuova.

Certo, quando provi macchine di marca più bassa percepisci subito la differenza, però questa macchina mi è costata:

  1. 6000€ di anticipo
  2. 206€ al mese per 3 anni
  3. 10100€ di maxi rata finale

In sostanza tre sanguinamenti (uno immediato, uno lento e costante e uno lontano nel tempo) dei quali non ti accorgi finché non ci presti attenzione.

Anche perchè, tutti fanno così… perchè farsi delle domande?
CHe è un po’ la piaga dell’epoca attuale.

  1. Tutti hanno la casa di proprietà
  2. tutti hanno un mutuo
  3. tutti hanno la macchina figa
  4. l’iPhone X
  5. aperitivi e cene

Perché io dovrei rinunciarci?

Non farlo, nessuno ti costringe… ma sappi che così stai rinunciando ai tuoi sogni e alla vera libertà!

Io ho stabilito un piano di risparmio per riuscire a mettere via quei maledetti 10100€ pochi mesi dopo aver acquistato la macchina (e appena mi sono reso conto della montagna di soldi che dovevo ancora saldare).

Questo mi ha portato, attualmente, a risparmiare 200€ al mese in un conto deposito e 150€ al mese in Fineco. Quest’ultimo non è un conto deposito ma l’importante era toglierli dal mio conto personale. Aggiungendo i 206€ della rata

556€ al mese mi servivano per pagare la mia CARISSIMA Golf

Se a questi aggiungete il fatto che finora ho preso due grandinate, per le quali ero assicurato ma con una franchigia di 500€…
Capite perché inizio a vedere le automobili per quello che sono, ovvero un debito.

Il lato positivo

Ma un lato positivo c’è… ovvero l’essere riuscito ad attenermi alla tabella di marcia. Con ancora un paio di iniezioni extra (14esima e rimborsi per ristrutturazione) dovrei arrivare in ritmo per raggiungere quota 10.100 per ottobre.

L’alternativa, ovvero il dover rifinanziare la cifra per altri chissà quanti anni, mi provocava sempre il buon vecchio vomito!

In ogni caso, avendo adeguato il mio stile di vita per poter sostenere tutto ciò, a novembre mi ritroverò un surplus di 556€. E in più l’aumento di stipendio.

Realisticamente 500€ al mese vanno a finire dritti dritti in Portafoglio che finalmente smetterà di indicare quel misero 0.25%!

Tutto questo per dire

Se avete una maxi rata sulla macchina, iniziate a risparmiare risparmiare e risparmiare! Anche se non vi sembra, sono una montagna di soldi e il sistema è studiato appositamente per farvi arrivare al momento cruciale con la tranquillità di dire: “Tanto rifinanzio”.

Rifinanzio i testicoli!!

Altre spese altre rate altri anni e ancora interessi…

No grazie!

A presto per l’aggiornamento definitivo con i conteggi per capire se riuscirò davvero ad estinguere la macchina.

Purtroppo gli imprevisti sono dietro l’angolo e in questo momento il mio cuscinetto per le emergenze e il mio fondo estinzione auto si sono fusi assieme.

4 Comments

  • stefano

    Ciao Giacomo,
    ti leggo da un po’ ed apprezzo molto quello che stai facendo e cosa condividi nel blog, e proprio perché mi piace la tua sfida, trovo assolutamente controcorrente la scelta di acquistare un auto (nuova tra l’altro?) e di mettersi sulle spalle una spesa così grossa. Era proprio necessario? In bocca al lupo comunque, continuo a seguirti 😉

  • admin

    Ciao Stefano!
    E’ stata una delle ultime porcate che ho fatto prima di entrare veramente nell’ottica di diventare milionario… Purtroppo è stata anche la più pesante che potessi fare!
    Cercando di trovare del buono in tutto ciò diciamo che mi ha insegnato a risparmiare facendo un piano per ripagare un debito.
    Quindi, direi che non era assolutamente necessario ma ormai per fortuna ne sono quasi fuori!
    Tu sei riuscito ad evitare il sanguinamento di un finanziamento sull’auto o ne hai uno pure tu?

    Ciao ciao!
    Buon week end

    Giacomo

  • Nino

    Ciao Stefano,
    complimenti per i contenuti.
    Quale ritieni sia l’alternativa all’acquisto più valida, per chi come te si è posto l’obiettivo dell’indipendenza finanziaria?
    Ho valutato in passato il noleggio operativo che ha certamente i suoi vantaggi, ma ritrovarsi senza il mezzo dopo avere sborsato migliaia di euro in anticipo e rate è altrettanto scoraggiante.
    Sono curioso di conoscere il tuo punto di vista
    Grazie

    • admin

      Ciao Nino!
      Grazie mille per la domanda, ti rimando al podcast, dove ho cercato di chiarire la mia posizione a riguardo. Trovi il link nel post appena pubblicato!

      Grazie

      Ciao ciao!

      Giacomo (non Stefano! 🙂 )

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito web utilizza i cookie per diversi scopi, tra cui raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito. Continuando ad utilizzare il sito si accettano le condizioni della privacy. cookie policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi