Doppia paga!

Questo mese paga doppia!

Eh si ragazzi, questo mese ho fatto il botto.

Doppia paga per me!

Va da se che a giugno non la prenderò… Ma questo è un discorso che affronterò fra qualche settimana 😀

Andiamo per ordine

Solitamente, nel nuovo lavoro (che va sempre meglio), la paga arriva tra l’8 e il 10. Benissimo, questo mese avevo il limite obbligatorio di riceverla entro il 15, perché mi scalavano la carta di credito (913€… battesimi e addii al celibato pesano come macigni!).

Partivo già da un immeritato -64,24€ dovuto alla rata della macchina (la app di BPM è già pronta per l’anno 10000, visto che ha messo 5 cifre!)

Rosso in conto!
Rosso in conto!

Faccio due conti spannometrici verso i primi del mese e calcolo che sarei stato in merda totale circa verso il 20 maggio.
(Merda totale è un termine tecnico che indica il conto in rosso di oltre 200€)

La prima settimana lavorativa del mese passa, essendo di soli tre giorni grazie al ponte del 1 maggio, e arriviamo alla settimana dell’apertura compulsiva della app ogni mattina per controllare il saldo.

7 maggio nulla

8 maggio nulla

9 maggio nulla

10 maggio… parte un bonifico dal mio conto di 150€ e mi trovo a -214.24! Ma che cazzo! Cosa è successo?? Entro, guardo, faccio, tensione, soldi sprecati, panico, mal di stomaco, necessità di andare in bagno che neanche prima di un orale… e cosa scopro?
Che Giacomo il genio aveva deciso ancora a giugno/luglio del 2017 che dal 10 maggio 2018 iniziavano i bonifici mensili verso Fineco!
Il mio pensiero all’epoca sarà stato:

Beh, adesso sono preso male, ma fra 8 mesi sarà tutto risolto!

E invece è sempre un piacere ricordare (anche con questi cazzotti in faccia) che le cose non cambiano mai da sole. Anzi, adagiandosi possono solo peggiorare!

Ma tornando a noi

11 maggio… niente! Cavoli, oggi è venerdì. Lunedì è il 14 quindi non ho più tempo per aspettare il bonifico.

In azione Giacomo! Vado dal capo e gli chiedo: “maaaa… è giusto che non mi sia ancora arrivato lo stipendio?”. Lui mi guarda e con naturalezza mi fa: “Certo che no, dovrebbero essere arrivati l’8. Aspetta che controllo.”

Panico, paura di aver dato l’IBAN sbagliato (anche se avevo già ricevuto stipendi), bisogno di andare in bagno ecc ecc!

Il capo fa due tre click e poi esclama: “ah, ho sbagliato! Invece di selezionare come giorno di pagamento l’8 ho cliccato il 15, perchè questo e-banking è fatto malissimo”. Guarda l’ora e mi dice che ormai non può più annullarlo se no ora che annulla, rifa ecc ecc si va anche oltre la data del 15.

Già mi vedevo il 15 mattina ricevere una chiamata della banca che mi chiedeva cortesemente le chiavi della macchina per appianare il debito, quando il capo se ne viene fuori con un’idea geniale che non sapevo neanche si potesse fare, forse perchè non ho mai lavorato in un’azienda con più liquidità di quanta sia necessaria per arrivare alla fine della settimana.

Mi fa: “Beh, ti anticipo lo stipendio di giugno!”

E io gli faccio: “Beh, no, se no a luglio arrivo con le pezze al culo :-D” Però poi penso che tutto sommato un’iniezione straordinaria di liquido in questo mese può solo che farmi bene.
Concordiamo quindi un bonifico di 1000€ e a giugno un bonifico per andare a pari con lo stipendio.

Come diceva lo zio in Spider Man

Da una doppia paga derivano doppie responsabilità

Doppia paga doppia responsabilità
Doppia paga doppia responsabilità

I tonni dovevano contare, o meglio, i conti dovevano tornare

Avendo questo surplus (che comunque si sarebbe esaurito in poco tempo) e la mancanza di stipendio fino a inizio luglio si è reso obbligatorio tenere conto di ogni singola spesa prevista per capire come e di quanto mi sarei trovato in rosso, ma soprattutto quando (non se) e per quanto.

Mi sono per cui dato al buon vecchio excel per capire l’andamento delle finanze e tracciare i giorni rossi cercando di capire come limitarli. Non sarà facile neanche a giugno stare in riga perché mi aspetta una settimana di vacanza, ma tira di qua e tira di là per ora tutto torna (in rosso saltuariamente ma di massimo 20€).

Fare i conti a tavolino non mi era mai capitato ma ti da una visione d’insieme che è utilissima.

L’unica cosa che non ho intenzione di abbassare è la quota di Fineco.

Infatti la sveglia che il Giacomo del passato ha dato al Giacomo d’oggi è stata un toccasana, uno scossone che ci stava.

What if

In questi mesi di bagordi, spese per la casa e spese impreviste avrei potuto sospendere i miei versamenti a Santander per avere più tranquillità.
Ma poi, pensandoci, sarei stato davvero tranquillo o avrei sentito la necessità di avere ancora quei 50€ da spendere? Sono convinto di quest’ultima supposizione, quindi col PYF che ho modificato il bonifico, anche di un singolo €.

Aprile e maggio si chiudono con Giacomo in sofferenza e che si è dissanguato come un maiale sgozzato, ma mantenendo la sua dignità e pagando prima se stesso.

E, non contento, aggiungo pure questi 150€ mensili.

Ribadisco che non avrei mai pensato di farli quadrare, ma neanche di pensare di versare quella cifra in questo periodo. E sono gasatissimo perché ad oggi riesco a risparmiare 200€ che metto in Santander (ma quelli sono già destinati ad estinguere la macchina a novembre 2019, anzi come dice BPM novembre 02019), spendo 206€ di rata per la macchina che finirà anche quella e aggiungo questi 150 destinati, finalmente, a muovere quel contatore che è presente sul sito!

Va da se che a novembre 2019 potrò risparmiare 206+200+150 (arrotondiamo a 600€/mese (cazzo sono tantissimi!!)) interamente per i miei scopi benefici! E per allora qualcos’altro sarà saltato fuori di sicuro, infatti spero che qualcosa si concretizzerà nel medio termine.

La lezione che ho imparato in questa occasione è

Non esistono periodi buoni o cattivi, c’è il fare o non fare, imporsi con se stessi o sparare troiate al vento aspettando il domani. Il problema del domani è che… è sempre domani.

Alla prossima!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito web utilizza i cookie per diversi scopi, tra cui raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito. Continuando ad utilizzare il sito si accettano le condizioni della privacy. cookie policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi