Panificio soldi senza soldi

Fare soldi non usando i tuoi soldi

Fare soldi non usando i soldi, o per dirla alla Robert Kiyosaki

Quando contraete un debito, fate in modo che sia qualcun’altro a pagarlo al posto vostro.

Un concetto che è giusto, sensato, fondamentale ma di difficile attuazione. Perché?
Perché necessita di una mente scaltra e aperta.

Vi racconterò una storia


In un paesino di montagna c’erano due panifici di proprietà di Aldo e Carlo. Un giorno, Aldo, ormai anziano, decise di ritirarsi e vendere l’attività.
Andò da Carlo e gli disse: “Io vendo la mia attività, sei interessato? Il prezzo è di 50.000€“.
Carlo capì subito la potenzialità di quell’offerta:

Avrebbe potuto acquisire il monopolio del pane nella cittadina

Ma non aveva idea di dove racimolare tutti quei soldi. Chiese un po’ di tempo per riflettere e iniziò a pensare.

Tornò a casa e parlando con la moglie vagliò tutte le opzioni. Potremmo ipotecare la casa, disse lui. Non se ne parla, replicò lei (le motivazioni delle donne sono sempre vincenti).

Però Carlo aveva deciso che quel negozio doveva essere suo quindi continuò a ragionare. Dopo qualche settimana senza nessuna illuminazione, chiamò il suo amico Stefano, un famoso imprenditore.

Dopo avergli esposto la situazione Stefano gli disse con molta tranquillità: “Chi guadagnerebbe da questa transazione?

Carlo: “Il vecchio Aldo e anch’io, visto che raddoppierò il business”.

Stefano: “Nessun’altro?”

Carlo: “Non saprei…”

Stefano: “Quanti fornitori hai e qual è l’importo degli ordini?”

Carlo: “Ho un solo fornitore, annualmente ordinerò prodotti per 150.000€”

Stefano: “Bene, allora possiamo dire che se acquistassi anche l’altro negozio raddoppieresti gli ordini”.

Carlo: “E’ vero!!”




Stefano: “Chiamalo e digli che hai intenzione di dargli l’esclusiva dei tuoi ordini per 300.000€ annui per i prossimi 5 anni a fronte di un bonus di 30.000€. Se ha un minimo di cervello accetterà senza pensarci.”

Carlo ringraziò l’amico e senza attendere nemmeno un instante contattò il suo fornitore che essendo dotato di un minimo di senso per gli affari accettò molto volentieri la proposta.

Aveva appena guadagnato 30.000€ utilizzando solo il cervello.

Era quindi giunto a poco più di metà importo ma ora non aveva più dubbi sul come agire. La conversazione avuta con Stefano gli aveva fatto scattare qualcosa dentro, aveva cambiato mentalità.

Si recò quindi da Aldo.

“Vecchio mio, coma va?” Esordì. “Ho pensato alla tua richiesta e ho deciso di farti una contro proposta”.

Aldo, molto colto e paziente pensò: “Mmmm, chepppalle, è venuto a trattare sul prezzo.”

Carlo proseguì: ” Tu hai chiesto 50.000€ per il tuo negozio. Bene, io te ne offro 60.000€”

What the fuck” esclamò l’educato anziano. “Cosa c’è sotto?”

“Ti pago seduta stante 30.000€ e per i prossimi 3 anni ti darò 10.000€ all’anno. Come ti pare l’idea?”

“Dove devo firmare?”, rispose l’anziano già immaginandosi in qualche spiaggia soleggiata.


A conti fatti, Carlo ha comprato il negozio utilizzando 0 (zero) euro ma semplicemente ragionando sulla situazione a mente fredda.

Ho letto molte storie simili a queste e ogni volta mi stupisco della loro semplicità e capisco che mi trovo purtroppo ancora ad un livello inferiore.
Sono certo che anche adesso, se sapessi come muovermi potrei creare valore a costo zero (per me) e il fatto di non riuscire a farlo mi fa essere a metà tra l’incazzato e l’assetato di sapere.

La soddisfazione che avrò

Non vedo l’ora che mi si presenti un’occasione nella quale saprò mettere a frutto quello che sto imparando lentamente perché sarà un punto di svolta verso l’alto.
Nel frattempo… continuiamo a leggere e a scrivere articoli!

So cosa state pensando…

Certo, tutto bello, tutto motivante ma alla fine Carlo aveva sempre un negozio e un giro di affari decente. Se non l’avesse avuto non avrebbe potuto procurarsi nulla di tutto ciò. Ne siete sicuri?

In evidenza nel sito:

Consigli di Business

Come monetizzo questo blog?

Fonti: Dan Lock, del quale credo di stare innamorandomi!

2 Comments

    • admin

      Nel mio piccolo penso di aver avuto una buona intuizione quando ho provato ad acquistare l’iphone a rate a tasso 0 facendomi pagare subito l’importo. Poi è andata male, ma l’idea c’era!

      Buona serata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito web utilizza i cookie per diversi scopi, tra cui raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito. Continuando ad utilizzare il sito si accettano le condizioni della privacy. cookie policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi